-

-

-

    CERIPNEWS ®
PRIMO PIANO

  
Spunti
   di riflessione
   sui problemi
   della scuola

 

- -

-

-

-
-
0169-ricerca-senza-fondi

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-21/01/2019-06:00
-

La ricerca è senza fondi

--
Dopo gli studenti, la denuncia dei Rettori
--
Pochi laureati, i migliori in fuga e i fondi per l’istruzione e ricerca insufficienti a risollevare le sorti delle università italiane. Dopo la denuncia degli studenti, adesso arriva quella del Rettore della Sapienza anche a nome di altri colleghi che ha affermato: “Solo l’investimento in ricerca e innovazione può farci ripartire, altrimenti l’Italia appare destinata ad un lento ma inesorabile declino”.
La situazione – L’Italia investe per l’alta formazione 100 euro per abitante, la Germania 300 e la Corea del Sud più di 600. Il numero complessivo dei docenti under 40 anni risulta dimezzato rispetto al 2008, l’età media dei docenti ordinari è di 56 anni mentre l’edilizia universitaria per aule e laboratori non viene finanziata da 10 anni.
Insomma, a queste condizioni il sistema universitario non può crescere; lo stesso vale per la ricerca: gli enti pubblici del settore hanno perso in poco più di 10 anni qualcosa come 400 milioni di finanziamenti dal Miur, il solo Cnr si è visto ridurre il budget ministeriale di 150 mln di euro rispetto al 2002. Il confronto con gli altri Paesi è impietoso: spendiamo in ricerca e sviluppo meno della metà della Francia e un quarto della Germania!

-

--

CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0159-quota-100-nasce-condizionata

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO  XVIII-19/01/2019-06:00
-

Quota 100 nasce condizionata

--
Clausola di salvaguarda imposta dalla Ragioneria
--

Nonostante i trionfalismi e le smargiassate del governo Conte e dei due vicepremier, alla fine è spuntata la clausola di salvaguardia su Quota 100. L’ha imposto la Ragioneria generale dello Stato (monitoraggio della spesa e pronto intervento del governo in caso di splafonamento) ove le uscite dovessero superare quelle stanziate (3,9 mld/euro nel 2019). In sostanza, con buona pace di tutti, se servissero più soldi, si provvederebbe o tagliando altri capitoli di spesa del ministero del Lavoro o, se questo non fosse sufficiente, con una vera e propria manovra!

-

--


CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0149-giornata-mondiale-educazione

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-18/01/2019-06:00
-

Giornata Mondiale dell’Educazione

--
Quest’anno si celebra il 24 gennaio
--

Sono 265 milioni i bambini e gli adolescenti in tutto il mondo che non hanno l’opportunità di entrare o completare la scuola. Più di 1/5 di loro sono in età scolare. Sono ostacolati dalla povertà, dalla discriminazione, dai conflitti armati, dalle emergenze e dagli effetti dei cambiamenti climatici.
Questo è l’allarme lanciato dalle Nazioni Unite in occasione della Giornata Mondiale dell’Educazione che viene celebrata quest’anno, per la prima volta, il 24 gennaio.

-

--


CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0129-cisl-scuola-affonda-decreto-concretezza

-
CERIPNEWS  PRIMO PIANO XVIII-17/01/2019-06:00
-

La Cisl Scuola affonda il decreto concretezza

--

Il ministro Bussetti come difende il personale della scuola?

--

La segretaria generale della Cisl Scuola, Maddalena Gissi, affonda il decreto concretezza e chiede al ministro Bussetti come intende tutelare la dignità professionale del personale della scuola.
Di seguito la nota integrale.

“””
GISSI: MISURE ANTIASSENTEISMO A SCUOLA  INUTILI, COSTOSE, OFFENSIVE
Credevamo che la stagione dei lavoratori pubblici assimilati a fannulloni fosse finita, ma dobbiamo purtroppo ricrederci: questo governo rilancia e rafforza un’idea del lavoro pubblico sostenuta da un misto di pressapochismo e di demagogia che offende, indigna e preoccupa. Contrastare e prevenire i fenomeni di assenteismo è doveroso, ma non c’è alcuna ragione di farlo utilizzando modalità che risultano lesive della dignità delle persone, o prendendo a pretesto gli sbagli di pochi per alimentare un generale discredito sulle pubbliche amministrazioni e sul loro personale. La CISL era stata molto chiara su questo, anche nel novembre scorso, quando si era svolta l’audizione presso la Commissione Lavoro del Senato sul disegno di legge cosiddetto “concretezza”: in particolare aveva invitato a tenere debitamente conto del fatto che le scuole, anche se comprese tra le amministrazioni pubbliche, sono caratterizzate da specificità che riguardano sia la tipologia di servizio che particolari garanzie di rango costituzionale operanti nell'ambito del sistema di istruzione, come la libertà di insegnamento e la stessa autonomia scolastica. Si caratterizzano inoltre per le ridotte dimensioni amministrative e lo stesso legislatore ne ha sempre riconosciuta la particolarità tra le amministrazioni dello Stato, anche nelle disposizioni relative alla funzione dirigenziale e agli organismi di valutazione. Basterebbe un minimo di buon senso per rendersi conto di quanto, nel caso delle istituzioni scolastiche, la rilevazione dei dati biometrici sia una soluzione decisamente sproporzionata, trattandosi di unità amministrative di dimensioni così ridotte da rendere agevole ed immediato il controllo sulla presenza del personale: inutilmente onerosa, è il caso di aggiungere, per i bilanci già ridotti all’osso delle nostre scuole. Riguardo ai dirigenti, siamo a un vero e proprio assurdo, ed è stupefacente che un governo autorizzi la stipula di un contratto in cui si riconoscono autonomia e flessibilità nella gestione del proprio orario di servizio, e poi ipotizzi addirittura il ricorso a sistemi di “verifica biometrica” e di videosorveglianza per contrastare presunti rischi di “assenteismo”.

L’impressione è che si stia andando nella direzione esattamente opposta a quella che sarebbe necessario intraprendere, tutelando il benessere organizzativo e l’immagine di quanti, come i lavoratori della scuola, svolgono la propria attività con innegabile spirito di servizio, spesso affrontando in solitudine disagi e tensioni che dal contesto sociale si riflettono sulla scuola e su chi vi opera.

Il ministro Bussetti in più occasioni ha espresso la sua volontà di sostenere e tutelare la dignità professionale del personale scolastico: personale ATA, docenti, dirigenti. Ha l’occasione per farlo, anche richiamando a più ponderata ragionevolezza i suoi colleghi di Governo. “””

Roma, 15 gennaio 2019

Maddalena Gissi, segretaria generale CISL Scuola

PER SCARICARE LA NOTA: 2019-01-17-gissi-dddl-concretezza.pdf

 

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0117-grembiule-obbligatorio

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-16/01/2019-06:00
-

Salvini propone il grembiule obbligatorio

--
Quando si deve parlare per forza ed ogni giorno per conquistare spazio mediatico!
--
Passando da una comparsata mediatica ad un’altra, Ciampino compreso, il vicepremier Matteo Salvini non smette i panni del leader leghista e adesso propone il grembiule obbligatorio almeno nella scuola primaria, che lui chiama elementare.
Il motivo semplice sarebbe quello di eliminare le differenze fra gi alunni mimetizzando così i golfini acquistati nei mercatini rionali rispetto a quelli griffati.
Si badi bene che nessuno è ostile ad una tuta, una felpa, oppure ad una divisa uguale per tutti, magari con jeans e maglietta, a condizione però che si rispetti l’autonomia delle istituzioni scolastiche e dei suoi organi collegiali e che non si parla di grembiule di nessun colore.
Sarà che sono vecchio, sarà anche che il mio ricordo del grembiule è legato al dopoguerra ed a tutto quello che ha significato, compreso gli indumenti bucati e strapazzati che ho visto da bambino e che il grembiule rigorosamente nero sapeva coprire, sarà che il nero è legato anche a quel fetido inchiostro versato ogni mattina dalla bidella nei contenitori di bachelite avvitato nei banchi biposto, ma certo è che il grembiule nero o colorato che sia, non mi va giù, come pure le divise in genere specie se indossate fuori posto, che a quanto pare, piacciono molto al Vicepremier.
Parimenti non mi va giù che il nostro buono e cristianissimo Salvini (cattolicissimo sarebbe davvero troppo!) si occupi di queste pochezze, peraltro di competenza del ministro dell’Istruzione, invece di grattarsi la zucca  ed analizzare e risolvere i macro problemi del suo Ministero. Ma si sa, ogni occasione è buona per conquistare i media, le pagine web, ed i quotidiani, almeno finché dura! (ninni bonacasa)

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0102-tfr-statali-senza-accordo

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-15/01/2019-06:00
-

Tfr agli statali, non c’è accordo

--
Il decreto dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri giovedì prossimo
--
Non ci sono schiarite sul fronte del Pubblico impiego sul Tfr, nonostante in un primo momento il ministro della Pubblica amministrazione si fosse impegnata ad evitare qualunque penalizzazione per i dipendenti pubblici che già incassano il Tfr in media almeno due anni dopo essere andati in pensione.
Adesso, con la proposta del mutuo bancario per accedere alla liquidazione, però spunta il giallo degli interessi che sembravano a carico dello Stato e che ora tornerebbero a carico dei dipendenti. E così se l’anticipo bancario eviterebbe lo slittamento fino a sette anni per la liquidazione, gli interessi a carico dei lavoratori diventano un ostacolo forte ai futuri aspiranti pensionandi.
Il decreto dovrebbe arrivare in Consiglio dei Ministri giovedì prossimo.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0097-quota-100-scuola

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-14/01/2019-06:00
-

Quota 100 per il personale della scuola?

--
Probabile scadenza 28 febbraio 2019
--

Secondo le ultime indiscrezioni nelle ultime ore sarebbe stata trovata la soluzione per consentire le uscite anche in corrispondenza del prossimo inizio d’anno scolastico, quindi a settembre 2019: tra le ultime modifiche al testo, infatti, è stata inserita una integrazione che dà facoltà ai docenti della scuola e dell’università (probabilmente anche per il personale Ata, poiché rientra nello stesso ambito) di presentare la domanda “in sede di prima applicazione” sino al prossimo 28 febbraio.
Lo scrive Alessandro Giuliani sulla testata online La Tecnica della Scuola precisando che se
condo il programma di Governo, successivamente, subito dopo una prima veloce verifica delle istanze presentate, ad inizio marzo i vari Uffici scolastici regionali potranno incrociare i dati dei pensionamenti richiesti (che in primavera-estate verranno poi vagliati in modo singolo dall’Inps), con quelli dei posti vacanti.

E, a quel punto, si potrà stabilire il punto di partenza sugli organici, di diritto e di fatto. Per poi far partire la macchina organizzativa che porterà prima alla mobilità, poi alle immissioni in ruolo ed infine all’assegnazione di un numero di supplenze annuali che, anche in base alle uscite maggiorate che consentirà Quota 100, potrebbe sfiorare per la prima volta quota 200mila.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -

 

-
-
0087-a-rischio-incolumita-studenti

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-12/01/2019-06:00
-

A rischio l’incolumità di 8 milioni di studenti

--
L’Anp scrive a Bussetti e Salvini sulla sicurezza nelle scuole
--

L’Associazione nazionale presidi (Anp) denuncia con una lettera ai ministri Bussetti e Salvini il problema della sicurezza nelle scuole, «una situazione non più rinviabile che riguarda l’incolumità di circa otto milioni di studenti, per lo più minori, e circa un milione di lavoratori».
I dati sono sconfortanti: c’è una media di 44 crolli all’anno, una scuola su quattro è con manutenzione inadeguata, oltre il 41% delle scuole si trova in zona sismica 1 e 2 e solo il 12,3% delle scuole presenti in queste aree risulta progettato o adeguato alla normativa tecnica di costruzione antisismica. La metà delle scuole non ha mai ricevuto dall’ente proprietario il certificato di idoneità statica, di collaudo statico, di agibilità e di prevenzione incendi. Gli impianti elettrici sono completamente a norma in meno di un’aula su quattro e soltanto nel 15% delle palestre e nel 9% delle mense. Nel 18% delle scuole a più piani, non sono presenti scale di sicurezza, né vi sono uscite di sicurezza sui corridoi.

«È urgente intervenire – scrive Anp - destinando agli Enti locali proprietari risorse economiche commisurate ai necessari interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici per adeguare il patrimonio edilizio scolastico alle normative vigenti. In assenza di un piano di interventi, la questione della sicurezza delle scuole si riduce ad un improduttivo rituale di controlli e sanzioni, gravoso soprattutto per i dirigenti delle scuole».

I dirigenti scolastici sottolineano infine come continui ad essere ad essere emblematica la vicenda dell’adeguamento degli edifici scolastici alla normativa antincendio: decorso
l’ennesimo termine per la messa a norma, il 31 dicembre 2018, resta solo l’obbligo per i dirigenti delle scuole di contenere il rischio «attraverso misure organizzative che non eliminano, però, le pesanti carenze strutturali e rischiano di produrre effetti solo temporanei e non risolutivi».

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0077-istat-occupazione

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-11/01/2019-06:00
-

Istat: l’occupazione tiene ma ci sono più inattivi

--
A novembre 2018 il tasso di disoccupazione era al 10,5%
--
In Italia, nel mese di novembre, l’occupazione è rimasta stabile, con un leggero aumento dei contratti a tempo indeterminato (+15mila) e un calo di quelli a termine (-22mila), ed è una buona notizia; quella cattiva è che però aumentano gli inattivi, coloro che non hanno un’occupazione e non la cercano: +26mila in un mese (+0,2%) e sono soprattutto donne (+35mila), giovani tra i 15 e i 24 anni (+16mila) e gli over 50 (+36mila).

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0067-anno-buono-mobilita

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-10/01/2019-06:00
-

L’anno buono per la mobilità

--
Il vincolo sul blocco triennale dei trasferimenti
--
Adesso o mai più: nel 2019 si apre una finestra senza precedenti per i trasferimenti dei docenti, dopo il flusso di migrazioni in direzione Sud-Nord dovute alle 55mila assunzioni in blocco della “Buona Scuola” realizzate nel 2015/2016.§Si tratta di una finestra che non si ripeterà perché le quote riservate ai trasferimenti fra province andranno a richiudersi sin dall’anno scolastico 2020/2021.
Giova precisare che i docenti resteranno bloccati per 3 anni se trasferiti a domanda su una scuola o distretto sub-comunale richiesto dall’interessato. Il blocco triennale non si applicherà ai docenti trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata, anche se saranno soddisfatti si una preferenza espressa.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0057-amore-&-lingua

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-09/01/2019-06:00
-

Amore & Lingua

--
Cosa prevede la Legge 01/12/2018, n. 132
--
Non basta l’amore e il matrimonio per fare felice un cittadino non italiano che intende acquisire la cittadinanza con il matrimonio, adesso deve sostenere un esame con tanto di domande a risposta multipla, due test scritti e la prova orale.
Lo prevede l’art. 5 della legge di riforma della cittadinanza (Legge 01/12/2018, n. 132) che precisa, appunto, come l’acquisizione della cittadinanza del nostro Paese a scopo matrimonio sia subordinata anzi “condizionata” al possesso di una adeguata conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello B 1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER).
Viene da chiedersi soltanto se tale esame potrebbe essere superato da alcuni studenti nostrani che spesso proprio in materia di lingua italiana ne sanno davvero pochino, con buona pace di tutti, compreso il ministro Bussetti, il premier Conte, i vicepremier Salvini e Di Maio e tutto il governo gialloverde.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0047-false-abilitazioni

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO  XVIII-08/01/2019-06:00
-

False abilitazioni per la cattedra

--
Tre professori campani nei guai
--
Nuovi sviluppi nell’indagine sul giro di false specializzazioni per insegnare agli alunni disabili che ha investito la scuola campana. La scoperta della irregolarità è nata da accertamenti a campione sui titoli dichiarati per l’accesso al concorso sul sostegno come è stato rivelato da fonte accreditata della Direzione scolastica regionale che sta conducendo indagini serrate sullo scandalo che ha messo nei guai due enti di formazione privati già denunciai dal’USR della Campania.
Finora sotto inchiesta sono finiti tre docenti che hanno partecipato al concorso regionale per l’immissione in ruolo sul sostegno. L’USR è in stretto contatto con la Procura della Repubblica di Napoli che sta indagando sullo scandalo dei titoli falsi e che per adesso ha investito docenti di Salerno ma che potrebbe estendersi anche alle scuole di Avellino e Napoli.
I Pm di Napoli ipotizzano un collegamento anche col rogo doloso che il 2 dicembre scorso ha interessato gli archivi del Provveditorato di Salerno.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0037-mossa-chiesa-decreto-sicurezza

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-07/01/2019-06:00
-

La mossa della Chiesa contro il decreto sicurezza

--
Bagnasco appoggia i comuni “ribelli”: obiezione di coscienza – La Cei discuterà il caso
--
A parte le associazioni cattolici di cui abbiamo dato ampio resoconto nell’edizione di sabato, contro il decreto sicurezza suona la carica il cardinale Bagnasco, presidente dei vescovi europei oltre che arcivescovo di Genova, facendo eco al grido dell’arcivescovo di Palermo monsignore Corrado Lorefice che ha invitato a “non rimanere il silenzio dinnanzi ai disumani decreti che aggravano la sofferenza di chi è vessato da povertà e guerra”.
La Conferenza episcopale italiana (Cei) per adesso non rilascia dichiarazioni perché prossimamente i vescovi di riuniranno nel consiglio permanente, ma il richiamo di Bagnasco e Lorefice è chiaro ed è difficile che sia solo un caso. Certo è che il tema, anche se non ufficialmente all’ordine del giorno, almeno per adesso, sarà affrontato  ed è facile aspettarsi che ne parlerà in primis il presidente cardinale Bassetti, nel suo discorso introduttivo.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0027-istat-bccia-scuole

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-05/01/2019-06:00
-

L’Istat boccia le scuole

--
Rapporto Istat: 3 su 4 scuole del Sud inaccessibili ai disabili / Scuola, doppio sciopero al rientro in classe dopo le vacanze di Natale per la sicurezza
--
Al Sud soltanto il 26% degli edifici scolastici è a norma, mentre al Nord i valori raggiungono il 40%. Lo afferma l’Istat nel suo Rapporto sull’inclusione scolastica relativo al’anno scolastico 2017/2018.
Nel report vengono definite accettabili dal punto di vista fisico-strutturale solo le scuole che possiedono tutte le caratteristiche a norme: ascensori, bagni, porte, scale e che dispongono di rampe esterne e/o servoscala.

Scuola, doppio sciopero al rientro in classe dopo le vacanze di Natale
Il rientro dalle vacanze di Natale potrebbe avere la sorpresa di uno stop improvviso per lo sciopero di due giorni, 7 e 8 gennaio, proclamato dal sindacato Saese che rivendica la mancanza di sicurezza negli edifici scolastici su scala nazionale.

Per la prima volta sono state incluse dell’indagine anche le scuole dell’infanzia e le secondaria di 2° grado. Si tratta di 56.690 scuole complessivamente frequentate da 272.167 alunni con sostegno che rappresentano il 9,1% del totale degli iscritti.
Il quadro peggiore nelle regioni del Mezzogiorno se si analizzano i segnali acustici per non vedenti e/o segnalazioni visive per sordi e le mappe a rilievo o i percorsi tattili. Inoltre 1 scuola su 4 risulta carente di postazioni informatiche adatte agli alunni con sostegno.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0014-2019-anno-concorsi

-
CERIPNEWS  PRIMO PIANO XVIII-04/01/2019-06:00
-

Il 2019 sarà l’anno dei concorsi

--
Quelli in corso di svolgimento e quelli da bandire
--
L’anno appena cominciato sarà quello dei concorsi per il mondo della scuola; alcuni sono già stati banditi e sono in corso di svolgimento, altri sono in programmazione, altri hanno visto la pubblicazione del bando di concorso in questi giorni. L’obiettivo è quello di colmare i vuoti di organico.
Ciò vale per il concorso dei Ds in fase di espletamento e per il reclutamento dei Dsga per le scuole statali di ogni ordine e grado. Si tratta di un concorso atteso da 20 anni, una circostanza che ha detto il ministro Bussetti, non deve più accadere.
Si è conclusa invece il 12 dicembre la fase delle candidatura per il concorso straordinario per le scuole dell’infanzia e primaria ma il Miur ha avviato le procedure per poter bandire un concorso ordinario sempre per la scuola dell’infanzia e primaria (5.626 posti comuni, 4.557 di sostegno, in totale 10.138 posti) ed a breve saranno avviate le procedure per un nuovo concorso per funzionari amministrativi. È da bandire infine anche il concorso per la scuola secondaria.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0004-scuola-divario-italia-ue

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-03/01/2019-06:00
-

Scuola, si allarga il divario Italia-Ue

--
Il mistero dei tagli ai fondi per i docenti del sostegno
--
Le spese autorizzate per il Miur prevedono una decurtazione complessiva nell’arco del triennio  2018-2020 di 1.199 milioni di euro che incidono soprattutto sul’istruzione scolastica in quanto l’università riceva un aumento di 186 milioni di euro. Da sottolineare che sempre nell’arco del triennio le spese per il sostegno degli studenti disabili e per i progetti di integrazione scolastica con gli alunni Bes diminuiscono di 606 milioni, fose una delle misure più inique contenute nella legge in quanto va a colpire le categorie più deboli della popolazione studentesca ed i relativi interventi di sostegno. Aumentano, invece, di 19 milioni  contributi per le scuole non statali.
L’insieme dei tagli va ad ampliare ancora di più la distanza tra l’Italia e gli altri Paesi dell’Unione europea in termini di investimenti. Secondo l’ultimo Rapporto Osce 20189 il nostro Paese impegna il 4% del Pil rispetto alla media Ue del 4,9%, quasi un punto percentuale in meno!
Per quanto riguarda gli altri aspetti della Manovra viene conferimento il dimensionamento delle ore di A-S-L con facoltà alle scuole di estenderle; viene ridefinito il sistema di reclutamento per i docenti della scuola secondaria attraverso il superamento del percorso triennale, dopo la laurea, prima di accedere al ruolo (come prevedeva la Buon Scuola renziana); adesso al concorso di accede con la laurea ma avendo sostenuto solo esami di didattica e psicopedagogia con il conseguimento di 24 CFU. Una volta vinto il concorso vi è l’obbligo di permanenza di 5 anni nella scuola prescelta.
Prevista la nomina di 120 docenti su scala nazionale che costituiscono le équipes territoriali con il compito di garantire la diffusione delle azioni previste dal Piano per la scuola digitale e nella scuola primaria sono previsti inoltre 2mila posti aggiuntivi per incrementare le classi a tempo pieno, soprattutto nel Meridione.
Nei licei musicali l’organico dei docenti viene incrementato di 400 unità per la copertura delle ore di strumento musicale, chiudendo così una vicenda che si trascinava da tempo.
La legge di Bilancio abroga in modo definitivo la chiamata diretta, anche questa prevista nella Buona Scuola renziana,  dei docenti che era stata congelata nel corso del 2018 sulla base dell’Intesa  Miur-OO.SS. Scuola.
* * * * *
I tagli ai fondi della scuola
Dal Miur il ministro Bussetti afferma e sostiene che non esistono tagli nella scuola ed azzarda ad affermare che le tabelle vanno lette bene e che le risorse saranno individuate anno dopo anno sulla base della necessità. Sarà anche così, ma sta di fatto che il taglio c’è, almeno sul sostegno che passa dai 3.489 milioni del 2019 ai 2.457 del 2012: quasi 2,5 miliardi in meno per il primo ciclo e oltre 1,1, per le superiori, mentre aumenta il numero degli studenti disabili.
In conclusione, per i 50mila cocenti precari occupati sul sostegno questo significa altra incertezza: dovranno sperare nella prossima manovra, sempre che si trovino le risorse.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
-
0001-buon-anno-2019

-
CERIPNEWS PRIMO PIANO XVIII-02/01/2019-06:00
-

Buon Anno 2019

--
Nel 2018 ben 379 edizioni con 4.559 notizie e articoli online
--
Buon Anno 2019 a tutti i nostri affezionati lettori con l’auspicio che sia un anno sereno e meno complesso di quello appena lasciato. Auguri anche alla nostra piccola testata che si appresta ad affrontare il suo diciannovesimo anno di pubblicazione. L’anno 2018 l’abbiamo chiuso con 379 edizioni con 4.559 notizie online. Un record, grazie ai tanti collaboratori che ci sostengono in questo sforzo quotidiano che continueremo anche quest’anno, almeno finché saremo in grado di farlo continuando a rinunciare a sponsorizzazioni e pubblicità.

-

--

PREPARATI CON NOI:  Concorso straordinario scuola infanzia e primaria  /  Prova orale Concorso per Dirigenti scolastici  /  Concorso Direttore dei servizi generali e amministrativi  /  Per informazioni: CERIP – Viale delle Alpi, 65 – 90144 Palermo – Telefono: 3314105857  /   E-mail: info@ceripnews.it nbonacasa@ceripnews.it
.
CARTA DEL DOCENTE Acquista i nostri prodotti editoriali: Libri e Cd-Rom
.
Per ricevere la
RASSEGNA STAMPA di  CERIPNEWS basta richiederla a:
INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI A PRIMO PIANO VAI  A NOTIZIE VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO PRIMO PIANO VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte // Per corrispondere:  info@ceripnews // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -

 In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte.

 CERIPNEWS ® è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001