-

-

-

    CERIPNEWS ®
NOTIZIE

   Aggiornamenti
   sugli eventi
   scolastici
   più rilevanti

-

-

-

-

--
node-3539-pensioni-sindacati-divisi

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-20/11/2017-06:00-3539
--

Pensioni, sindacati divisi!

-
La Cgil pronta allo sciopero // Vacilla l’intesa (quasi una tregua!) con la Cisl e la Uil //
Le proposte di Gentiloni
-

ROMA - Domani, nella trattativa Governo-Sindacati, sarà la giornata decisiva sulle pensioni. A quanto pare non ci saranno compromessi: l’impianto della legge che richieste l’adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita non si tocca, tuttavia - secondo il ministro Padoan – il pacchetto offerto a Camusso (Cgil), Furlan (Cisl) e Barbagallo (Uil) identifica categorie di lavori gravosi da esentare dall’innalzamento dei requisiti per l’uscita è notevole e prevede anche miglioramenti dei meccanismi di adeguamento dell’età.
La Cgil (Camusso) però non ci sta e annuncia già la mobilitazione appoggiata da Mdp, favorendo così indirettamente un ulteriore scontro politico tra Pd e Mdp mentre si tenta di allargare l’alleanza a tutta la sinistra in vista della prossima consultazione nazionale.
La Cisl (Furlan) è più possibilista e piuttosto che non avere niente ora ed in futuro, ritiene utile per i lavoratori accettare l’offerta di un pacchetto che non è il massimo, ma che è comunque più rinforzato di prima, essendo state incluse alcune categorie al pacchetto già previsto dall’Ape Sociale.

-
I Sindacati
I sindacati chiedono il riconoscimento che tutti i lavori non sono uguali, un cambio sull’automatismo pensionistico, più lavoro per i giovani e più attenzione alle pensioni di giovani e donne.

-
Il Governo

Il governo Gentiloni, a sua volta, ha proposto l’esonero di “Quota 67” per 15 categorie cosiddette gravose (11 che possono accedere all’Ape Sociale con indennità fino a 1.500 euro pagata dallo Stato per andare in pensione a 63 anni), più altre 4 categorie: siderurgici, operai agricoli, marittimi e pescatori.

-
Ape Sociale
L’Ape Sociale è rivolta a: operai dell'industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli edifici; conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni; conciatori di pelli e di pellicce; conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante; conduttori di mezzi pesanti e camion; personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni; addetti all'assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza; insegnanti della scuola dell'infanzia ed educatori degli asili nido; facchini, addetti allo spostamento merci ed assimilati; personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia; operatori ecologici ed altri raccoglitori e separatori di rifiuti.

-
Serve una pausa di riflessione, suggerisce la Uil (Barbagallo), che invita a gestire le differenze e giungere ad una sintesi, tuttavia difficile da raggiungere perché la Camusso ritiene che la differenza tra le richieste e gli impegni governativi sia grande e sarà difficile giungere ad una intesa a queste condizioni. Da qui la scelta di scendere in piazza, con il rischio di creare una frattura clamorosa a livello sindacale su un fronte tanto delicato e sensibile per tutte le categorie dei lavoratori!
L’appuntamento di domani, per il governo Gentiloni, sarà la prova del fuoco ed il Premier conta su un suo intervento – che potrebbe essere decisivo – per ridurre le distanze, ma soprattutto, in caso di esito positivo, stoppare le mille pretese dei vari gruppi politici su tutta la Manovra e che aspettano gli esiti del terzo incontro in 20 giorni tra Esecutivo e Sindacati, per sferrare un affondo al Governo, già programmato da tempo con un diluvio isterico e disordinato di emendamenti, nonostante il prudente Premier e senza atteggiamenti da kamikaze, finora abbia messo le cose a posto ad una ad una senza scorribande e, soprattutto, assicurando l’ordine nelle “cose” politiche. (c.c.)
-
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3538-asl-aumentano-i-no

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-20/11/2017-06:00-3538
--

ASL, aumentano i “no”

-
Lettera alla Ministra Fedeli firmata da 50 docenti // Gli Stati Generali possono essere un’occasione per riflettere e delineare adeguate modifiche
-

Mentre la Ministra Valeria Fedeli, in videoconferenza da Roma, nel corso del collegamento con il Salone degli Orientamenti di Genova (leggi: http://www.ceripnews.it/in_evidenza.htm#node-3426-its-finanziamenti ), parla di finanziamenti per 140 milioni di euro per l’Alternanza Scuola Lavoro, si allarga il fronte dei contestatari alla ASL, soprattutto nei licei.
L’ultimo, in ordine di tempo (ma le proteste sono diffuse in tutta Italia sia nei licei che negli IP e IT), è il liceo “Galileo Ferraris” di Torino che, a firma di 50 docenti finora, ha scritto al Miur sottolineando che “al momento troppe e tanti genitori che ci hanno segnalato le loro preoccupazioni nei confronti di questo ‘esperimento’ che porta più danni che benefici: i figli ci dicono che hanno meno tempo per studiare e svolgono attività che non sembrano interessargli molto”.
Insomma, le 200 ore nei licei e le 400 ore di ASL negli istituti professionali e tecnici, sembrano messi alla gogna e preoccupa anche il fatto  che il Miur abbia previsto per la prossima Maturità di eliminare la tesina multidisciplinare, la cui presentazione ha sempre fatto da incipit al colloquio orale, per sostituirla con una relazione sull’esperienza di ASL, che se è stata fallimentare ed i ragazzi sono sinceri, sarà interessante – se non divertente – scoprirne delle belle! E forse si sta dando troppo peso a questo strumento, anche alla luce del fatto che da esso dipendono ben 40 dei 100 crediti che i ragazzi ottengono agli esami di Stato.
I docenti firmatari della lettera del “Galileo Ferraris” lamentano anche che alcuni ragazzi per rincorrere i crediti concessi da queste ore di ASL, spesso inefficaci, hanno smesso di studiare musica, di fare attività sportiva anche agonistica, ma soprattutto hanno smesso di studiare per gli esami e per la formazione in vista dell’iscrizione all’università.
Presa di posizione politica? Affatto, solo esternazione di un disagio collettivo: il progetto non deve essere eliminato, ma solo modificato con il buon senso. Gli Stati Generali, fissati per il 16 dicembre prossimo (leggi: http://www.ceripnews.it/in_evidenza.htm#node-3391-alternanza-scuola-lavoro ), invece di essere una passerella, forse anche pre-elettorale, possono diventare un’occasione per riflettere e delineare le adeguate modifiche al progetto. Sempre che ci sia tempo e, soprattutto, sempre che si voglia farlo veramente! (ninni bonacasa)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3537-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-20/11/2017-06:00-3532-3537
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Conti e proposte sul contratto scuola // Manifestazioni e sit-in degli studenti nella “Giornata internazionale” del 17 novembre // Refezione ad alto rischio // La Ministra sotto accusa // Miur, organici a.s. 2017/2018 // Le novità per la scuola nella Legge di Bilancio e nel decreto Fiscale
-

Conti e proposte sul contratto scuola
Azzardate ipotesi per portare più soldi nello stipendio
Il nuovo contratto per il personale della scuola italiana potrebbe essere, in linea teorica, più cospicuo se agli 80 euro del Bonus Renzi e gli 85 lordi in media al mese promessi, si potessero sommare anche i fondi per il merito e la card del docente (pur restando finalizzata), che significherebbe spostare circa mezzo miliardo in più sul budget salariale. A questa ipotesi di lavoro proposta dalle OO.SS.,ovviamente il PD e il Governo non ci stanno perché significherebbe scardinare la legge 107/2015. Però c’è da riflettere tutti assieme, perché a parte il gettito mensile aumentato, ci sarebbero vantaggi soprattutto sulla tredicesima e sulla pensione.
Non ci sta agli accordi passati o prossimi l’Anief che invita il personale della scuola a diffidare Governo e il Miur per l’Indennità di Vacanza Contrattuale (IVC), da recuperare dal 2015, pari € 3.461, un danno calcolato come appresso: -446 nel 2015, -1.238 nel 2016, -1.133 nel 2017 e -644 nel 2018, con un danno complessivo mensili.   
--
Manifestazioni e sit-in degli studenti nella “Giornata internazionale” del 17 novembre
La ricorrenza del 17 novembre, quella dello studente cecoslovacco di Medicina, Jan Oppetal, ucciso nel 1939 dai nazisti durante l’occupazione, atto a cui seguì una violenta repressione con nove studenti e professori giustiziati senza processo, è stata l’occasione per gli studenti per organizzare manifestazioni e sit-in tutta Italia per protestare contro la Legge di Bilancio ritenuta insufficiente, e l’Alternanza scuola lavoro, della quale sia il Miur, sia la Ministra, continuano a nascondere il fallimento.
--
Refezione ad alto rischio
Chiodo finito in un panino e servito in una mensa scolastica a Genova // Il problema: come controllare la somministrazione di tutti i pasti?
Dopo le polemiche dell’anno scorso sulla schiscetta piemontese, lombarda e veneta e quest’anno la fettunta aretina, a Genova scoppia il caso di un chiodo dentro un panino servito alla mensa di una scuola primaria. Tutto il pane è stato prontamente ritirato, il chiodo repertato dalla polizia chiamata sul posto dai commissari alla mensa, ma resta il problema di fondo: come controllare la somministrazione di tutti i pasti? Aperta l’inchiesta della Procura della Repubblica che indagherà a fondo sul fatto, a differenza di tanti altri episodi, sia pure minimali, segnalati di cui – a detta di alcuni genitori – non s’è dato troppo peso, compreso un campione di formaggio che sarebbe stato somministrato regolarmente ma che però sembrava andato a male.
--
La Ministra sotto accusa
Non solo i gay hanno patologie sessuali, disturbi psichici, sono alcolizzati e soggetti a tabagismo!
Secondo il quotidiano “La Verità” di venerdì scorso (ed è l’unico, guarda caso!), la Ministra accusa sbagliando il Progress Test di Medicina e Chirurgia somministrato dal 2° anno per accertare le competenze degli studenti, in cui in un item si chiede agli studenti di stimare la percentuale di gay sulla popolazione. La domanda non sarebbe omofoba, né discriminatoria, “dato che numerosi studi epidemiologia mostrano che i gay sono ad alto rischio per Hiv, disturbi psichici, abusi di alcol e tabagismo ed i dati servono per poterli curare nel modo migliore”, Infine la perla finale: “accettiamo che non abbia la laurea (…) ma giù le mani dalla medicina e dalla formazione medica”. Strano che i soliti “baroni” universitari però non dicano che nel Progress Test (se lo abbiamo letto bene!) non ci sia altra domanda-quiz relativa alle patologie sessuali generalizzate, ai disturbi psichici, all’alcolismo e al tabagismo, come se questa roba fosse solo “privilegio” identificativo dei gay!
--
Miur, organici anno scolastico 2017/2018
L’Ufficio II del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione – Direzione Generale per il Personale scolastico del Miur ha pubblicato la tabella degli organici relativi all’anno scolastico 2017/2018.
Questi i totali in Italia e in Sicilia:
-
TOTALI NAZIONALI ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Istituzioni scolastiche

8.222

C.P.I.A.

127

Istituzioni scolastiche sottodimensionate

356

Istituzioni scolastiche da conferire con incarico a t.i.

7.993

D.S. in organico a.s. 2017/2018

6.792

Reggenze annuali retribuite a.s. 2017/2018

1.748

Incarichi di presidenza a.s. 2017/2018

32

-

TOTALI SICILIANI  ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Istituzioni scolastiche

840

C.P.I.A.

10

Istituzioni scolastiche sottodimensionate

32

Istituzioni scolastiche da conferire con incarico a t.i.

818

D.S. in organico a.s. 2017/2018

753

Reggenze annuali retribuite a.s. 2017/2018

106

Incarichi di presidenza a.s. 2017/2018

9

-
PER LEGGERE E/O SCARICARE LA TABELLA  XLS:  20-11-17-organici-2017-2018
--
Le novità per la scuola nella Legge di Bilancio e nel decreto Fiscale
I provvedimenti per docenti, Ata, dirigenti scolastici e vigilanza minori
Il sito OrizzonteScuola.it ha pubblicato una sintesi delle più importanti novità riguardanti la scuola come previsto dalla Legge di Bilancio e dal Decreto Fiscale, quando i due provvedimenti avranno compito integralmente il loro iter parlamentare.
In breve:
* Viene fissato a 85 euro medi mensili lordi l’incremento stipendiale per il personale della scuola; salvo il rischio della perdita degli 80 euro del c.d. Bonus Renzi dato che il tetto del reddito adesso è stato fissato a 24.600 euro per il godimento intero ed 24.600/26.600 euro per il godimento in forma ridotta;
* Sarà possibile procedere alla nomina degli AA e degli AT a decorrere dal trentesimo giorno di assenza.
* Il concorso per Dsga dovrebbe essere bandito entro il 2018; ad esso potranno accedere i laureati in Giurisprudenza, Scienze politiche, sociali o amministrative, Economia e commercio, i diplomati con laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91, i laureati con laurea magistrale (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della Tabella allegata al D.I. 09/07/2009; possono anche partecipare al concorso gli AA che alla data di entrata in vigore della legge abbiano maturato almeno 3 anni interi di servizio negli ultimi 8 nelle mansioni di Dsga.
* Gli stipendi dei DS vengono incrementati, avviando una c.d. perequazione interna con gli altri dirigenti di comparto (una bufala solare!) con uno stanziamento di 37 mln/euro per il 2018, 41 mln/euro per il 2019 e 96 mln/euro a partire dal 2020.
* Sarà consentita, senza onere per la scuola, l’uscita autonoma degli studenti under 14, previa liberatoria dei genitori; i docenti dell’ultima ora ed i DS non sono più responsabili sulla vigilanza del minore;
* Dal prossimo anno 2019/2020 la verifica degli obblighi vaccinali passa di competenza alle Asl; sarà possibile anticipare tale procedura solo nelle Regioni che hanno istituito l’Anagrafe vaccinale.
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3427-edilizia-scolastica

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-18/11/2017-06:00-NODE-3427
--

Edilizia scolastica, ok a interventi di messa in sicurezza per 1,058 mld

-
Dopo la Conferenza unificata Stato-Regioni il provvedimento prosegue il suo iter
fino alla pubblicazione in G.U.
-

Nella seduta della Conferenza unificata Stato-Regioni, è stato presentato lo schema di decreto firmato dalla Ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli che stanzia 1,058 miliardi di euro da destinare alla messa in sicurezza delle scuole [Risorse recuperate dal maxi Fondo di 46 miliardi gestito dalla Presidenza del Consiglio e istituito dalla Legge di Bilancio, n. 232/2016, art. 1, co. 140]. Ora il decreto prosegue il suo iter fino alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3425-emendamenti-senato

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-17/11/2017-08:00-2ª-EDIZIONE-NODE-3425
--

Emendamenti Senato: ok alunni under 14 a casa senza vigilanza, vaccini con controlli che passano direttamente alle Asl

-
Due emendamenti importanti per la scuola, adesso il secondo passo a Montecitorio
-

La fiducia sul maxi emendamento approvata ieri al Senato con 148 voti favorevoli e 116 contrari consente la possibilità che anche gli alunni con meno di 14 anni possano tornare autonomamente da scuola, previa autorizzazione dei genitori che esonera gli istituti dalla responsabilità “connessa all’obbligo di vigilanza” e i controlli vaccinali passano direttamente alle Asl, che invieranno i certificati, e vengono esentate le segreterie scolastiche.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3422-obblighi-vaccinali

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-17/11/2017-06:00-NODE-3422
--

Obblighi vaccinali, approvato emendamento al Senato

-
Adesso è urgente istituire e far funzionare le anagrafi vaccinali
-

Approvato al Senato l’emendamento che sgrava le scuole degli obblighi legati alle vaccinazioni degli studenti.
Di seguito il testo integrale dell’emendamento.
«Art. 18/bis - Misure indifferibili di semplificazione degli adempimenti vaccinali per l’iscrizione alle istituzioni del sistema nazionale di istruzione, ai servizi educativi per l’infanzia, ai centri di formazione professionale regionale e alle scuole private non paritarie.
1. Nelle sole regioni e province autonome presso le quali sono già state istituite anagrafi vaccinali, le disposizioni di cui all’articolo 3-bis, commi da 1 a 4, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2017, n. 119, sono applicabili a decorrere dall’anno scolastico 2018/2019 e dal calendario dei servizi educativi per l’infanzia e dei corsi per i centri di formazione professionale regionale 2018/2019, nel rispetto delle modalità operative congiuntamente definite dal Ministero della salute e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.
2. Nelle medesime regioni e province autonome, le disposizioni di cui al comma 1 sono applicabili già per l’anno scolastico e il calendario dei servizi educativi per l’infanzia e dei corsi per i centri di formazione professionale regionale in corso, a condizione che il controllo sul rispetto degli adempimenti vaccinali si concluda entro e non oltre il 10 marzo 2018».

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3421-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-17/11/2017-06:00-NODE-3419-3421
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Continua il ko del Miur sulla mobilità // Progress Test, a Medicina e Chirurgia,
viziato di omofobia! // Prescrizione per omessa contribuzione
-

Continua il ko del Miur sulla mobilità
L’Amministrazione prima di stipulare nuovi contratti a t.d., deve utilizzare i docenti di ruolo, anche senza specializzazione, ma che avevano chiesto l’assegnazione provvisoria
Il Giudice del lavoro di Reggio ha ordinato all’USR Campania e all’AT di Napoli di assegnare una docente con titolarità in provincia di Reggio su un posto di sostegno in deroga per tutto il corrente anno scolastico avendo la stessa chiesto l’assegnazione provvisoria. Come è noto, l’Amministrazione prima di stipulare nuovi contratti a tempo determinato, deve utilizzare i docenti di ruolo anche senza specializzazione ma che avevano chiesto l’assegnazione provvisoria.
-
Progress Test, a Medicina e Chirurgia, viziato di omofobia!
Polemica su una domanda, posta ai futuri medici, relativa alla percentuale dell’omosessualità
Che senso ha inserire una domanda sulla percentuale di omosessualità nell’uomo posta nel Progress Test 2017 di Medicina e Chirurgia, dal 2° anno in poi, per valutare i progressi nell'apprendimento?
Nessuna, eppure è stata formulata, scatenando la protesta legittima di Cathy La Torre, esponente di Sinistra Italiana,  vice presidente del Movimento Italiano Transessuali e legale di molte cause a favore di transessuali. Rincara la protesta Marco Grimaldi, segretario piemontese di SI che vuole sapere, anzi lo pretende, se la comunità medica italiana, ritiene l'omosessualità una malattia. Anche la Ministra Valeria Fedeli si è indignata parecchio definendo l’episodio “di una gravità inaudita” ed ha auspicato che la domanda sia eliminata, venga sanzionato il responsabile e soprattutto che le risposte non siano tenute in considerazione.
-
Prescrizione per omessa contribuzione
Circolare INPS n. 169 del 15 novembre 2017
Ė stata pubblicata dall'INPS la circolare n. 169/2017 che apporta modifiche importanti alla precedente circolare n. 94 del 31 maggio 2017 sui termini di prescrizione per l'omessa contribuzione da parte dei datori pubblici. A seguito delle molte criticità sollevate appena pubblicata la circolare, l'INPS ha concordato con il Ministero del Lavoro che la prevista scadenza dei termini fissata al 31 dicembre 2017 viene  spostata di almeno un anno (non prima del 1° gennaio 2019 ).

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3417-decreto-fiscale-fiducia-senato

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-16/11/2017-10:30-2ª-EDIZIONE-NODE-3417
--

Decreto fiscale, voto di fiducia al Senato

-
La prima chiama avrà inizio oggi alle ore 13:00 circa
-

La Ministra Anna Finocchiaro, ha posto la questione di fiducia al maxi emendamento presentato al decreto fiscale in Aula al Senato. La prima chiama avrà inizio alle ore 13:00 circa.
Le novità
* Bollette – Le bollette di tlc e pay tornano mensili,
* Confisca beni – Adeguamento delle misure del cd Codice antimafia alle norme europee per reprimere le condotte corruttive anche da parte dei vertici delle società,
* Equo compenso – L’equo compenso viene esteso a tutti i professionisti e non solo agli avvocati,
* Maxi rottamazione – Si possono rottamare tutte le cartelle degli ultimi 17 anni, dal 2000 al terzo trimestre 2017; sono inclusi anche i contribuenti esclusi dalla prima edizione perché non in regola con le rate dei piani precedenti,
* Mini scudo – Provvedimento a favore dei lavoratori frontalieri o chi ha lavorato all'estero, spostando anche la residenza, potranno sanare depositi rimasti all'estero, compresi gli introiti della vendita degli immobili, versando il 3% forfait,
* Pacchetto sisma – I contributi, oltre che per il Centro Italia, vengono estesi anche per Ischia e per i territori colpiti in passato,
* Straordinari forze di Polizia – Previsto il recupero delle cifre non spese nel 2017 e trasferirle al 2018 per finanziare gli straordinari delle forze di Polizia,
* Sconto fiscale - Ai fuorisede che risiedono ad almeno 100 km di distanza dall'università dove studiano viene concesso uno sconto fiscale; se gli studenti fuorisede risiedono in montagna o in zone disagiate la distanza viene dimezzata a 50 Km,
* Sconti per alimenti a fini medici speciali - Estesa per il 2017 e il 2018 la detrazione già prevista per protesi dentarie e sanitarie alle spese sostenute per alimenti, a esclusione di quelli per i lattanti, da persone affette da malattie metaboliche congenite, ovvero disturbi del metabolismo,
* Spesometro - I contribuenti potranno trasmettere i dati annualmente o semestralmente, semplificando la procedura. Per gli errori commessi nell'invio dei dati delle fatture del primo semestre 2016, sono abolite le sanzioni, purché tali errori siano sanati con un nuovo invio entro febbraio 2018,
* Stalking - Il reato di stalking non sarà più estinguibile esclusivamente con una pena pecuniaria,
* Stretta sul reato di stalking,
* Terapia antidolore (cannabis) a carico del SSN,
* Vigilanza alunni (con meno di 14 anni) che potranno tornare autonomamente da scuola, previa autorizzazione dei genitori che esonera gli istituti dalla responsabilità "connessa all'obbligo di vigilanza".
Salta invece dal decreto la riforma delle agenzie fiscali; la norma sarà ripresentata in manovra.
Non è detto che la procedura del voto di fiducia non venga proposta anche a Montecitorio, in modo da chiudere entro la fine di novembre prossimo, al massimo il 1° dicembre.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3411-eccellenza-fa-acqua

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-16/11/2017-06:00-NODE-3411
--

L’eccellenza … fa acqua!

-
Accade a Corsico (MI) in un ITE certificato da Eduscopio
-

L’eccellenza c’è all’ITE “Falcone-Righi” di Corsico (MI) come certificato da Eduscopio, ma la scuola fa acqua! Battuta a parte, accade che ogni volta che piove la scuola si riempie d’acqua ed ha un’intera ala chiusa dai Vigili del Fuoco perché fatiscente e pericolosa!
E così mentre venivano pubblicati di dati sull’eccellenza delle scuole italiane, tutto il personale della scuola – compreso la DS – piuttosto che gioire, era alle prese con gli stracci per asciugare l’acqua che scendeva copiosa dal soffitto e bagnava mobili, scale, pavimenti, banchi, sedie e cattedre.
Parlare di scuola bella e sicura, in queste condizioni, è davvero il colmo!
A fronte della assoluta mancanza di fondi da parte della Città metropolitana, adesso la DS si è rivolta ai privati per ricevere donazioni e contributi tali da poter ottenere l’autorizzazione ad eseguire i lavori in autonomia.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3410-diplomati-magistrali-in-gae

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-16/11/2017-06:00-NODE-3410
--

Diplomati magistrali in GaE

-
Dopo una dibattuta Adunanza Plenaria, attesa per la decisione del Consiglio di Stato
-

Conclusa l’udienza in Adunanza Plenaria, molto dibattuta fra legali dei ricorrenti e Avvocatura dello Stato, relativa ai ricorsi presentati dai docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 esclusi dal Miur dalla possibilità di inserirsi nelle Graduatorie ad Esaurimento (GaE), adesso si attende la decisione che potrebbe non arriva tanto facilmente, a meno che il CdS non decida di pubblicare nei prossimi giorni il dispositivo adottato (sì/no) rinviando ad altra data la pubblicazione delle motivazioni della decisione.
Come abbiamo già scritto nei giorni scorsi e fino ad ieri (leggi: http://www.ceripnews.it/notizie.htm#node-3399-giorno-della-verità ), è s
contato che in caso di decisione favorevole nei confronti dei ricorrenti, il Miur dovrebbe intervenire anche per i docenti che non hanno proposto ricorso.
In caso di esito negativo la questione potrebbe essere posta all’attenzione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, poiché risulterebbero violati i principi fondamentali del diritto comunitario ma, nelle more, ci sarebbero effetti devastanti con il depennamento di tutti gli iscritti con riserva nelle GaE per la scuola dell’infanzia (circa 30 mila) e per la scuola primaria (altri 30 mila circa).
Il depennamento comporterebbe anche la cancellazione dalla I fascia delle graduatorie per le supplenze e la retrocessione in II fascia tra gli abilitati. Ma c’è di più, per coloro che, grazie all’iscrizione in GaE, sia pure con riserva, sono entrati in ruolo potrebbe esserci l’annullamento del contratto a tempo indeterminato con perdita immediata del posto, in quanto proprio il requisito di iscritto in GaE era condizione essenziale per l’assunzione.
Analogamente, gli iscritti in I fascia per la graduatoria di supplenze, se assunti con contratto a tempo determinato (supplenza annuale o fino al termine delle attività o in supplenze brevi), rischiano concretamente di perdere la supplenza se in II fascia vi sono iscritti con maggior punteggio.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3409-rush-finale-decreto-fiscale

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-16/11/2017-06:00-NODE-3409
--

Rush finale per il decreto fiscale

-
Deroga sulla vigilanza degli alunni al termine delle lezioni, senza più alcun obbligo per le scuole
-

Approderà in Aula al Senato il decreto fiscale con alcune novità di rilievo: tornano mensili le bollette di telefono e pay tv (non più cadenza a 28 giorni), viene introdotta una mini sanatoria per frontalieri (con versamento forfetario del 3%), sconti fisco e fuorisede (per residenza ad almeno 100 km di distanza dall’università, distanza ridotta a 50 km per i residenti in montagna), deroga sulla vigilanza degli alunni al termine delle lezioni (senza più alcun obbligo per le scuole) e maxi rottamazione delle cartelle degli ultimi 17 anni (dal 2000 al 3° trimestre del 2017).

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3408-concorso-irc

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-16/11/2017-06:00-NODE-3408
--

Concorso per IRC

-
Il prossimo incontro previsto entro la fine di questo mese
-

Il Miur sta predisponendo la richiesta di autorizzazione al Mef a bandire il concorso per l'immissione in ruolo degli insegnanti di Religione Cattolica. Il calcolo stimato è di circa 5.000 posti vacanti e disponibili nel triennio anche tenendo conto dei pensionamenti. OO.SS. e Miur hanno convenuto un prossimo incontro entro la fine di questo mese.
Nel prossimo incontro l’Amministrazione fornirà il monitoraggio completo dei vincitori del concorso del 2004 che non sono ancora stati assunti in ruolo.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3399-giorno-della-verità

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-15/11/2017-06:00-NODE-3399
--

Il giorno della verità per le GaE infanzia e primaria

-
Oggi Udienza Plenaria del Consiglio di Stato a Sezioni riunite
-

Oggi, 15 novembre, il Consiglio di Stato a Sezioni riunite deciderà la sorte di migliaia di vecchi diplomati magistrali (circa 30 mila per l’infanzia e altrettanti per la primaria), inseriti con riserva nelle GaE (Graduatorie ad esaurimento) per effetto di diverse sentenze dei Tribunali Amministrativi Regionali.
Si tratta di una decisione molto attesa, ma per conoscere l’esito della decisione bisognerà attendere parecchi giorni e forse anche più di un mese, a meno che i giudici – anche alla luce dell’impatto sociale della decisione – non decidano di divulgare in maniera tempestiva il dispositivo, rimandando ad una successiva pubblicazione le motivazioni.
Scontato che in caso di decisione favorevole nei confronti dei ricorrenti, il Miur dovrebbe intervenire anche per i docenti che non hanno proposto ricorso.
In caso di esito negativo la questione potrebbe essere posta all’attenzione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, poiché risulterebbero violati i principi fondamentali del diritto comunitario ma, nelle more, ci sarebbero effetti devastanti con il depennamento di tutti gli iscritti con riserva nelle GaE per la scuola dell’infanzia (circa 30 mila) e per la scuola primaria (altri 30 mila circa).
Il depennamento comporterebbe anche la cancellazione dalla I fascia delle graduatorie per le supplenze e la retrocessione in II fascia tra gli abilitati. Ma c’è di più, per coloro che, grazie all’iscrizione in GaE, sia pure con riserva, sono entrati in ruolo potrebbe esserci l’annullamento del contratto a tempo indeterminato con perdita immediata del posto, in quanto proprio il requisito di iscritto in GaE era condizione essenziale per l’assunzione.
Analogamente, gli iscritti in I fascia per la graduatoria di supplenze, se assunti con contratto a tempo determinato (supplenza annuale o fino al termine delle attività o in supplenze brevi), rischiano concretamente di perdere la supplenza se in II fascia vi sono iscritti con maggior punteggio.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3398-denuncia-save-the-children

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-15/11/2017-06:00-NODE-3398
--

Denuncia Save the Children: cresce il numero dei bambini in povertà

-
Presentato, in anteprima, l’VIII Atlante dell’infanzia a rischio “Lettera alla scuola”
-

Secondo Save the Children, cresce il numero di bambini in povertà assoluta, 1 su 8 vive è in questa condizione, il 14% in più rispetto all’anno precedente. Non sempre la scuola riesce a colmare le disparità socio-economiche: il tasso di ripetenze è sei volte maggiore nelle scuole che presentano un indice socio-economico e culturale più basso.
I minori in povertà assoluta sono 1.292.000 e la diseguaglianza sociale condiziona il rendimento scolastico, con oltre un quindicenne su quattro bocciato in contesti socio-economici svantaggiati e quasi la metà dei ragazzi in tali condizioni che non raggiunge il livello minimo di competenze in lettura.
L’VIII Atlante dell’infanzia a rischio “Lettera alla scuola” di Save the Children, in uscita nelle librerie il 23 novembre prossimo, propone quest’anno un percorso in sei capitoli attraverso la scuola italiana con l’obiettivo di osservare e ascoltare il nostro sistema scolastico dalla prospettiva degli studenti e, in particolare, di coloro che vivono ai margini rischiando, oggi come cinquant’anni fa, di venire espulsi (anche) dalla scuola.
Una versione multimediale e interattiva è disponibile on line (
www.atlante.savethechildren.it ).

--

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3397-contratto-a-rischio

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-15/11/2017-06:00-NODE-3397
--

Contratto a rischio per l’IVC

-
Il recupero potrebbe risultare un grosso nodo politico
-

Come sentenziato dalla Cassazione (ordinanza del 20-07-2016, n. 14977), l’Indennità di Vacanza Contrattuale (IVC) rappresenta un anticipo del futuro beneficio contrattuale e, in quanto tale, deve essere scomputato dagli aumenti che verranno dal rinnovo del contratto scuola. Poiché il nuovo contratto dovrebbe riguardare il triennio 2016-2018, gli aumenti contrattuali dovrebbero decorrere retroattivamente dal 1° gennaio 2016, in coincidenza temporale con l’avvenuta erogazione della ICV. L’intero periodo della nuova validità del CCNL, a tutto il dicembre 2017, risulta, dunque, già coperta dalla ICV.
Lo afferma la testata TuttoscuolA.com in un articolo pubblicato ieri, precisando che due anni di IVC (il 2016 e il 2017) dovrebbero valere mediamente circa 300 euro complessivi individuali per il milione e 100 mila addetti del comparto scuola (di ruolo e non) interessati al rinnovo contrattuale.
Per ciascun dipendente del comparto quei 300 euro già erogati in anticipo e da scomputare negli aumenti contrattuali possono sembrare poca cosa, ma per un contratto che prevede a regime un aumento medio mensile soltanto di 85 euro, quelle poche centinaia di euro da restituire rischiano di diventare una beffa per un contratto povero che arriva dopo otto anni.
Per il Ministero dell’economia (Mef), invece, quel recupero potrebbe diventare un’occasione ghiotta, perché il recupero vale non meno di 330 milioni complessivi per gli addetti del comparto scuola. Ma c’è di più.
Se passasse per la scuola la sterilizzazione della IVC con conseguente possibilità di cumularla con i benefici contrattuali (superando l’ordinanza della Cassazione), per gli oltre tre milioni di dipendenti pubblici il mancato recupero della IVC peserebbe per oltre un miliardo per le casse del Tesoro, il Mef potrebbe non rimanere a guardare e l’IVC potrebbe diventare da subito materia di scontro politico-sindacale.
Se poi si pensasse anche di recuperare l’IVC del periodo 2010-2015, pari a 69 mesi di indennità erogata come parziale anticipo di un beneficio contrattuale che non arriverà mai, il nodo politico-sindacale potrebbe degenerare in uno scontro. Uno scontro che, a ridosso delle elezioni e stante la palese ingiustizia dell’eventuale recupero, peserebbe negativamente sulla maggioranza di Governo,
Previsione? Al tavolo della trattativa negoziale i sindacati chiederanno la cumulabilità della IVC con i magri benefici contrattuali.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3396-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-15/11/2017-06:00-NODE-3392-3396
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Vigilanza alunni, primo ok dal Senato // Dispersione scolastica, fenomeno in calo,
resta divario Nord-Sud // Il Bonus della discordia // CdS: mobilità con lo stesso punteggio nelle paritarie // Violenza su minori // Pil terzo trimestre: +0,5% , +1,8% su base annua
-

Vigilanza alunni, primo ok dal Senato
Via libera dal Senato per l’uscita autonoma da scuola degli alunni under 14, previa autorizzazione dei genitori, senza che le colpe di eventuali incidenti nel percorso per tornare a casa ricadano su dirigenti ed insegnanti dell’ultima ora di lezione.
Il parere espresso dalla Commissione Bilancio del Senato, prevede l’autorizzazione dei genitori alla scuola, con esonero dalla responsabilità degli istituti connessa all’obbligo di vigilanza e nell’emendamento approvato si indicano anche le modalità di esenzione dalla responsabilità in caso di servizi di utilizzo, da parte degli allievi a fine lezione, degli scuolabus.
Anche la Ministra Valeria Fedeli aveva espresso parere favorevole all’emendamento.
-
Dispersione scolastica, fenomeno in calo, resta divario Nord-Sud
Il fenomeno della dispersione scolastica è in calo, ma resta il divario fra Nord e Sud sia nella scuola secondaria di I che di II grado. I maschi sono più coinvolti delle femmine, così come percentuali più alte si registrano fra studentesse e studenti di cittadinanza non italiana che non sono nati in Italia.
Questo il quadro che emerge sulla dispersione scolastica dalla pubblicazione curata dall’Ufficio Statistica e Studi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che è da oggi disponibile all’indirizzo: 
http://www.miur.gov.it/web/guest/pubblicazioni .
L’indicatore  Early Leaving from Education and Training (ELET) utilizzato nel nostro Paese per confrontarsi con gli altri Paesi europei mostra un miglioramento  attestandosi, per l’anno 2016, al 13,8%. Nel 2006 era al 20,8%.
L’Italia, dunque, si avvicina all’obiettivo Europa 2020, al raggiungimento del livello del 10%; tuttavia il dettaglio regionale evidenzia il divario fra Nord e Sud con Sicilia, Campania, Sardegna, Puglia, Calabria, sopra la media nazionale della dispersione.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL FILE:  15-11-17-dispersione.docx
-
Il Bonus della discordia
In un Istituto Tecnico di Modena i professori sono venuti alle mani per l’attribuzione del Bonus legato al merito, ma soprattutto per le differenze sostanziali tra i “premiati”: ad alcuni mille euro, ad altri appena cinquecento! Insomma una graduatoria sulle competenze, nonostante questi rapporti a scalare siano stati concordati con una commissione interna di docenti. In verità la legge impone criteri entro cui muoversi per determinare l’attribuzione (qualità dell’insegnamento, miglioramento della scuola, successo formativo e scolastico degli alunni, risultati ottenuti da ciascun docente in termini di potenziamento delle competenze e dell’innovazione didattica, responsabilità formative), ma ciò non è bastato ai prof penalizzati per gridare all’ingiustizia. Per non parlare della privacy più o meno violata in fase di rendicontazione alle Rsu e alla pubblicazione dei prospetti contabili.
-
CdS: mobilità con lo stesso punteggio nelle paritarie
Il Consiglio di Stato ha sospeso l’O.M. sulla mobilità dei docenti accogliendo un ricorso presentato a Palazzo Spada da parte di alcuni docenti ai quali non era stato riconosciuto pari punteggio conseguito con l’insegnamento nelle scuole paritarie. Per il CdS le tabelle di valutazione previste dall’O.M. 2016 “sono illegittime e vanno sospese (…) nella parte in cui prevedono l’attribuzione di 3 punti per ciascun anno di servizio pre-ruolo prestato solo nelle scuole statali e parificate, escludendo il servizio svolto nelle scuole paritarie”. Per i giudici di Palazzo Spada “la differente valutazione è in contrasto con il principio di parità di trattamento tra due categorie di istituzioni scolastiche, stabilito dalla legislazione statale”. Si tratta di una sentenza unica nel suo genere, che permetterà benefici notevoli agli insegnanti siciliani in servizio fuori sede. Scontato che adesso pioveranno i ricorsi davanti ai giudici del lavoro.
-
Violenza su minori
Due maestre di una scuola primaria di Piacenza sono state arrestate dalla polizia municipale con l'accusa di maltrattamenti su minori. Gli episodi di violenza e umiliazione nei confronti dei bambini di una terza elementare sono stati ripresi dalle telecamere nascoste in aula. Si tratterebbe di umiliazioni fisiche e psicologiche su alcuni bambini di 8 anni, tra i quali anche un bimbo autistico.
L'arresto è stato convalidato e le due donne sono ai domiciliari.
-

Pil terzo trimestre: +0,5% , +1,8% su base annua
Il Pil italiano nel 3° trimestre di quest’anno è aumentato dello 0,5% rispetto al trimestre precedente e dell'1,8% su base annua. Lo rileva l'Istat nella stima preliminare sul Prodotto interno lordo. Non solo, il dato tendenziale, pari al +1,8%, risulta il più alto dal secondo trimestre del 2011, ovvero da oltre 6 anni. Occorre precisare, tuttavia, che i dati dell'Istat sono corretti per gli effetti di calendario, mentre la stima del Governo è su dati grezzi.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3383-previdenza

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-14/11/2017-06:00-NODE-3383
--

Previdenza,  decisione rinviata

-
Sabato prossimo l’incontro finale tra Governo e Sindacati
-

Il Governo ha proposto ai Sindacati interventi sulla previdenza  per un costo complessivo di 300 milioni. Tra le ipotesi l’esenzione dall'aumento a 67 anni per 15 categorie di lavori gravosi e la revisione del meccanismo di calcolo per l'adeguamento dell'età alla speranza di vita.
La Cgil non ci sta e la leader Susanna Camusso, ritiene le proposte insufficienti e non preludono ad una facile soluzione, Cisl e Uil sembrano più possibilisti, ma affermano che anche per loro ci sono molte cose da cambiare, offrendo al Governo la chance di sabato per venire incontro alle proposte sindacali.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3380-gae-infanzia-primaria

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-14/11/2017-06:00-NODE-3380
--

GaE infanzia e primaria

-
Domani il giorno della verità con l’udienza al Consiglio di Stato
-

Domani, 15 novembre, il Consiglio di Stato a sezioni riunite deciderà la sorte di migliaia di vecchi diplomati magistrali (circa 30 mila per l’infanzia e altrettanti per la primaria), inseriti con riserva nelle GaE (Graduatorie ad esaurimento) per effetto di diverse sentenze dei Tribunali Amministrativi Regionali.
Ne dà ampio resoconto la testata on line TuttoscuolA.com con un lungo resoconto non privo di note puntua che danno la portata della situazione dei precari in Italia (leggi:  https://www.tuttoscuola.com/gae-infanzia-primaria1-15-novembre-dentro/ ).
Se la sentenza dei magistrati di Palazzo Spada a Roma sarà favorevole, scrive la Testata già citata, tutti quei docenti  rimarranno iscritti nelle GaE e gradualmente potranno anche entrare in ruolo, ma ci vorranno in tutto circa 41 anni di attesa per i docenti dell’infanzia e 14 anni per quelli della primaria, almeno secondo le stime di TuttoscuolA.com.
La Testata precisa anche che nell’agosto scorso risultavano iscritti complessivamente 67.622 docenti nelle GaE dell’infanzia e 57.369 in quelle della primaria, ma moltissimi di loro (circa 60 mila in tutto) sono stati iscritti con riserva in GaE a seguito di varie sentenze favorevoli, grazie, in moltissimi casi, al semplice possesso del diploma, conseguito entro il 2001-2002 e considerato abilitante a tutti gli effetti.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3379-istruzione-0-6-anni

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-14/11/2017-06:00-NODE-3379
--

Istruzione 0-6 anni, alla Sicilia solo 13 milioni

-
Pistorino (Flc Cgil): “Così impossibile ridurre il gap con altre regioni”
-

Lo scorso 2 novembre in Conferenza Unificata Stato – Regioni è stata siglata l’intesa per la presentazione del Piano pluriennale di azione nazionale per la promozione del Sistema integrato di educazione e di istruzione per i bambini in età compresa dalla nascita sino ai 6 anni.
Il Piano, di durata triennale – scrive Andrea Carlino sulla testata “La Tecnica della Scuola” ” (leggi: https://www.tecnicadellascuola.it/istruzione-0-6-anni-la-sicilia-protesta), prevede l’assegnazione alle Regioni di 209 milioni di euro, che vengono erogati dal Miur direttamente ai Comuni beneficiari, in forma singola o associata, per finanziare interventi in materia di edilizia scolastica, sia con nuove costruzioni che con azioni di ristrutturazione, restauro, riqualificazione, messa in sicurezza e risparmio energetico di stabili di proprietà delle amministrazioni locali.
A parte i  criteri di ripartizione del Fondo – ampiamente illustrati e commentati nei nostri articoli precedenti (leggi: http://www.ceripnews.it/la_nota.htm#node-3336-fondi-0-6-precisazione-miur // http://www.ceripnews.it/la_nota.htm#node-33012-asili-torta-divisa-male // http://www.ceripnews.it/la_nota.htm#node-3299-asili-giallo-fondi), la Flc Cgil Sicilia sottolinea che “alla Sicilia sono state assegnate 13.092.402 euro, e che Campania, Calabria, Sardegna e Sicilia, con 36 milioni in totale, ricevono per i servizi da zero a sei anni meno dei 40 milioni della sola Lombardia”. Cifre che, secondo Graziamaria Pistorino, leader siciliana della Flc Cgil, “produrranno ulteriori iniquità nella possibilità di accesso ai medesimi diritti nel nord e nel Sud del paese. Con attribuzioni che non potranno che incrementare un divario tanto più grave perché riguarda i nostri”, come riporta la testata “La Tecnica della Scuola” già citata.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3378-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-14/11/2017-06:00-NODE- 3376-3378
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Novità sul Bonus Docenti // Crescono le lauree on line //
Analisi sul gettito Art Bonus e novità sulla Solidarietà
-

Novità sul Bonus Docenti
Le somme non spese l’anno scorso saranno accreditate entro fino anno
Il Miur ha stabilito che la cifra non spesa della Card del Docente (500 euro/anno) potrà essere utilizzata al massimo entro 2 anni, ma si potrà cumulare con l’importo dell’anno successivo solo per una volta. Gli importi non spesi nell’anno scolastico 201672017 saranno riaccreditati nel borsellino del docente entro quest’anno, ma dovranno essere spesi obbligatoriamente entro il 31 agosto 2018, altrimenti andranno persi.
-
Crescono le lauree on line
Sono 11 le università telematiche riconosciute dal Miur
Le  università telematiche negli ultimi 5 anni sono state protagoniste di un vero e proprio boom, arrivando a sfiorare la quota di 70mila iscritti in totale; non si tratta solo di giovani, ma di adulti alla ricerca di un miglioramento della propria carriera. Non male per le 11 università riconosciute dal Miur che elenchiamo in stretto ordine alfabetico: E-Campus, Gabriele D’Annunzio, Giustino Fortunato, Guglielmo Marconi, Leonardo da Vinci, Mercatorum, Nicolò Cusano, Pegaso, San Raffaele, Uni Nettuno, Unitelma Sapienza.
-
Analisi sul gettito Art Bonus e novità sulla Solidarietà
Donati 200 milioni con l’AB, ma al Sud meno del 2% // Solidarietà: ampliati i benefici fiscali
L’Art Bonus, un’opportunità che da tre anni viene offerta ai mecenati (o quasi) che così beneficiano dello sconto fiscale del 65%, non decolla nel Mezzogiorno! Sui 200 milioni di euro raccolti finora, i monumenti di cui è ricco il Sud d’Italia hanno ricevuto appena 3,8 milioni, meno del 2 per cento. Per quanto riguarda la Solidarietà, dal prossimo mese di gennaio, per effetto dell’art. 83 del D. Lgs n. 117/2017, vengono ampliati di benefici fiscali per le donazioni in denaro e in natura eseguiti dal 1° gennaio prossimo. In particolare, passa dal 26% al 30% la detrazione Irpef per le donazioni delle persone fisiche (che sale al 35% se l’ente beneficiario è un’organizzazione di volontariato). Sarà poi eliminato il tetto di 70mila euro come importo massimo della donazione stabilito finora e valido fino al 31 dicembre 2017. In pratica, le donazioni in denaro e/o natura effettuate da persone fisiche, enti e società, diventeranno deducibili entro il limite del 10% del reddito complessivo dichiarato.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3373-guai-governo

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-13/11/2017-08:00-2ª EDIZIONE-NODE 3373
--

I guai del Governo su fisco, pensioni e manovra

-
Fisco, cosa cambia? // Pensioni, la Cgil annuncia lo sciopero // Manovra verso la fiducia?
-

Fisco - Dovrebbero arrivare oggi le prime risposte sul ddl di Bilancio. Nel primo pomeriggio la Commissione Bilancio del Senato riprenderà a votare sul decreto fiscale, di fatto un anticipo alla manovra. Nelle ultime ore si parla di ridurre le sanzioni per chi non ha versato le tasse, di taglio del superticket che in alcuni Regioni si paga sulle ricette mediche e di una super tassa sulle sigarette.
Pensioni - Ma il vero tema però resta quello delle pensioni ed è difficile che oggi, nell’incontro tra Governo e Sindacati si raggiunga un accordo sulle misure per attutire l’effetto dell’aumento a 67 anni che dovrebbe scattare nel 2019.
Il rischio più grande è che senza un accordo il Governo possa rinviare ogni decisione a dopo le elezioni per evitare situazioni imbarazzanti in Parlamento.
Intanto la Cgil considera strategico l’incontro di oggi e senza mezzi termini ha annunciato che se il Governo non verrà incontro alle richieste delle OO.SS. andrà verso lo sciopero anche da sola dato che la Cisl e la Uil mostrano maggiore apertura verso la proposta di stop solo per i lavori usuranti allargando però la platea dei lavori gravosi ed un allentamento dei requisiti, a cominciare dagli anni richiesti.
Manovra – Per quanto riguarda la legge di Bilancio sappiamo quasi per certo che andrà a finire con il voto di fiducia in entrambe le Camere, dato che la marea di emendamenti presentati in Senato (4 mila) non promettono niente di buono, semmai si farà solo qualche aggiustamento ma senza stravolgere l’impianto della legge di Bilancio.
Una legge ipotecata dalla volontà di scongiurare l’aumento dell’Iva e l’incremento di altre tasse che anche quest’anno non è capace di tagliare gli sprechi nella spesa pubblica, di incrementare seriamente le entrate con una lotta serrata all’evasione fiscale che secondo le stime dello stesso Governo sottrae ogni anno circa 100 miliardi allo Stato, e che non porta nessuna novità di rilievo né sugli evasori, né sulla spending review.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3369-vigilanza-alunni

- -
CERIPNEWS-LA NOTA-XVII-13/11/2017-06:00-NODE 3369
--

Vigilanza alunni, ammissibile l’emendamento Malpezzi
sull’uscita autonoma dei minori di 14 anni dalla scuola

-
Il provvedimento sarà incardinato nel Decreto Fisco di prossima approvazione
-

L’emendamento presentato dalla deputata Simona Malpezzi (PD), che dovrebbe esonerare il personale scolastico dalla responsabilità connessa all’adempimento dell’obbligo di vigilanza, se saranno i genitori a chiederlo, è ammissibile e sarà incardinato nel Decreto Fisco per una rapida approvazione.
Il provvedimento presentato dalla deputata Malpezzi è conseguente alla presa di posizione di tante scuole che a seguito della sentenza della Cassazione che ha condannato per mancata vigilanza una scuola a seguito del decesso di una minore, hanno negato il valore della “liberatoria” rilasciata ad inizio d’anno ed impediscono l’uscita autonoma dei ragazzini fino a 14 anni.
Il testo è semplice e chiaro: “Per favorire l’acquisizione dell’autonomia personale i genitori degli alunni di età inferiore a 14 anni possono autorizzare i figli a percorrere da soli il tragitto scuola casa; gli alunni – al termine dell’orario scolastico – possono quindi uscire da soli da scuola. In questi casi l’autorizzazione della famiglia solleva la scuola e i docenti dalle responsabilità connesse con l’obbligo di vigilanza”.
Resta solo una riserva non tanto legata alla proposta, quanto alle affermazioni del Sottosegretario Gabriele Toccafondi (NCD) che ha affermato, a sua volta, che “l’autorizzazione genitoriale all’uscita autonoma dalla scuola del minore potrà costituire il frutto del confronto responsabile, dell’accordo partecipato, della condivisione di metodologie e obiettivi tra famiglia e scuola, modalità che deve sempre caratterizzare il processo di crescita del minore in ambito scolastico inteso in senso lato.”
Un discorso ondivago e fumoso che getta qualche ombra sulla lapidaria chiarezza del provvedimento Malpezzi che è augurabile non venga toccato neppure di una virgola.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3368-contratto

- -
CERIPNEWS-LA NOTA-XVII-13/11/2017-06:00-NODE 3368
--

Contratto, occasione per riscrivere la Buona Scuola

-
Gli 85 euro non soddisfano Cgil, Cisl, Uil e Snals, per non parlare degli altri!
-

L’appuntamento di sabato 18 novembre di Cgil, Cisl, Uil e Snals (leggi La Notizia  http://www.ceripnews.it/in_evidenza.htm#node-3327-giornata-mobilitazione-scuola  e il Manifesto per la scuola 10-11-17-manifesto già pubblicato giorno 10 novembre u.s.) darà il via alla rivendicazione salariale che tende a superare le concordate 85 euro mensili lorde frutto dell’Accordo del 30 novembre 2016 perché anche se si è salvato il bonus di 80 euro, permangono pesanti disuguaglianze categoriali, i disinvestimenti nella formazione e la riforma della scuola (Legge 107/2015) presenta punte di criticità a cui il Governo non ha posto rimedio e che secondo la Flc Cgil va abrogata del tutto. Più possibilista la Cisl Scuola che è determinata a sedersi al tavolo senza però derogare da alcuni punti fermi che vanno calati nel contratto per ridurre l’impatto della legge sulla Buona Scuola.
Per la Uil Scuola serve uno sblocco della democrazia partecipativa dopo 10 anni di disastri e lo Snals Confsal fa sapere che non ci sta a firmare sugli 85 euro: allo Snals sta bene l’aumento promesso ai Ds, ma chiede un aumento adeguato per tutta la categoria e non trascurando tutto il personale Ata.  

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3367-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS-LA NOTA-XVII-13/11/2017-06:00-NODE 3366-3367
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Dopo la schiscetta spunta la fettunta // Top occupazionale con gli Its
-

Dopo la schiscetta spunta la fettunta
Sinistra Italiana chiede l’istituzione di un Fondo di 1,5 mld/annui per la gratuità della mensa
L’amministrazione comunale di Montevarchi, in provincia di Arezzo, nella bufera per la refezione pubblica negata ai figli dei genitori morosi ai quali viene fornito solo una fetta di pane ed olio con acqua e un frutto invece del pasto completo. Insomma, dopo la schiscetta milanese, torinese e veneta dell’anno scorso, adesso spunta la fettunta aretina!
Tanto è bastato per scatenare le ire della Ministra Valeria Fedeli che ha censurato l’amministrazione comunale affermando che “non si risolvono i problemi di pagamento della mensa danneggiando gli alunni (…), ed è paradossale che di fronte a buchi di bilancio, siano gli studenti a pagare”.
Sulla questione mensa, sul piano politico ed in pieno clima elettorale, si sta muovendo la senatrice di Sinistra Italiana Alessia Petraglia, la quale ha chiesto un Fondo di un miliardo e mezzo di euro annui a cui i Comuni possano attingere, finalizzato alla gratuità totale delle mense nelle scuole adottano il tempo pieno.  
-
Top occupazionale con gli Its
Il tasso di occupazione dei diplomati, in 4 anni, è arrivato all’80% con un incremento del 63% del numero di giovani occupati dal 2013
Secondo i recenti dati forniti dal Miur il numero degli Its (Percorsi di istruzione terziaria non universitaria della durata di 2 e 3 anni con il 30% delle ore di lezione svolto in azienda e il 50% dei docenti provenienti dal mondo delle imprese), è cresciuto dai 66 del 2013 ai 93 di quest’anno, con un balzo esponenziale anche degli studenti che sono passati da 2.268 a circa 9.000. In 4 anni, inoltre, il tasso di occupazione dei diplomati è arrivato all’80% con un incremento del 63% del numero di giovani occupati dal 2013.
La Legge di Bilancio 2018 prevede un aumento di 50 milioni di euro per gli Its, spalmati sul triennio 2018-2020 (+ 5 mln/euro nel 2018, +15 mln/euro nel 2019 e +30 mln/euro nel 2020) per incrementare l’offerta formativa e il numero degli studenti nei percorsi con particolare riguardo per quelli che offrono competenze abilitanti all’utilizzo degli strumenti avanzati di innovazione tecnologica e legati all’industria 4.0.
Alla formazione tecnica 4.0 è stata dedicata, negli anni scorsi, una sperimentazione finanziata con 800 mila euro alla quale hanno aderito tutti e 93 gli Its presenti sul territorio nazionale.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3363-iscrizioni-alunni

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-12/11/2017-06:00-NODE 3363
--

Iscrizioni alunni a.s. 2017/2018

-
Domani sarà emanata la circolare che detta tempi e modalità
-

Domani, lunedì 13 novembre, verrà emanata la C.M. sulle prossime iscrizioni degli alunni alle scuole dell’Infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2018/2019.
La circolare riguarda le iscrizioni:
* alle sezioni di scuola dell’infanzia
* al 1° anno per tutti gli altri ordini e gradi di scuola
* al 1° anno dei percorsi di istruzione e formazione professionale
* al terzo anno dei licei artistici e degli istituti tecnici e professionali
* ai percorsi di specializzazione per enotecnico.
Per le iscrizioni alle classi successive e quelle degli alunni ripetenti provvedono d’ufficio le singole istituzioni scolastiche.
Le scadenze
* Le domande possono essere presentate dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018, ad eccezione di quelle relative all’iscrizione ai corsi di istruzione per adulti (CPIA), su cui verrà successivamente emanata una specifica nota.
Le iscrizioni avvengono solo per via telematica previa registrazione sul sito www.iscrizioni.istruzione.it che deve essere effettuata da un genitore o da chi esercita la potestà genitoriale. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) ovvero una password utile per tutti i sistemi legati alla P.A. non deve fare la registrazione e può accedere al servizio.
Eduscopio
Per chi ne vuole sapere di più sulle scuole superiori è on line l'edizione 2017/2018 di Eduscopio (www.eduscopio.it) della Fondazione Agnelli, con i dati aggiornati sulle scuole superiori che meglio preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma.
Come abbiamo scritto giorno 11 novembre scorso (leggi: http://www.ceripnews.it/in_evidenza.htm#node-3345-iscrizioni-alunni ), si tratta della quarta edizione del portale che offre gratuitamente agli studenti e alle loro famiglie informazioni oggettive e comparabili sulla qualità dei percorsi di istruzione secondaria di II grado di tutta Italia: una risorsa preziosa nel momento della scelta della scuola superiore da frequentare dopo le medie.
Nell’indagine della Fondazione sono stati analizzati un milione e centomila diplomati nei tre successivi anni scolastici, dal 2012 al 2014, in oltre 6 mila istituti superiori italiani e nel 2017, sia nei loro esiti universitari (per quanto riguarda i licei) sia in quelli lavorativi (per istituti tecnici e professionali), studiati per la prima volta in tutte le regioni d’Italia.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3350-riforma-madia

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-11/11/2017-06:00-NODE 3350
--

Riforma Madia, manutenzione senza retromarce!

-
Boccia (Confindustria): “Bisogna evitare che chi arriverà dopo la smonti senza tenere conto
che il suo valore sta nel fare le cose nell’interesse del Paese”
-

Al convegno sul bilancio della riforma Madia, tenutosi giovedì scorso alla Luiss e coordinato da Bernardo Mattarella, docente di Diritto amministrativo che quando si è costruito il nuovo assetto della P.A. era capo dell’Ufficio legislativo del Ministero della Pubblica Amministrazione, s’è affermato un principio che ha fatto gongolare la Ministra Marianna Madia: monitorare per valutare e dove cambiare, ma nessuna marcia indietro!
Lo ha affermato Paola Severino, rettore della Luiss, nel saluto di apertura, e lo ha ribadito la stessa Ministra. Le hanno dato man forte il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia individuando “il valore della riforma nella capacità di confronto e nel pragmatismo” e la Ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, la quale ha sottolineato “il ruolo della legge delega che esalta il ruolo di co-legislazione tra Governo e Parlamento grazie ai decreti attuativi e ai relativi pareri che le Camera sono chiamate a dare”.
Anche il presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, ha detto la sua, affermando che attraverso la riforma Madia “il Consiglio si è autoriformato: per i pareri sono state istituite commissioni speciali che hanno lavorato nel segno della tempestività della valutazione dell’impatto, dell’ascolto degli interessati, della fattibilità delle nuove norme, del loro monitoraggio. Perché il vero inizio di una riforma è quando viene varata la legge”.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3349-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-11/11/2017-06:00-NODE 3346-3349
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Precari della scuola con aspettative in conflitto! // Svolta vaccini dal prossimo anno e forse anche prima // Scuola, al Miur il nuovo Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’intercultura // Bruxelles rivede al rialzo il Pil italiano
-

Precari della scuola con aspettative in conflitto!
Secco “no” del PD alla richiesta di bloccare i prossimi concorsi a cattedra
I docenti che hanno proposto al Miur di non bandire i concorsi fino a quando non si saranno esaurite le graduatorie vigenti, hanno ricevuto una categorica risposta negativa da parte dell’Onorevole Simona Malpezzi, responsabile del Dipartimento scuola del PD, che ha precisato che i prossimi concorsi – già ampiamente annunciati dalla Ministra Valeria Fedeli – si bandiranno solo per le classi di concorso in sofferenza e dove c’è effettivo fabbisogno. “Dire non fare i concorsi – ha affermato la Malpezzi - sarebbe discriminatorio nei confronti dei docenti di II e III fascia ed escludente per i docenti più giovani”.
 --
Svolta vaccini dal prossimo anno e forse anche prima
Emendamento del Governo al decreto fiscale all’esame della Commissione Bilancio del Senato
Dal prossimo anno scolastico le scuole potrebbero inviare i dati anagrafici alle ASL, anticipando di un anno la procedura, ma l’anticipo potrebbe partire addirittura in questo anno scolastico, a condizione che il controllo sul rispetto degli obblighi si concluda entro il 10 marzo 2018. Lo prevede un emendamento del Governo al decreto fiscale, all’esame della Commissione Bilancio del Senato. Se l’emendamento andrà in porto dall’anno scolastico 2018/2019, le scuole dovranno comunicare alle ASL solo l’elenco degli studenti minori di 16 anni e sarà cura delle Aziende verificare l’assolvimento dell’obbligo o eventuali casi di esonero e restituire agli istituti l’elenco degli alunni non in regola. L’anticipo, ovviamente, varrà solo per le regioni che hanno istituito l’anagrafe vaccinale, per le altre la procedura parte dall’anno scolastico successivo.
--
Scuola, al Miur il nuovo Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri
e per l’intercultura
Partecipano al tavolo le associazioni delle giovani e dei giovani di cittadinanza non italiana
Si è riunito al Miur il nuovo Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’intercultura. Rispetto al precedente Osservatorio nazionale istituito nel 2014, il nuovo organismo è stato insediato con una struttura rinnovata ed arricchito di nuove competenze. Tra le innovazioni principali, la partecipazione al tavolo delle associazioni delle giovani e dei giovani di cittadinanza non italiana.
Partecipano inoltre all’Osservatorio: tutte le Direzioni Generali del Ministero con competenze sui temi trattati; Dirigenti scolastici di istituti a forte presenza di alunne e alunni stranieri; Istituti di ricerca e Associazioni nazionali che già collaborano con il Miur su accoglienza e integrazione; rappresentanti di altri Ministeri competenti con i quali sono in corso rilevanti attività progettuali, in particolare attraverso il Fondo Asilo Migrazioni Integrazione che si avvale di fondi europei.
“L’Osservatorio – ha affermato la Ministra Valeria Fedeli - sarà uno strumento importantissimo per costruire un sistema di istruzione e formazione in cui studentesse e studenti, famiglie e comunità con storie diverse possono imparare a conoscere le diversità culturali e religiose, a superare le reciproche diffidenze, a sentirsi responsabili di un futuro comune. Non è un caso che abbiamo voluto inserirlo tra gli strumenti di attuazione del Piano di educazione al rispetto che ho fortemente voluto e che abbiamo presentato nei giorni scorsi a Roma”.
“Un Piano che ci rende orgogliosi: il rispetto delle differenze - conclude la Ministra - è decisivo per contrastare violenze, discriminazioni e comportamenti aggressivi di ogni genere. Comportarsi e relazionarsi nel rispetto degli altri è fondamentale per realizzare quella parità sociale prevista dall’articolo 3 della Costituzione”.
 --
Bruxelles rivede al rialzo il Pil italiano
Quest’anno crescita all’1,5% (invece dello 0,9%); su debito e deficit stime meno positive del Governo
ROMA - Entro la fine di questo mese l’esecutivo comunitario pubblicherà l’attesa opinione sul bilancio italiano 2018, ma non sono previste decisioni ostative da parte di Bruxelles. Secondo le stime che circolano in questi giorni, la Commissione europea prevede una crescita dell’1,5% nel 2017, dell’1,% nel 2018 e dell’1,0% nel 2019.
Rispetto alle stime di primavera, l’esecutivo comunitario si aspetta per quest’anno una crescita superiore alle attese (in maggio stimava la crescita italiana di quest’anno e del prossimo allo 0,9 e all’1,1%), mentre il Mef a settembre prevedeva rispettivamente l’1,5% nel 2017 e l’1,2% nel 2018 e nel 2019.
Interessanti sono i dati sul debito pubblico italiano che la Commissione europea prevede in calo: dal 12,1% del Pil nel 2017, al 10,8% nel 2018 per scendere al 10,0% nel 2019, contro le stime governative che prevedono un debito pubblico rispettivamente al 11,6% nel 2017, al 10,0% nel 2018 e al 127,1% nel 2019.
Il deficit, secondo la Commissione Ue, dovrebbe essere del 2,1% del Pil nel 2017, dell’1,8% nel 2018 e del 2,0% nel 2019 contro le previsioni leggermente ottimistiche del nostro Governo che prevede il 2,1% nel 2017, 1,6% nel 2018 e lo 0,9% nel 2019. (c.c.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3339-scatti

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-10/11/2017-08:00-2ª EDIZIONE-NODE 3339
--

Gli scatti di anzianità non si toccano!

-
Presa di posizione delle OO.SS. Scuola in conferenza stampa
-

Gli scatti di anzianità del personale scolastico non si toccano, sono così preziosi che in questi anni di blocco stipendiale hanno rappresentato l’unica forma di aumento degli stipendi degli insegnanti più bassi d’Europa, dopo Grecia e i Paesi dell’Est.
Lo hanno affermato con forza le OO.SS. Scuola nel corso di una  conferenza stampa tenutasi ieri in un albergo romano nei pressi di Montecitorio, facendo il punto sul rinnovo del contratto legato alla Legge di Bilancio in fase di approvazione al Senato.
Nel corso della carriera, gli scatti d’anzianità portano un aumento che oscilla dai 142 euro al mese fino ai 577 euro (dal 35esimo anno in poi).
Dopo il mai digerito congelamento degli scatti dal 2011 al 2013 (Governo Letta), adesso le OO.SS. tornano alla carica e porranno la questione in sede di confronto per il rinnovo del contratto, sperando di poter recuperare, in tutto o in parte, il danno subito dai lavoratori della scuola.
Ma la questione è solo economica: se i soldi per rinnovare un contratto dignitoso non ci sono e l’Accordo siglato potrà assicurare (se mantenuto, ovviamente!) appena 85 euro lordi in media, assicurando la permanenza del bonus di 80 euro, il Governo dove potrà trovare i soldi per ripristinare lo scatto automatico andato perduto del 2013? Dove trovare almeno 380 milioni di euro più gli altri ancora per coprire oneri/contributi riflessi e pensioni già in godimento da maggiorare?
Ci sarà davvero da ridere quando verrà formalizzata la proposta al tavolo contrattuale!

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -

 

--
node-3335-novità-nella-p-a

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-10/11/2017-06:00-NODE 3335
--

Novità nella P.A.

-
Annunciate modifiche e integrazioni a congedi e permessi
-

La Ministra Mariana Madia ha annunciato novità nella Pubblica Amministrazione: permessi e congedi tra persone dello stesso sesso in applicazione della legge Cirinnà, modifiche alla fruizione dei permessi ex lege 104 e possibile proroga della validità delle graduatorie degli idonei nei concorsi in scadenza quest’anno.
Per quanto riguarda il primo punto, si tratta solo di estendere i benefici di chi convola a nozze anche alle unioni civili delle coppie omosessuali; relativamente al secondo punto, verranno posti paletti per il ricorso ai tre giorni di permesso ex lege 104, con obbligo di pianificare mensilmente le assenze e le domande last minute saranno possibili solo in casi di documentata necessità e comunque la richiesta deve pervenire “non oltre l’inizio dell’orario di lavoro”; ci sarà attenzione anche alle terapie salvavita con tutela e retribuzione piena anche ai giorni di assenza dovuti agli effetti collaterali.
Fra le ipotesi anche le ferie solidali: il lavoratore, su base volontaria ed a titolo gratuito, può cederne una parte ad un altro dipendente in difficoltà; sarà possibile anche la fruizione di permessi ad hoc (fino a 18 ore) per visite specialistiche.
L’ultima novità potrebbe riguardare gli idonei nei concorsi nella P.A. la cui proroga di validità delle graduatorie, che scadono a fine anno, potrebbe essere rinnovata almeno per un altro anno.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3334-concorso-irc

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-10/11/2017-06:00-NODE 3334
--

Concorso IRC, il 14 novembre incontro al Miur

-

Durante l’incontro il Miur dovrebbe fornire i numeri relativi ai docenti ancora presenti
nella graduatoria del concorso del 2004 e non nominati in ruolo

-

Martedì 14 novembre, alle ore 16:00, presso il Miur si svolgerà il terzo incontro richiesto dalla Cisl Scuola dallo Snals Confsal e della Fgu/Snadir al fine di avviare i lavori di predisposizione della procedura assunzionale per gli insegnanti di religione.
Durante l’incontro il Miur dovrebbe fornire i numeri relativi ai docenti ancora presenti nella graduatoria del concorso del 2004 e non nominati in ruolo, nella prospettiva di prorogare la graduatoria del precedente concorso per l’immissione in ruolo anche ipotizzando una “riserva” per coloro con servizio non inferiore a tre anni anche non continuativi, valutando per il requisito le supplenze con durata non inferiore a 180 giorni.
Nel corso dell’incontro si affronterà anche la questione dei contenuti del prossimo concorso che dovrebbe stabilizzare 4.600 docenti con la procedura ante legge 107/2015 ed essere svolto in tempi brevi per arginare la scadenza dei 36 mesi per gli incarichi finora ricevuti.

--

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3333-sciopero-federata

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-10/11/2017-06:00-NODE 3333
--

Sciopero FederATA il 15 dicembre 2017

-
La piattaforma rivendicativa: dal salario alle immissioni in ruolo, al Bonus scuola,
ai passaggi automatici di qualifica, ecc.
-
-

FederATA ha proclamato una giornata di sciopero nazionale per il 15 dicembre p.v. rivendicando:
- la mancata considerazione nella riforma “La Buona Scuola” di tutta la categoria;
- il mancato riconoscimento giuridico ed economico delle mansioni svolte;
- il rinnovo immediato del C.C.N.L;
- l’immissione in ruolo su tutti i posti disponibili e vacanti in organico di diritto;
- la revisione o annullamento dell’accordo che regola lo svolgimento delle funzioni miste, tenendo conto fra l’altro che molti comuni non elargiscono i necessari fondi;
- la revisione dei parametri per le tabelle degli organici con relativo superamento delle attuali regole restrittive;
- la revisione di tutte le attuali Aree o Profili;
- il mancato riconoscimento del Bonus scuola (500 euro) a tutto il personale ATA;
- il passaggio in Area D dei D.S.G.A di tutti gli AA con almeno 24 mesi di servizio nel profilo superiore, con l’istituzione di una relativa graduatoria;
- l’annunciato concorso ordinario dei D.S.G.A., perché gli AA facenti funzioni hanno alle spalle anni di sacrifici, di duro lavoro e soprattutto di speranze;
- il passaggio in area C di tutti gli AA e AT con relativo svuotamento del profilo B;
- il passaggio almeno in area As di tutti i Collaboratori scolastici;
- la soppressione dei commi 332-333-334 della Legge 190 del 23 dicembre 2014 – Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2015) – riguardanti le supplenze brevi e l’organico del personale ATA;
- le pressioni subite dai CS a causa delle diminuzioni di organico e dei divieti di nomina supplenti con aumento dei carichi di lavoro, turni iperflessibili, orario di lavoro spezzato, spostamento da un plesso ad un altro e/o, addirittura, da un comune all’altro, ore di straordinario assegnate d’ufficio;
- il malfunzionamento del sistema SIDI e ad altre molestie burocratiche subite dal personale amministrativo;
- la decurtazione in organico dei posti di CS ed AA in presenza dei Co.co.co;
- il superamento e annullamento delle norme dei servizi esternalizzati per pulizie e sorveglianza e ripristino dell’organico accantonato dei CS;
- l’interpretazione forzata del mansionario dei CS che presuppone che cambino pannolini agli alunni senza una adeguata formazione specialistica per gli alunni in situazione di grave handicap;
- il riconoscimento del profilo di videoterminalista agli AA;
- l’istituzione di un posto di AT in ogni IC.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3332-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-10/11/2017-06:00-NODE 3328-3332
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Carne avariata, alziamo l’asticella dei controlli nelle mense scolastiche // Bambini maltrattati negli asili // Eduscopio 2017/2018 on line // Altolà delle Regioni al decreto
sugli organici docenti //
Selfie hot sul web
-

Carne avariata, alziamo l’asticella dei controlli nelle mense scolastiche
La carne avariata fornita a mense scolastiche, strutture ospedaliere e militari italiane deve fare alzare il livello di guardia per i controlli, soprattutto nelle mense scolastiche. Vero è che le carni sequestrate “non sono risultate tossiche e che sarebbero state nocive per la salute solo nel caso di consumo seriale” come ha affermato il colonnello Erasmo Fondata, comandante dei Carabinieri del Gruppo tutela Salute di Roma in una conferenza stampa, ma è anche vero che, a parte il dolo, bisogna alzare l’asticella della vigilanza nelle mense, soprattutto scolastiche.
Quindi, attenzione ai tempi di elaborazione dei cibi, ai tempi di trasporto e consegna, alle temperature dei contenitori, all’appetibilità delle pietanze (non sempre entusiasmante!), ma stiamo attenti anche alla qualità delle pietanze di tutto quanto viene servito a tavola ai nostri ragazzi!
-
Bambini maltrattati negli asili
I maltrattamenti sui piccoli degli asili nido e della scuola dell’infanzia sono in crescita. Lo denuncia la onlus “La Via dei Colori” che registra ogni giorno in media 13 denunce del genere provenienti da Bari a Busto Arsizio, da Milano a Napoli! Si tratta di maltrattamenti psicologici e fisici: schiaffi, strattoni, insulti, bambini legati con lo scotch e derisi o lasciati senza acqua per un’intera giornata, oppure bambini spinti contro il muro o con le teste sbattute sui banchi, percosse, trascinamenti, calci e pugni dietro la nuca.
-
Eduscopio 2017/2018 on line

È on line l'edizione 2017/18 di Eduscopio (www.eduscopio.it) della Fondazione Agnelli, con i dati aggiornati sulle scuole superiori che meglio preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma. Si tratta della IV edizione del portale che offre gratuitamente agli studenti e alle loro famiglie informazioni oggettive e comparabili sulla qualità dei percorsi di istruzione secondaria di II grado di tutta Italia: una risorsa preziosa nel momento della scelta della scuola superiore da frequentare dopo le medie. Sono stati analizzati un milione e centomila diplomati nei tre successivi anni scolastici, dal 2012 al 2014, in oltre 6mila istituti superiori italiani e nel 2017, sia nei loro esiti universitari (per quanto riguarda i licei) sia in quelli lavorativi (per istituti tecnici e professionali), studiati per la prima volta in tutte le regioni d’Italia. Intanto è tempo di open day per le scuole che nelle giornate programmate presentano le offerte più variegate e più allettanti in vista delle prossime iscrizioni degli alunni: dai corsi sportivi a quelli musicali, alle lingue straniere, ai laboratori di ogni tipo e genere. A gennaio poi parte la fase preparatoria per le iscrizioni che saranno fatte tutte on-line direttamente al sito del Miur, previa registrazione da parte delle famiglie per ottenere le credenziali al fine di accedere all’area riservata. Poi ci sarà la compilazione dei moduli d’iscrizione a scuola, quando saranno aperte le aree. Prossima la circolare ministeriale che detta criteri e tempistica.
-
Altolà delle Regioni al decreto sugli organici docenti

Il Miur ha inviato alla Conferenza unificata Stato-Regioni il decreto sugli organici docenti 2017/2018 e 2018/2019 ma dalla Regioni arriva prontamente un secco “no” perché il Miur non ha  esplicitato i criteri di riparto che appaiono pertanto poco chiari e non condivisibili!
-
Selfie hot sul web
Centinaia di selfie hot di una sessantina di studentesse liceali che avevano creato un contenitore segreto di immagini nude su WhatsApp, sono finite sul Web e quello che doveva essere una chat segreta ha fatto il giro tra i liceali modenesi. Le sessanta protagoniste hanno scoperto così che tutto il loro materiale (foto e video) era stato reso pubblico! Le foto hot saranno presto rimosse dalla Polizia postale, ma intanto qualche studentessa imprudente trema perché ha paura che i genitori, che non sanno nulla, vengano a scoprire il fattaccio.
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3323-sostegno-certificati-fasulli-compravendita-titoli-ata

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-09/11/2017-06:00-NODE 3322-3323
--

Sostegno, con certificati fasulli e compravendita titoli Ata

-
L’indagine sul sostegno è partita l’anno scorso, su denuncia dell’Ambito Territoriale
competente; quella sui titoli Ata fasulli su denuncia della trasmissione “Striscia la notizia”
-
-

Sostegno, con certificati fasulli
L’indagine sul sostegno è partita l’anno scorso, su denuncia dell’Ambito Territoriale competente
Trentatré insegnanti di sostegno calabresi sono stati sospesi dal servizio e indagati dalla Procura di Cosenza per falso in atto pubblico.
Secondo quanto riportato da varie testate giornalistiche cartacee e on line, l’inchiesta condotta dai carabinieri di Cosenza ha accertato che i docenti hanno falsificato i loro diplomi e non sarebbero abilitati all’insegnamento.
L’indagine è partita l’anno scorso, su denuncia dell’Ambito Territoriale competente quando s’è rilevato che la documentazione che riguardava le graduatorie dei docenti abilitati all’insegnamento agli alunni portatori di handicap presentava delle anomalie.

 

Compravendita di titoli
per il bando Ata 2017/2020
Interrogazione di Sinistra Italiana alla Ministra dell’Istruzione dopo la denuncia della trasmissione “Striscia la notizia” 

Sulla vicenda della vendita di titoli per consentire agli aspiranti privi di titolo l’accesso nonché l’incremento del punteggio in maniera illegale per il bando ATA 2017  per il rinnovo delle graduatorie di terza fascia del personale ATA per il triennio scolastico 2017/2020 dopo la denuncia della trasmissione televisiva “Striscia la notizia” del 30 ottobre, i deputati di Sinistra Italiana (SI), primo firmatario il vicepresidente della Commissione Scuola e Cultura di Montecitorio Giancarlo Giordano, hanno presentato un’interrogazione alla Ministra Fedeli per conoscere se il fenomeno denunciato risulti diffuso in tutto il Paese coinvolgendo una vera e propria filiera corruttiva, se e quali iniziative sono state attivate per garantire la correttezza e trasparenza della procedura di accesso alle graduatorie degli anni 2017/2020, e soprattutto quali iniziative intende attivare la Ministra al fine di contrastare il riprodursi di simili iniziative illegali e determinare una classificazione corrispondente ai canoni della correttezza, della trasparenza e della legittimità.


-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3321-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-09/11/2017-06:00-NODE 3316-3321
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Vivi per miracolo! // A scuola lezioni di primo soccorso // Pensioni, le categorie esentate dalla proroga // Dirigenti scolastici e Ria // Mobilitazione Afam, con minaccia di sciopero // Tar Lazio accoglie ricorso degli insegnanti di Geografia
-

Vivi per miracolo!
Crollo in palestra ad Aversa, strage sfiorata
Se ciò che è accaduto alle 13:40 di ieri si fosse verificato qualche ora prima, ci sarebbe stata una strage di studenti presenti nella palestra di dell’I.T. “Volta” di Aversa. A causa del maltempo pannelli, tralicci e pezzi di tetto sono piovuti sul pavimento della palestra. Scontato che verranno accertate le cause e i danni. Intanto l’Istituto è rimasto senza palestra agibile, ma almeno sono vivi tutti gli studenti.

A scuola lezioni di primo soccorso
Presentato al Miur il percorso formativo “Primo soccorso a scuola”: 13 province coinvolte
Gli studenti delle scuole italiane impareranno a salvare una vita, riconoscendo le situazioni di pericolo e le circostanze che richiedono l’intervento di un adulto o dell’ambulanza, apprendendo l’uso di un defibrillatore, come si fa un massaggio cardiaco e anche le manovre antisoffocamento. Il progetto, che partirà in via sperimentale il prossimo febbraio, attua il co. 10 dell’art. 1 della Legge 107/2015.
Ne dà notizia il Miur attraverso un comunicato precisando che l’iniziativa coinvolgerà gli alunni dalla scuola dell’infanzia alle scuole superiori, prevedendo ovviamente per i più piccoli un programma calibrato sulla loro età. Saranno formati anche gli insegnanti e il personale Ata.
Il percorso formativo di "Primo soccorso a scuola" coinvolgerà le scuole di 13 province: Trieste, Padova, Sondrio, Savona, Macerata, Perugia, Pistoia, Latina, Campobasso, Salerno, Taranto, Vibo Valentia, Sassari; per ciascuna di esse saranno selezionate 14 classi per un totale di circa 4.500 studenti, che frequenteranno due mesi di corsi teorici e pratici.
Gli operatori del 118 e del volontariato realizzeranno la formazione nelle scuole insieme agli insegnanti e ai dirigenti scolastici. Un portale ad hoc, con informazioni e materiali didattici, sarà on line già nel prossimo mese di gennaio.    

-
Pensioni, le categorie esentate dalla proroga
La proposta avanzata dal Governo ai Sindacati prevede 15 categorie
Pubblichiamo le 15 categorie salvate dalla proroga dell’età pensionabile a 67 anni in arrivo dal 2019:
1)   Addetti alla concia di pelli e pellicce
2)   Addetti ai servizi di pulizia
3)   Addetti allo spostamento di merci, magazzinieri e facchini
4)   Camionisti o conducenti di mezzi pesanti
5)   Macchinisti e personale viaggiante
6)   Gruisti o chi guida macchinari di perforazione nei cantieri
7)   Infermieri o ostetriche che operano sui turni
8)   Maestre/i di asilo nido e scuola dell’infanzia
9)   Operai edili
10) Operatori ecologici
11) Personale che accudisce i non autosufficienti (badanti)
12) Marittimi (che lavorano sulle navi)
13) Addetti alla pesca (che lavorano sui pescherecci)
14) Operai agricoli (braccianti)
 15) Siderurgici
-
Dirigenti scolastici e Ria
Per il giudice ai fini dell’anzianità vale pure il servizio maturato da docenti
Lo stipendio dei DS deve comprendere l’anzianità maturata da docente come invece fa il Miur! A stabilirlo è stato anche il Tribunale del Lavoro di Roma, con una sentenza attraverso la quale sono stati corrisposti ad un DS della capitale oltre 17.800 euro di arretrati, compreso gli interessi legali e rivalutazione delle singole rate assegnategli. Per il giudice non è giustificata la “disparità di trattamento a seconda della diversa epoca e/o differente di accesso alla dirigenza scolastica”.
-
Mobilitazione Afam, con minaccia di sciopero
Stato di agitazione del personale proclamato da Flc Cgil, Federazione Cisl Università, Federazione Uil Scuola Rua e Fgu-D.to Afam - Unione Artisti Unams
I sindacati Flc Cgil, Federazione Cisl Università, Federazione Uil Scuola Rua e Fgu-D.to Afam - Unione Artisti Unams hanno proclamato lo stato di agitazione della categoria e minacciano lo sciopero se non verranno date risposte concrete alle richieste del sistema dell’alta formazione artistica e musicale è nel disegno di legge di bilancio semplicemente ignorato.
Le OO.SS. proponenti lamentano “
il perdurare di un immobilismo che ha messo il comparto dell’Alta Formazione Artistica e Musicale in perenne stato di emergenza” e che conferma “nella mancata decretazione e nell’esclusione di provvedimenti per l’Afam dalla manovra di bilancio 2018”. Le OO.SS. ribadiscono l’esigenza di:
- completamento del testo e avvio della procedura di approvazione del DPR sulla programmazione, sviluppo e reclutamento nel sistema AFAM, art. 2, L. 508/99;
- la risoluzione della docenza di II Fascia, questione che riproporremo nel prossimo CCNL;
- la messa ad ordinamento del biennio di secondo livello in attuazione L. 228/12;
- la strutturazione della ricerca, accesso alle risorse del piano nazionale 2014/2020;
- l’Atto d’indirizzo all’Aran, in attuazione dell’art. 8 e art. 18 CCNL 2010, indispensabile per la definizione di nuove norme contrattuali sulla mobilità;
- l’emanazione del D.M. che istituisce i Corsi propedeutici come previsto dalla L.107/2015 e dal D. Lgs. 60/17.
-
Tar Lazio accoglie ricorso degli insegnanti di Geografia
Possono insegnarla solo i docenti abilitati nella materia
Con sentenza n. 10289/2017 il Tar del Lazio ha dato ragione ai docenti di Geografia che avevano presentato ricorso per l'annullamento del Decreto Direttoriale n. 414/2016 nella parte in cui ha individuato la confluenza nelle nuove classi di concorso (grazie alla Legge 107/2015) in relazione alla disciplina "Geografia" negli Istituti Tecnici e alla disciplina "Geografia generale ed economica" negli Istituti Tecnici e Professionali, anche delle classi di concorso A050 e A012.
La richiesta degli insegnanti di Geografia, accolta dal Tar Lazio, impone che potranno insegnare la materia soltanto i professori abilitati e non i docenti di Italiano e Scienze specializzati in altre discipline.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3311-contratto-scuola-si-comincia

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-08/11/2017-06:00-NODE 3311
--

Contratto scuola, si comincia

-
OO.SS. convocate all’Aran domani (giovedì 9 novembre, ore 15:00) //
I distinguo:  Anp, sul contratto: Udir, su avvio equiparazione
-

ROMA - Le OO.SS. Flc-Cgil, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals-Confsal, Gilda degli Insegnanti, sono state convocate dall’Aran domani (9 novembre, alle ore 15:00) per l’apertura del Tavolo per l’avvio del contratto della scuola. Il Tavolo non riguarderà solo il contratto scuola, ma anche quello dell’università, della ricerca e dell’AFAM. L’incontro di domani sarà interlocutorio e soltanto nei prossimi mesi, probabilmente nel mese di gennaio, si arriverà al punto nodale, quello economico, ma già da qualche giorno lo Snals-Confsal ha fatto sapere che alle condizioni annunciate non firmerà il contratto. Adesso bisognerà vedere la posizione delle altre OO.SS., pur avendo tutti sottoscritto l’Accordo del novembre 2016, ma qualcuno già considera positivo che almeno si apra il Tavolo negoziale.
Sui rumors di questi giorni tendenti ad evidenziare la sproporzione tra la proposta di 85 euro/lordo/mese in media al personale della scuola ed i circa 400 euro/lordo/mese ai Dirigenti Scolastici, l’Anp evidenzia in una nota (ma non è stata né la prima, né la sola!) che l’aumento è un primo passo verso la perequazione retributiva rispetto a quella di tutti gli altri dirigenti pubblici e in particolare rispetto a quella dei dirigenti dell’Area C (Istruzione – Università – Ricerca), area nella quale i Dirigenti delle scuole sono inquadrati. “La predetta perequazione, attesa da 17 anni, riguarda la retribuzione di posizione – parte fissa, ossia quella spettante ai DS per il profilo e la funzione che ricopre. Pertanto, conclude l’Anp, è totalmente errato mettere a confronto l’aumento di 85 euro per i Docenti con l’incremento destinato ai Dirigenti”.
Ma anche su questa tematica non mancano i mal-di-pancia: secondo alcune associazioni professionali molto distanti dalle posizioni confederali ed autonome (Udir), di soldi, per la verità i DS ne vedranno davvero pochi ed a rate per giunta e parlano di appena 140-160 euro al mese di incremento della parte fissa e di un tracollo della parte variabile. Insomma, una vittoria di Pirro ben lontana dal presunto avvio dell’armonizzazione della retribuzione alla restante dirigenza pubblica! (c.c.)
 

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3310-scuole-innovative

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-08/11/2017-06:00-NODE 3310
--

Scuole Innovative, proclamati i vincitori del concorso

-
Progetti per 51 nuove scuole sostenibili e all’avanguardia, a misura di studente
-

Proclamati i 51 progetti vincitori del bando internazionale #ScuoleInnovative per la costruzione di scuole sostenibili, all’avanguardia, a misura di studente, grazie a un finanziamento di 350 milioni di euro previsto dalla Legge 107/2015.
Ne dà notizia il Miur in un lungo comunicato in cui, fra l’altro, precisa che il concorso di idee - la cui procedura si è svolta on line - era aperto a ingegneri, architetti, singoli o associati, società di ingegneria e società professionali. Alle/ai partecipanti è stato chiesto di immaginare istituti dotati di spazi didattici innovativi, ad alta prestazione energetica, con aree verdi fruibili.
Le nuove scuole saranno veri e propri civic center, punti di riferimento per il quartiere e la città in cui sorgeranno: si tratta di istituti aperti al territorio, i cui ambienti favoriranno la didattica migliore e l’utilizzo di spazi per la cittadinanza.
I progetti vincitori sono disponibili sul sito del Miur all’indirizzo: www.istruzione.it/allegati/2017/vincitori.zip

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3309-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-08/11/2017-06:00-NODE 3306-3309
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Governo distratto sui disabili! // Una vergognosa fumata nera! //
Giornata di mobilitazione degli studenti // Università, stop alle lezioni
-

Governo distratto sui disabili!
Denuncia Anffas: “Nella Legge di Bilancio non c’è nulla per i disabili”
L’Associazione Nazionale Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale Anffas), in una nota, si rammarica che sulla proposta di Legge di Bilancio mancano del tutto gli interventi a favore delle persone con disabilità, registrando anche un arretramento rispetto a quanto previsto negli anni precedenti o addirittura rispetto ad altre situazioni di fragilità.
-
Una vergognosa fumata nera!
Un’altra settimana non “andata a buca” per il Bando del concorso per DS
Nessuna traccia di bando in Gazzetta Ufficiale che dovrebbe dare il via al reclutamento di 2.424 nuovi Dirigenti Scolastici! Sono passati 50 giorni dalla pubblicazione del Regolamento che delineato il nuovo concorso, ma del bando non c’è traccia nonostante le reiterate rassicurazioni della Ministra che, a questo punto, forse starsene zitta davanti (parlamentari e pubblici ascoltatori) e parlare semmai – e secondo noi ci ha perso tempo! – con coloro che le fanno fare così clamorose brutte figure, dando la stura a mille ed una illazioni tutte legittime: mancato DPCM, mancata registrazione della Corte dei Conti, blocco della spesa da parte del MEF, ed altro ancora.
Di una cosa c’è solare certezza: il bando non c’è, nonostante già nel mese di agosto scorso il sottosegretario Gabriele Toccafondi, in Commissione Istruzione alla Camera aveva dato per scontata l’imminente registrazione del Regolamento e del Bando da parte della Corte dei Conti! (n.b.)
 -
Giornata di mobilitazione degli studenti
Promossa dalla Federazione degli Studenti per il 17 novembre prossimo  
La Federazione degli Studenti promuove per il 17 Novembre, Giornata internazionale dello studente, una mobilitazione nazionale rivolta a tutti gli studenti medi per celebrare una data storica, affrontando temi di grande attualità: dalla legge dello Ius Soli temperato, all’alternanza scuola-lavoro, ma anche per chiedere con forza l’estensione dei diritti: dal Diritto alla Cittadinanza, al Diritto allo Studio.
-
Università, stop alle lezioni
Blocco della didattica per venerdì 24 novembre
L’assemblea nazionale per il riscatto dell’università pubblica, che mira non solo allo sblocco degli scatti stipendiali ma anche ad ottenere maggiori investimenti sugli atenei statali, ha proclamato una giornata di blocco della didattica in tutte le università italiane per venerdì 24 novembre, una data non causale perché la mobilitazione punta ad incidere già sulla Legge di Bilancio in discussione in Parlamento.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3301-istat-esenzioni-pensioni

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-07/11/2017-06:00-09:00-12:00-1ª-2ª-3ª EDIZIONE -NODE 3301
--

Istat, sulle esenzioni pensionistiche occorre valutare
anche il “percorso lavorativo individuale”

-
Il presidente Alleva, in audizione al Senato, introduce un ulteriore elemento di analisi /
valutazione prima di decidere // Gli interventi del vicedirettore di Bankitalia e del presidente della Corte dei Conti 
-

Secondo il presidente dell’Istat Giorgio Alleva, in audizione sulla Manovra al Senato, per valutare le 'esenzioni' allo scatto automatico dell'età pensionabile non basta stabilire le categorie, bisogna anche valutare il percorso lavorativo individuale e la durata del lavoro pesante.
La questione sollevata da Alleva esige uno studio analitico accurato per evitare semplificazioni.
A sua volta Confindustria apprezza che il Governo “sia riuscito finora a respingere le richieste in materia di età pensionabile, che avrebbero un impatto significativo sul deficit pubblico".
Il vicedirettore di Bankitalia, Luigi Federico Signorini, in audizione sulla Legge di Bilancio alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato, ha affermato  "la necessità di mantenere, preservare, difendere l'equilibrio pensionistico di lungo periodo è una priorità assoluta”. Signorini non ha escluso “aggiustamenti su singoli casi, ma l'importante è preservare la stabilità complessiva". Quindi, non bisogna fare passi indietro!
Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente della Corte dei Conti, Arturo Martucci di Scarfizzi, il quale ha affermato che bisogna “limitare la platea dei destinatari alle situazioni di effettivo disagio, anche per minimizzare gli ovvi effetti di frammentazione che finiscono per produrre". Il presidente della Corte dei Conti ha anche sottolineato che le misure, come l'Ape social, vanno articolate "nel modo più chiaro possibile per favorirne la celere implementazione".

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3298-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-07/11/2017-06:00-NODE 3295-3298
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Vaccini, ricorso al Tar Lazio della Flc Cgil sulla circolare applicativa della legge // Vigilanza sui minori, la Lega ricorrerà al Consiglio di Stato // Aumenta il dato negativo sulle iscrizioni // Medicina, ricorso collettivo Codacons contro il numero chiuso
-

Vaccini, ricorso al Tar Lazio della Flc Cgil sulla circolare applicativa della legge
La Flc Cgil ha annunciato di aver presentato un ricorso al Tar Lazio contro la circolare Miur n. 1622 del 16/08/2017 applicativa del D.L. n.73/2017, convertito in Legge n. 119/2017. Il motivo dell’impugnazione non riguarda l’obbligo vaccinale ma i compiti di controllo affidati alle istituzioni scolastiche che, a detta del sindacato guidato da Sinopoli, andrebbero “contro la propria funzione che è quella di assicurare l’accesso all’istruzione e ai servizi scolastici”. La Flc Cgil, pertanto, ha chiesto l’annullamento della circolare Miur sui vaccini ritenendola illegittima in quanto applicativa di un decreto istitutivo dell’obbligo di vaccinazione per gli alunni di cui sono evidenti i rilievi di incostituzionalità.
-
Vigilanza sui minori, la Lega ricorrerà al Consiglio di Stato
Se il provvedimento modificativo della vigilanza sui minori all’uscita della scuola dovesse incappare in una riserva di incostituzionalità, la Lega sottoporrà la questione direttamente  alla valutazione del Consiglio di Stato, “per colmare subito il vuoto normativo ed esonerare la scuola da responsabilità che non le competono”. Il parere del Consiglio di Stato, secondo il responsabile scuola della Lega, Mario Pittoni, potrebbe chiarire i dubbi sull’utilizzo della cosiddetta “liberatoria”, ovvero l’autorizzazione dei genitori per il rientro a casa dei figli da soli e la contestuale dichiarazione di esonero da responsabilità dell’amministrazione scolastica per eventuali danni subiti dagli alunni nel tragitto di ritorno.
-
Aumenta il dato negativo sulle iscrizioni
Calo demografico in continuo aumento, soprattutto le regioni del Sud e delle Isole, a cominciare dalla scuola dell’infanzia. Rispetto all’anno scorso, la popolazione scolastica accolta nelle scuole statali è diminuita complessivamente di oltre 60 mila unità, tra decremento nel primo settore e saldo positivo nella scuola secondaria di I e II grado in alcuni Regioni. Campania e Sicilia fanno registrare il record negativo di iscritti nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.
-
Medicina, ricorso collettivo Codacons contro il numero chiuso
Medicina, ricorso collettivo Condacons contro il numero chiuso
Parte in tutta Italia l’iniziativa legale del Codacons contro il numero chiuso presso le facoltà universitarie di Medicina. L’associazione dei consumatori ha pubblicato sul proprio sito www.codacons.it la pagina attraverso la quale tutti i candidati che hanno sostenuto e non superato il test d’ingresso possono contestare il sistema del numero chiuso e far valere il proprio diritto allo studio costituzionalmente riconosciuto. Il Codacons ha deciso di organizzare un ricorso collettivo innanzi al Tar del Lazio contro il numero chiuso di Medicina dato che il Miur ha limitato illegittimamente la partecipazione. Il ricorso va presentato entro 60 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie avvenuta lo scorso 3 ottobre 2017.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3294-esami-di-stato

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-07/11/2017-06:00-NODE 3294
--

Esami di Stato CPIA 1° livello

-
Indicazioni relative all’esame per l’a.s. 2017/2018 C.M. n. 9 del 03/11/2017
-

Il Miur ha diramato la circolare n. 9 del 3 novembre 2017, avente per oggetto: Esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione degli adulti di 1° livello, che fornisce alcune indicazioni relative all’esame per l’anno scolastico 2017/2018.
L’ammissione all’esame di Stato dei frequentanti i CPIA, è disposta dai docenti del Gruppo di livello del consiglio di classe, presieduto dal Dirigente Scolastico, con decisione assunta a maggioranza e sulla base dei criteri stabiliti dal Collegio dei docenti:
- svolgimento corretto del percorso di studio personalizzato (PSP) con frequenza dello stesso per almeno il 70% del monte ore previsto, fermo restando eventuali le deroghe stabilite dal Collegio dei docenti;
- eventuale non ammissione in caso di parziale/mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in uno o più assi culturali;
- giudizio di ammissione in decimi, senza frazioni decimali (fermo restando l’autonomia dei CPIA, viene indicata le seguente corrispondenza: livello Iniziale=6; livello Base=7; livello Intermedio=8; livello Avanzato=9-10);
- individuare l’asse culturale della prima prova scritta (asse dei linguaggi o storico-sociale) e tutte le competenze relative agli assi per le quali sia stato riconosciuto all’adulto la possibilità di esonero dalla frequenza del relativo monte ore;
- individuare, a richiesta dell’adulto, la lingua comunitaria oggetto della seconda prova scritta, tra quelle insegnate nel CPIA;
- disporre, a richiesta dell’adulto, l’esonero dalla seconda prova scritta, qualora, all’esito della procedura prevista dal punto 5.2 delle Linee Guida (CM 36/12), gli siano stati riconosciuti totalmente i crediti relativi alla competenza nella lingua inglese e nella seconda lingua comunitaria.
La non ammissione dell’adulto all’esame va comunicata preventivamente allo studente o alle famiglia (in caso di studenti di età inferiore ai 18 anni), secondo idonee modalità stabilite autonomamente dal CPIA stesso.
Il voto di ammissione all’esame contribuisce alla determinazione del voto finale all’esito dello stesso; per l’ammissione all’esame non è prevista la partecipazione alla Prova Invalsi.
La commissione d’esame, una per ciascun CPIA, è composta da tutti i docenti che insegnano nei gruppi di livello del primo periodo; svolge la funzione di presidente il DS preposto al CPIA, che, in caso di assenza/impedimento/reggenza, è sostituito da un suo collaboratore, individuato ai sensi dell’art. 25, co. 5 del Decreto Legislativo n. 165/2001.
Gli esami si svolgono secondo il calendario fissato dal DS, sentito il Collegio dei docenti; è prevista, in caso di gravi e comprovati  motivi, una sessione d’esame suppletiva che deve concludersi prima dell’inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo.
E’ previsto, per gli adulti che concludono il percorso formativo entro il mese di febbraio, la possibilità di svolgere gli esami entro il 31 marzo successivo, secondo il calendario fissato dal DS, sentito il Collegio dei docenti e sulla base delle indicazioni dell’USR competente per territorio.
L’esame prevede tre prove scritte e una orale:
- prova scritta di italiano;
- prova scritta in lingua straniera;
- prova scritta relativa all’asse matematico;
- colloquio, che inizia con la discussione sulle prove scritte e che è volto a valorizzare il patrimonio professionale e culturale del candidato. A tal fine, il colloquio può riguardare un progetto di vita e di lavoro elaborato dall’adulto nel corso dell’anno.
Le prove d’esame (scritti e colloquio) vanno valutate in decimi, senza frazioni decimali e secondo i criteri definiti dalla commissione. La valutazione delle prove è di competenza delle sottocommissioni.
Il voto finale è determinato dalla media tra voto di ammissione e media voti ottenuti nelle prove d’esame: la sottocommissione determina innanzitutto la media dei voti ottenuti nelle prove, senza applicare arrotondamenti all’unità inferiore o superiore; successivamente procede alla media tra voto di ammissione e media voti delle prove d’esame.  Il voto finale, così calcolato, viene arrotondato all’unità superiore per frazione pari o superiore a 0,5. Il voto finale di ciascun candidato è deliberato dalla commissione su proposta della sottocommissione. Il punteggio minino per superare l’esame è di sei decimi.
La commissione redige, al termine dell’esame, un motivato giudizio complessivo, secondo i criteri definiti in sede di riunione preliminare. Al termine dell’esame, la commissione procede inoltre alla certificazione delle competenze, come da modello allegato alla Circolare.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3286-pensionamenti-soft

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-06/11/2017-06:00-08:00-1ª-2ª EDIZIONE-NODE 3286-3288
--

Pensionamenti soft? Staremo a vedere!

-
Oggi si entra nel merito della questione: allargare la lista dei lavori gravosi ed usuranti,
ma l’intesa Governo-Sindacati sarà difficile // La Fornero attacca sugli sconti pensionistici
-

L’incontro di oggi a Palazzo Chigi tra Governo e Sindacati, al quale seguirà un “vertice” fissato per lunedì 13 novembre prossimo, potrebbe preludere ad una intesa adeguatamente soft per allargare la platea dei pensionati che sarebbero “salvati” dall'innalzamento a 67 anni dell'età di pensione, che scatterà dal 2019, su cui il Governo ha detto stop affermando a chiare leggere che il principio dell’automatismo non si tocca anche se il Decreto Direttoriale (Lavoro-Mef) che certifica l’innalzamento di cinque mesi dell’età pensionabile da 66 anni e 7 mesi a 67 anni nel 2019 per tutti, non è stato ancora definito.
Secondo i Sindacati la lista degli “esentati” dall’età del nuovo pensionamento dovrebbe allungarsi perché sono tanti i lavori gravosi ed usuranti a cui dovrebbe essere riconosciuto il congelamento dell'aumento a 67 anni e nell’elenco potrebbero rientrare le undici categorie di lavori gravosi già individuati all’interno dell’Ape social (dalle maestre degli asili nido e di scuola dell'infanzia agli infermieri, dai muratori ai macchinisti ed ai camionisti, dai minatori agli operatori ecologici, dagli edili agli infermieri, ecc.) a cui aggiungere i siderurgici, i marittimi e gli agricoltori, tutti o in parte. Ma ci sarebbero anche le donne con figli tra i lavoratori che meritano di andare via dal lavoro prima dei 67 anni, solo che non la pensa allo stesso modo il Governo, bensì i sindacati. La proposta è vecchia e se ne parla da tempo (6 mesi per ogni figlio, con un massimo di 2 anni)  e si dovrebbe inserire nella lista delle deroghe, ci saranno anche i lavori “gravosi” e “usuranti".
A parole il Governo si dice disponibile, ma la redazione dell'elenco sarà complessa dato che per ogni posta scatta inevitabile l’aumento del costo pensionistico e sarà davvero duro il confronto tra governo e sindacati.
Intanto spara contro lo stop sull'età pensionabile l'economista torinese ed ex ministro Elsa Fornero, il cui nome è legato alla riforma che porta il suo nome.
Per la Fornero non solo si deve alzare l'età pensionabile, ma anzi si deve fare di più, dato che solo dal 2012 tutte le pensioni sono pro rata calcolate con il metodo contributivo e quindi solo tra 20 anni esse saranno interamente contributive. Solo dopo, afferma categoricamente l'ex ministro, potranno scattare i meccanismi di flessibilità.
-

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3285-stage-incriminato

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-06/11/2017-06:00-NODE 3285
--

Lo stage incriminato e l’intesa Miur-ANPAL sui tutor

-
Dall’ultimo caso dell’alunno spalatore di letame, al problema più generale più volte denunciato // Affondo della Flc Cgil sull’alternanza scuola-lavoro obbligatoria e l’intesa Miur-ANPAL
-

Finisce con un’interrogazione parlamentare presentata da Sinistra Italiana alla Ministra Valeria Fedeli l’ultimo caso dello stage farlocco che riguarda uno studente di Castelfranco Veneto che ha vissuto la sua esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro pulendo le stalle (dalle 08:00 alle 12:00) e spalando letame (dalle 16:00 alle 19:00), anche se sulla carta doveva imparare qualcosa sull’economia agroalimentare veneta!
Questa vicenda fa il paio con quelle denunciate da questa testata in più articoli, con studenti liceali che sono finiti ad arrostire polpette di carne per tutto il tempo dello stage, studenti di istituti alberghieri assegnati ai bar ma che hanno finito per pulire per terra, per poi passare alla pulizia degli enormi frigobar e concludere l’esperienza pulendo le vetrate enormi del locale, ovvero di addetti alla reception negli alberghi che hanno finito per pulire i pavimenti della hall e perfino le stanze!
Ma i tutor dov’erano in tutto questo? Che senso avrà l’ASL anche con i tutor designati se la pratica resterà la stessa, con buona pace della metodologia e della didattica?
Ovviamente se qualche "anima candida" ha qualcosa da ridire, saremo ben lieti di ospitare una nota eventuale. Ovviamente con diritto di replica; ma in questo caso saremo costretti a fare i nomi delle aziende/ditte per così dire "ospitanti" e soprattutto delle scuole che hanno mandato i ragazzi allo sbando e senza alcun controllo tutoriale!
La Flc Cgil più volte ha espresso la propria contrarietà alla deriva imposta dalla legge 107 ed in particolare sull’alternanza, perché da metodologia didattica, utile per approfondire la conoscenza della realtà del territorio e del lavoro e contribuire a trasformarla e migliorarla, s’è trasformata in strumento facilmente orientabile verso prestazioni gratuite e di mero sfruttamento.

La Ministra dell’Istruzione, osserva il sindacato romano di Via Leopoldo Serra, ha più volte condiviso l’opinione che l’ASL sia effettivamente una metodologia, ma invece di attivare processi di ricerca all’interno delle Istituzioni scolastiche sulle modalità di interazione tra i processi educativi e territorio, il Miur ha sottoscritto il 12 ottobre 2017 un Protocollo d’intesa con l’ANPAL, l’Agenzia nazionale politiche attive lavoro, finalizzato a favorire “l’integrazione fra il sistema dell’istruzione e formazione e il mondo del lavoro, mettendo a disposizione delle scuole secondarie di secondo grado dei tutor specializzati.”
L’ANPAL sottolinea come i tutor abbiano la funzione di “facilitatori” in grado di migliorare e implementare l’alternanza scuola lavoro “attraverso la qualificazione delle fasi di progettazione, gestione e monitoraggio dei percorsi”; essi hanno anche il compito di supportare le scuole “nella costruzione di rapporti stabili con il mondo imprenditoriale e nella progettazione di percorsi di integrazione tra studio e lavoro.”
La lettura dell’intero documento – osserva ancora la Flc Cgil – “evidenzia la distanza tra le parole (metodologia didattica) ed una pratica che orienta le scelte non verso il miglioramento dei processi educativi, ma verso processi di mera gestione organizzativa e procedurale, tutti finalizzati a dare una risposta immediata alle richieste del mercato del lavoro. Insomma una scuola che trova il suo orizzonte non nel creare cittadini competenti in grado di affrontare la realtà con autonomia di giudizio e creatività nelle scelte, ma nel preparare lavoratori(?) in possesso di competenze (se va bene) utili alle esigenze momentanee  di questa o quella azienda.”
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3284-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS-NOTIZIE-XVII-06/11/2017-06:00-NODE 3282-3284
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Richiesta di incontro al Miur sul concorso degli Irc // Sindaci: Manovra negativa
e regressiva //
Christmas Jumper Day, il 15 dicembre prossimo
-

Richiesta di incontro al Miur sul concorso degli Irc
Le OO.SS. Scuola e la Fgu/Snadir hanno chiesto un nuovo incontro alla Ministra Valeria Fedeli per affrontare i temi del prossimo concorso destinato agli insegnanti di religione cattolica e per acquisire dati certi sui risultati della verifica avviata dal Miur relativamente al numero dei docenti ancora presenti nella graduatoria del concorso del 2004 perché non nominati in ruolo, nella prospettiva di recuperarli, in qualche modo, per l’immissione in ruolo.
Intanto si presentano le linee del nuovo reclutamento che il Miur vuole bandire con le regole precedenti la Legge 107/2015  e del D.L. n. 59/2017 ed anche la Cei avrebbe già dato l’ok alla procedura concorsuale. I posti, in ragione della quota del 70% (legge 186/2003), ammontano a circa 4.600 cattedre.
Il concorso dovrà essere espletato in tempi brevi al fine di evitare l’attivazione dell’applicazione del comma 131 (divieto di superare i 36 mesi).
 -
Sindaci: Manovra negativa e regressiva
Anci: Svilito l’articolo 5 della Costituzione senza risorse necessarie!
[Fonte ANSA] – Roma, 4 novembre - "La manovra del Governo è assolutamente negativa e regressiva per i Comuni, per loro c'è poco o niente. Gli spazi finanziari per le spese correnti sono insufficienti e a questo punto l'articolo 5 della Costituzione è pura teoria visto che prevede delle competenze senza però riconoscere le risorse necessarie". Lo afferma il delegato Anci alla finanza locale Guido Castelli, ricordando che "mancano anche norme opportune per gli stati di predissesto, che stanno aumentando, dopo una cura da cavallo che negli ultimi 5 anni tra patto di stabilità e taglio delle spese correnti ha comportato un taglio di risorse di circa 11 miliardi di euro". Nonostante il Mef negli ultimi anni abbia liberato spazi per gli investimenti, riconosce Castelli, "sull'andamento dei Comuni continua a pesare il blocco del turnover per le assunzioni, altro elemento che zavorra la spesa per investimenti, che non riparte".
 -
Christmas Jumper Day, il 15 dicembre prossimo
Una giornata in cui tutti gli insegnanti possono promuovere temi legati ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza attraverso attività e laboratori ludici e didattici
Save the Children, ha indetto, per il 15 dicembre prossimo, il Christmas Jumper Day, una giornata in cui tutti gli insegnanti possono promuovere temi legati ai Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza attraverso attività e laboratori ludici e didattici.
Nel 2016 più di 700 scuole hanno partecipato alla prima edizione; quest’anno si spera in una adesione maggiore. Basta iscriversi per ricevere in omaggio un Jumper kit per insegnanti, contenente un manuale ricco di attività e materiali cartacei replicabili per divertirsi con i propri alunni.
Tutti potranno creare un Christmas Jumper team: gli insegnanti potranno unire le proprie conoscenze per decorare le aule, proporre attività creative, tutto per trasmettere un messaggio di solidarietà al tempo stesso divertente.
Seguendo la pagina face book dell’evento https://www.facebook.com/Christmasjumperdayitalia/ è possibile restare aggiornati su tutte le novità e, perché no, condividere con gli altri le attività fatte nella propria scuola.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3278-celebrazione-4-novembre

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//04-11-2017//06:00//NODE 3278
--

Oggi si celebra il 4 novembre del 1918

-
Giorno dell’Unità Nazionale - Giornata delle Forze Armate
-

La giornata del 4 novembre rappresenta l’occasione per sensibilizzare gli studenti sull’importanza della solidarietà, del senso di appartenenza e della dedizione propri di queste donne e uomini in divisa che vegliano sui diritti umani, aiutano i profughi, si interpongono nelle situazioni di tensione.
Lo ricorda l’Amministrazione ricorda che il 4 novembre 1918 è una data importantissima per la storia del Paese, in quanto si celebra la conclusione della Prima Guerra Mondiale, un evento significativo nella storia d’Italia che verrà ricordato come “Giorno dell’Unità Nazionale Giornata delle Forze Armate".

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3277-chiarimenti-carta-docente

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//04-11-2017//06:00//NODE 3277
--

Chiarimenti Miur sulla Carta del Docente

-
Incomprensibile e scarsamente motivato il ritardo di oltre due mesi per procedere al “completamento delle procedure informatiche ed il controllo dei dati amministrativi
e contabili”
-

Il Miur ha pubblicato il seguente laconico messaggio relativo alla Carta del Docente 2017/2018 e alle somme non spese nei precedenti anni scolastici.
Fermo restando che riteniamo incomprensibile e scarsamente motivato il ritardo di oltre due mesi per procedere al “completamento delle procedure informatiche ed il controllo dei dati amministrativi e contabili”, riportiamo di seguito il comunicato:
"””Dal 14 di settembre è stata riattivata la piattaforma per la carta docente. Ciascun insegnante in possesso di una utenza SPID (chi ne è a tutt'oggi ancora sprovvisto può richiederla qui: Come richiedere SPID) potrà accedere da subito al bonus dei 500 euro previsti per questo anno scolastico 2017-2018. Nel frattempo si comunica che, per consentire il completamento delle procedure informatiche ancora in corso per il controllo dei dati amministrativi e contabili delle somme non spese nei precedenti anni scolastici, sarà possibile visualizzare tali importi (o i bonus non validati) a partire dai primi giorni del mese di dicembre, ed utilizzarli durante il corrente anno scolastico. Si sottolinea l'importanza di utilizzare i numeri del contact center solo dopo aver consultato le domande frequenti e le istruzioni. A partire dal 14 di settembre anche gli esercenti potranno validare i buoni e procedere, come di consueto, alla successiva fatturazione. 
I docenti che non sono mai riusciti a registrarsi e che si rivolgono ai diversi canali di assistenza sono invitati a specificare sempre il proprio codice fiscale ed il nome dell’ Identity Provider presso il quale è stata attivata l’utenza SPID.
"””

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3276-istruzione-zero-sei

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//04-11-2017//06:00//NODE 3276
--

Potenziamento dell’istruzione 0-6 anni”

-
Fedeli: “Assegnati alle Regioni 209 milioni che vengono erogati direttamente ai Comuni beneficiari”, De Filippo: “Sistema integrato al via grazie ad accordo in Conferenza Unificata” // Alla Sicilia destinati 13.092.402 euro
-

In Conferenza Unificata Stato-Regioni è stata raggiunta l’intesa per la presentazione del Piano pluriennale di azione nazionale per la promozione del Sistema integrato di educazione e di istruzione per le bambine e per i bambini in età compresa dalla nascita sino ai 6 anni. Per il Miur era presente il Sottosegretario Vito De Filippo.
Il Piano – come dettagliato nel comunicato Miur - prevede l’assegnazione alle Regioni di 209 milioni di euro che vengono erogati dal Miur direttamente ai Comuni beneficiari, in forma singola o associata. Il Piano, di durata triennale, finanzierà interventi in materia di edilizia scolastica, sia con nuove costruzioni che con azioni di ristrutturazione, restauro, riqualificazione, messa in sicurezza e risparmio energetico di stabili di proprietà delle amministrazioni locali. Le risorse sosterranno anche parte delle spese di gestione per l’istruzione 0-6 anni, con lo scopo di incrementare i servizi offerti alle famiglie nonché di ridurre i costi che devono sostenere.
Per l’anno 2017, il Fondo è ripartito tra le Regioni:
- per il 40% in proporzione alla popolazione di età 0-6 anni, in base ai dati Istat;
- per il 50% in proporzione alla percentuale di iscritti ai servizi educativi al 31 dicembre 2015;
- per il 10% in proporzione alla popolazione di età 3-6 anni, non iscritta alla scuola dell’infanzia statale, in modo da garantire un accesso maggiore.
“Con questo Piano – ha dichiarato la Ministra Valeria Fedeli - stiamo garantendo alle bambine e ai bambini pari opportunità di educazione, istruzione, cura, superando disuguaglianze e barriere territoriali, economiche e culturali”.  “Con il via libera in Conferenza Unificata, ha aggiunto il Sottosegretario De Filippo, il Piano di azione nazionale di attuazione del sistema integrato 0-6 anni viene inviato al Consiglio dei Ministri e potrà poi partire concretamente a beneficio delle nuove generazioni e delle famiglie”.
PER LEGGERE E/O SCARICARE LA TABELLA DI RIPARTIZIONE DELLE SOMME ALLE REGIONI:  04-11-17-tabella-0-6

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3272-contratto-scuola

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//03-11-2017//06:00//NODE 3272
--

Contratto scuola, si comincia

-
OO.SS. convocate all’Aran giovedì 9 novembre, alle ore 15:00 //
I distinguo dell’Anp sul contratto
-

ROMA - Le OO.SS. Flc-Cgil, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals-Confsal, Gilda degli Insegnanti, sono state convocate dall’Aran per giovedì 9 novembre, alle ore 15:00 per l’apertura del tavolo per l’avvio del contratto della scuola. Il Tavolo non riguarderà solo il contratto scuola, ma anche quello dell’università, della ricerca e dell’AFAM. L’incontro del 9 novembre sarà interlocutorio e soltanto nei prossimi mesi, probabilmente nel mese di gennaio, si arriverà al punto nodale, quello economico, ma già da qualche giorno lo Snals-Confsal ha fatto sapere che alle condizioni annunciate non firmerà il contratto. Adesso bisognerà vedere la posizione delle altre OO.SS., pur avendo tutti sottoscritto l’Accordo del novembre 2016, ma qualcuno già considera positivo che almeno si apra il Tavolo negoziale.
Sui rumors di questi giorni tendenti ad evidenziare la sproporzione tra la proposta di 85 euro/lordo/mese in media al personale della scuola ed i circa 400 euro/lordo/mese ai Dirigenti Scolastici, l’Anp evidenzia in una nota (ma non è stata né la prima, né la sola!) che l’aumento è un primo passo verso la perequazione retributiva rispetto a quella di tutti gli altri dirigenti pubblici e in particolare rispetto a quella dei dirigenti dell’Area C (Istruzione – Università – Ricerca), area nella quale i Dirigenti delle scuole sono inquadrati. “La predetta perequazione, attesa da 17 anni, riguarda la retribuzione di posizione – parte fissa, ossia quella spettante ai DS per il profilo e la funzione che ricopre. Pertanto, conclude l’Anp, è totalmente errato mettere a confronto l’aumento di 85 euro per i Docenti con l’incremento destinato ai Dirigenti”. (c.c.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3271-flopbuona-scuola

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//03-11-2017//06:00//NODE 3271
--

Il flop della Buona Scuola

-
Gavosto: Nessuna collusione Miur-Sindacato, la colpa è “genetica” nella legge 107/15
-

Il presidente della Fondazione Agnelli, Andrea Gavosto, sul quotidiano “Il Mattino” di ieri (2 novembre 2017), prendendo le distanze da Oscar Giannino che nei giorni scorsi aveva addossato la responsabilità dello sfascio della scuola al Miur che sarebbe “colluso con il sindacato” (sic!), obbietta che invece la colpa è “genetica” nella legge sulla Buona Scuola.
Gavosto porta ad esempio la questione precariato che proprio la legge 107/15 dichiarava di abolirlo e che invece – nonostante quasi 150mila assunzioni – non ha affatto svuotato le graduatorie e le supplenze fioccano anche quest’anno: dalle oltre 100mila dell’anno scorso si è scesi quest’anno a 83mila precari in servizio, un numero comunque molto lontano dall’abolizione del precariato.
L’errore, scrive il presidente della Fondazione Agnelli, è stato determinato “dalle assunzioni ope legis senza tenere conto, per prima cosa, che il modello non ha permesso di verificare le capacità didattiche dei candidati in modo da garantire un miglioramento della qualità dell’insegnamento”; secondo, perché i circa 90mila hanno competenze di diritto, musica, storia dell’arte, mentre oggi mancano i docenti di matematica e materie scientifiche, e quest’anno anche di sostegno.
Altra patologia è la questione del merito: un principio condivisibile che però ha fatto a pugni con la realtà: la costruzione di un premio una tantum destinato (come è accaduto!) a suscitare l’ostilità del corpo docente. Sarebbe stato preferibile – scrive Andrea Gavosto sulla Testata già citata – costruire un percorso di carriera per i docenti, che riconoscesse l’impegno e le capacità dei migliori promuovendoli a funzioni di maggiore responsabilità.
Non tutte le disposizioni della Buona Scuola erano sbagliate, conclude Gavosto, resta però “il disappunto per un’altra occasione perduta di riformare in profondità il nostro sistema scolastico, cercando di affrontare in modo finalmente efficace la questione del lavoro degli insegnanti, senza però sacrificare quello che è il vero tema della scuola italiana oggi: migliorare i livelli di apprendimento degli alunni”.
In conclusione, aggiungiamo noi, si tratta di una legge fatta male, anzi malissimo; tutti se ne sono resi conto, ma nessuno è capace di sconfessarla fino in fondo mettendola da parte! (n.b.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3270-procedure-prove-invalsi

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//03-11-2017//06:00//NODE 3270
--

Le procedure per le prove Invalsi 2018

-
Le date per la scuola primaria e secondaria: dal 3 al 19 maggio
-

Per la scuola primaria le prove Invalsi 2018 si svolgeranno con la somministrazione dei tradizionali fascicoli cartacei e si articoleranno come appresso:
- 3 maggio 2018: prova d’Inglese (V primaria); 
- 9 maggio 2018prova di Italiano (II e V primaria) e prova preliminare di lettura solo dalle classi campione della II primaria;
- 11 maggio 2018: prova di Matematica (II e V primaria).
Le prove Invalsi 2018 CBT in
terza media e le seconde classi delle scuole superiori si svolgono al computer, interamente on line e in più sessioni organizzate autonomamente dalle scuole, a eccezione delle classi campione in cui le prove Invalsi 2018 sono somministrate, sempre CBT, in una data precisa indicata dall’Invalsi, nei primi giorni dell’arco temporale previsto.
Per la scuola secondaria le prove Invalsi 2018 computer based (CBT) si svolgeranno secondo il seguente calendario:
- le classi III della scuola secondaria di primo grado sostengono le prove di Italiano, Matematica e Inglese in un arco di giorni, indicati dall’Invalsi, tra il 04 aprile 2018 e il 21 aprile 2018; 
- le classi II della scuola secondaria di secondo grado sostengono le prove di Italiano e Matematica, comprensive anche del questionario studente, in un arco di giorni, indicati dall’Invalsi, tra il 07 maggio 2018 e il 19 maggio 2018.
Entro il 31 gennaio 2018 l’Invalsi rende disponibile sul proprio sito esempi di prove per la classe V primaria (prova d’Inglese) e di prove CBT per la classe III della scuola secondaria di primo grado (Italiano, Matematica e Inglese) e per la classe II della scuola secondaria di secondo grado (Italiano, Matematica).
Entro il 30 novembre 2017 l’Invalsi invierà:
- alle scuole secondarie di primo grado (classi III) una nota specifica relativamente al trattamento dei dati connessi allo svolgimento della prova Invalsi, che costituisce requisito di ammissione all’esame di Stato e una nota tecnica legata agli aspetti informatici e organizzativi per lo svolgimento delle prove Invalsi 2018; 
- alle scuole secondarie di secondo grado (classi II) una nota tecnica legata agli aspetti informatici e organizzativi per lo svolgimento delle prove Invalsi 2018.
Fermo restando il principio normativo che lo svolgimento delle prove Invalsi è condizione indispensabile per essere ammessi agli esami di Stato, per gli abili disabili giova ricordare che il Consiglio di classe può prevedere adeguate misure compensative o dispensative per lo svolgimento delle medesime e può disporre, nel caso le predette misure non siano sufficienti, specifici adattamenti della prova ovvero disporre l’esonero dalla prova. In caso di esonero, l’alunno diversamente abile viene comunque ammesso all’esame di Stato.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3269-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//03-11-2017//06:00//NODE 3268-3269
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Decalogo “anti bufale” per gli studenti // Ok del Consiglio di Stato
alla Carta dei diritti e dei doveri su Alternanza Scuola-Lavoro
-

Decalogo “anti bufale” per gli studenti
Già inviata nelle scuole la Dichiarazione dei diritti in Internet, per promuovere una corretta educazione civica digitale
Arriva nelle scuole secondarie di primo e secondo rado il “Decalogo anti-bufale”, che coinvolgerà oltre 4,2 milioni di studenti ai quali darà gli “attrezzi” per difendersi dalle fake news.
L’iniziativa – presentata al liceo “Visconti” di Roma dalla Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli e dalla Presidente della Camera Laura Boldrini, è accompagnata dalla campagna social #Bastabufale e fa parte di un più ampio pacchetto di azioni che il Miur sta mettendo in campo sul tema del controllo delle fonti e per l’educazione civica digitale. Fra i partner del progetto ci sono la Rai, la Federazione degli editori (Fieg), Confindustria, e le piattaforme Facebook e Google.
Grazie ad un accordo con la Camera, nelle scuole è già stata inviata la Dichiarazione dei diritti in Internet, per promuovere una corretta educazione civica digitale. Il Miur ha stipulato anche altri accordi-chiave, come quello siglato il 18 ottobre con la Federazione Nazionale della Stampa, che mette al centro la cultura dell’informazione e della correttezza delle fonti, in chiave anche di contrasto all’illegalità.
-
Ok del Consiglio di Stato alla Carta dei diritti e dei doveri su Alternanza Scuola-Lavoro
La Sezione del Consiglio di Stato, confermando le riserve già avanzate dal CSPI, ha posto qualche riserva sul trasporto degli alunni disabili perché il Regolamento non prevede specifiche disposizioni
La Sezione Consultiva per gli Atti Normativi del Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole sullo schema di D.I. relativo alla definizione della “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro.
La Sezione del Consiglio di Stato, confermando le riserve già avanzate dal CSPI, ha posto qualche riserva sul trasporto degli alunni disabili perché il Regolamento non prevede specifiche disposizioni, la ripartizione dei relativi oneri degli studenti con disabilità che partecipano alle attività di alternanza scuola-lavoro. Di conseguenza la Sezione, anche allo scopo di evitare/ridurre eventuale contenzioso, ha invitato l’Amministrazione a colmare tale lacuna normativa prima dell’approvazione definitiva dell’atto normativo.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3263-vigilanza-minori-emedamenti-critiche

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//02-11-2017//06:00//NODE 3263
--

Vigilanza minori, tra emendamenti bipartisan e critiche

-
Le proposte presentate, se non modificate, potrebbero non eliminare alla radice
le riserve attuali ed i rischi connessi
-

ROMA - Puntuali come gli orologi svizzeri (almeno così si diceva una volta!) sono stati presentati gli emendamenti sulla vigilanza dei minori all’uscita dalla scuola, e con essi arrivano le prime critiche.
IL Pd, prima firmataria la responsabile scuola Francesca Puglisi, nell’emendamento presentato scrive che “i genitori possono autorizzare le scuole a consentire l’uscita autonoma dei minori dai locali scolastici al termine delle lezioni, in considerazione dell’età, del grado di autonomia e dello specifico contesto”; successivamente si legge che “il personale scolastico è esonerato dalla responsabilità connessa all’adempimento dell’obbligo di vigilanza”.
A sua volta il Pdp, a firma di Maria Cecilia Guerra, propone “l’autorizzazione annuale in cui si esonera il personale scolastico, ivi compreso quello non docente, da ogni responsabilità civile e penale”.
Il M5S presa visione degli emendamenti contesta il principio di autonomia da accertare previsto dalla Puglisi e in entrambi il fatto che non viene formalmente abolita la vecchia legge che contiene il reato contestato dalla sentenza della Cassazione.
In fase di approvazione, se non si realizza una fusione delle proposte e si prendono anche in considerazione i rilievi avanzati, si corre il rischio che salti tutto, oppure che esca una norma approssimativa e suscettibile di interpretazioni non univoche.
Viene proprio da chiedersi se ci voglia davvero tanto a scrivere poche righe in buona lingua italiana e che soprattutto non lascino spazio a dubbi. In ogni caso, speriamo bene! (c.c.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3262-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//02-11-2017//06:00//NODE 3260-3262
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Permessi per il diritto allo studio anno solare 2018 // Bonus arretrato,
ritardo incomprensibile // Report AlmaLaurea sulla crisi occupazionale
-

Permessi per il diritto allo studio anno solare 2018
Atto unilaterale dell’U.S.R. Sicilia (art.40, co. 3/ter, D. LGS. n. 165/01
Il 15 novembre p.v. scade il termine per la presentazione delle domande per usufruire dei permessi per il diritto allo studio di tutto il personale della scuola.
Le domande devono essere presentate al Dirigente Scolastico della scuola di servizio e devono essere trasmesse a questo Ufficio entro e non oltre il 18/11/2017, complete del timbro e della data di protocollo della scuola.
I permessi sono destinati esclusivamente al personale con contratto a tempo indeterminato ed a quello con contratto stipulato fino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche e sono, quindi, esclusi i supplenti temporanei.
Per completezza di informazione si riporta l’Atto unilaterale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia:  02-11-17-diritto-allo-studio
-
Bonus arretrato, ritardo incomprensibile
Slitta a dicembre la disponibilità delle somme residue non spese l’anno scorso

Solo a dicembre i docenti che non hanno utilizzato tutto il bonus di 500 euro dell’anno  scorso, potranno disporre della somma residua da aggiungere a quella di quest’anno. Quanto promesso per il mese scorso slitta al prossimo, per un incomprensibile e lento completamento delle procedure informatiche e il controllo dei dati amministrativi e contabili.
-
Report AlmaLaurea sulla crisi occupazionale
Situazione critica in Sicilia, che registra il 41,4% di Neet; tirano bene ingegneria e informatica
Secondo la radiografia di AlmaLaurea i laureati magistrali nel 2011 che entro 5 anni hanno trovato lavoro, provengono in gran parte da ingegneria, informatica, scienze economiche e infermieristica; va peggio, ed era scontato da tempo, ai laureati dell’area umanistica e agli psicologi.
Per la Sicilia il quadro non cambia rispetto allo scenario nazionale, anzi va peggio, registrando il 41,4% di Neet (giovani fra i 18 e i 24 anni che non studiano e non cercano lavoro), tuttavia le lauree magistrali indicate sopra danno più facilmente occupazione anche nell’Isola, con punte che vanno dal 66% al 79 per cento.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3259-concorso-docenti

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//02-11-2017//06:00//NODE 3259
--

Concorso docenti, chiarimenti sui CFU

-
Scheda di sintesi elaborata dalla Cisl Scuola Nazionale
-

Il Miur ha diramato la nota prot. n. 29999 sull'acquisizione dei 24 CFU ai sensi dell'art. 5 del D. L.vo 59/2017 e D.M. 616/2017.
La scheda di sintesi, riportata appresso, è stata elaborata dalla Cisl Scuola Nazionale, che ringraziamo per la gentile concessione.
-
CONSEGUIMENTO DEI 24 CFU - Per poter ricevere la certificazione necessaria ai fini del concorso, devono essere acquisiti almeno 6 crediti in almeno tre ambiti dei quattro indicati dal D.Lgs 59/2017. Nel caso in cui vengano riconosciuti validi più di 24 CFU in due dei quattro ambiti previsti, è comunque necessario conseguire almeno 6 crediti in uno degli altri due ambiti rimanenti.
CERTIFICAZIONE UNICA CFU - Il candidato dovrà produrre una certificazione unica sull’assolvimento dell'acquisizione dei 24 CFU rilasciata esclusivamente dall’Istituzione presso la quale gli stessi vengono acquisiti. Nel caso in cui le competenze siano state acquisite in tutto o in parte nel corso del curriculum, la certificazione dovrà comunque essere presentata in un unico documento rilasciato dall’Istituzione che per ultima in ordine di tempo ha erogato l’attività formativa richiesta a prescindere da eventuali convenzioni tra i vari atenei.
CREDITI ACQUISITI NEL TEMPO - Nel caso in cui i crediti siano stati acquisiti nel tempo presso istituzioni diverse, viene chiarito che:
- ogni singola università rilascia attestati riguardanti esclusivamente le attività svolte presso la stessa istituzione comprensive  dei Settori Scientifico Disciplinari (SSD), CFU, votazione finale ed obiettivi formativi e programma affrontato dal candidato;

– in base alle attestazioni di cui sopra,  l’Istituzione dove il candidato completa il percorso formativo,   rilascia apposita  certificazione finale, previa verifica di raggiungimento complessivo degli obiettivi di cui all’art. 3 comma 5 del D.M. 616.
COSTI - I costi di iscrizione, frequenza  e conseguimento del certificato finale dei percorsi formativi non potranno superare il limite di 500 euro previsto dall’art. 4 co. 1 del D.M. 616, salvo i costi dei diritti di segreteria rinviati  ai regolamenti dei singoli atenei.
VALUTAZIONE DEI CREDITI GIÀ CONSEGUITI - Per i candidati che hanno conseguito una Laurea vecchio ordinamento la nota precisa  che:
- un esame semestrale può ritenersi pari a 6 CFU

-
un esame annuale può ritenersi pari a 12 CFU.
L’Università presso cui si è sostenuto l’esame deve attestare l’attribuzione dello specifico SSD.
ESTENSIONE DELLA DURATA NORMALE DEL CORSO DI STUDI - L’accesso   ai percorsi formativi per l’acquisizione dei 24 CFU prevede l’estensione di un semestre della durata normale del corso di studi. Tale estensione è riconosciuta solo per una volta nella carriera,   agli studenti iscritti ad un  corso di laurea o di laure magistrale che facciano domanda per acquisire in tutto o in parte i 24 CFU. Qualora lo studente non completi il percorso nei sei mesi, e ne richiede una nuova iscrizione, non usufruisce di alcun ulteriore allungamento della durata normale del proprio corso di studi. Nel caso in cui gli studenti concludano il proprio corso con la discussione della tesi prima del completamento dell’acquisizione dei 24 CFU, terminano tale percorso in base alle disposizioni regolamentari dell’ateneo.
DOTTORATO E SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE -  Gli iscritti al Dottorato o ad una Scuola di specializzazione possono acquisire i 24 CFU durante il loro percorso formativo. In questo caso non potranno richiedere alcuna estensione in quanto incompatibile con le norme che regolano i corsi di dottorato e di  specializzazione. Gli iscritti potranno partecipare ai percorsi dei 24 CFU attivati presso istituzioni diverse da quelle di appartenenza solo in caso di convenzione tra gli istituti.
NATURA DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE EROGATE - I percorsi sono erogati dalle Università e sono organizzati e configurati in maniera flessibile.  Possono essere inseriti nel piano di studi del corso di laurea o di laurea magistrale di ciascun studente in base alla libera scelta del medesimo e in coerenza con il proprio progetto formativo oppure attraverso la presentazione di un piano di studi individuale purché coerente con l’ordinamento del corso di studio senza necessità di intervento sulla Scheda Unica Annuale del Corso di Studio.
APERTURA SEZIONE DEDICATA SITO MIUR -  Al fine di dare massima pubblicità all’attivazione dei percorsi è in fase di predisposizione un apposito link disponibile sul sito Universitaly dove saranno pubblicate tutte le informazione e gli aggiornamenti sull'argomento.
LIMITI DI ACCESSO - DISPONIBILITA’ FORMATIVE DEGLI ATENEI - Non sono previste limitazioni numeriche all’accesso degli aspiranti candidati. In caso di difficoltà logistiche gli Atenei potranno attivare tra loro convenzioni, al fine di soddisfare e sostenere le richieste di iscrizione anche con attivazione di più cicli nel corso dello stesso anno accademico.
PER LEGGERE E/O SCARICARE LA NOTA MIUR E LA NOTA CUN:  02-11-17-nota-29999-25-10-17  //   02-11-17-nota-cun

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3258-diplomati-itp

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//02-11-2017//06:00//NODE 3258
--

Diplomati Itp in 2ª fascia delle Graduatorie d’istituto

-
Altri provvedimenti, sulla stessa materia, attesi per questo mese
-

Il TAR del Lazio ha accolto un ricorso Anief sul diritto all’inserimento dei diplomati Itp nella 2ª fascia delle Graduatorie d’istituto. Il Tribunale Amministrativo, nella sentenza, ha specificato che «il possesso di diploma ITP – purché rientrante nell’elenco di cui all’Allegato C al D.M. n. 39/1998 – ai sensi dell’art.2 del medesimo D.M. n.39/1998 consentiva la partecipazione ai concorsi per l’insegnamento della relativa materia negli istituti di scuola secondaria nelle classi di concorso tecnico/pratiche per il cui accesso era sufficiente il diploma di istruzione di scuola secondaria è indubbio che alle tipologie di diplomi rientranti in tale elenco fosse riconosciuto valore di “titolo abilitativo all’insegnamento”, senza alcuna necessità, qualora il diplomato intendesse svolgere attività di insegnamento nelle corrispondenti classi di concorso, di conseguire titolo abilitativo ulteriore” e annulla il Decreto Ministeriale n. 374/2017 nella parte in cui ha precluso a tali categorie di docenti l’accesso alla II Fascia delle Graduatorie d’Istituto, condannando l’Amministrazione al pagamento delle spese di giudizio».
L’odierna sentenza del TAR Lazio anticipa i prossimi pronunciamenti sulla stessa materia, calendarizzati per questo mese. Ora il Miur dovrà dare disposizioni agli ATP e alle scuole capofila per registrare l’immediato passaggio dalla 3ª alla 2ª fascia di tutti i docenti, siano essi ricorrenti TAR o PdR, in ragione del medesimo diritto violato. In conseguenza, osserva l’Anief, sarebbe il caso di prevedere una riapertura delle GI, anche sfruttando le “finestre” semestrali, per poter sanare l’illegittimità nei confronti di tutti gli aventi diritto. Indispensabile, inoltre, prevedere anche per i diplomati ITP l’accesso alle Graduatorie Regionali degli Abilitati a prescindere dal loro inserimento o meno in 2ª Fascia GI o dalla data del loro inserimento”.
Il D.Lgs. n. 59/2017, entrato in vigore il 31 maggio 2017, infatti, prevede l’accesso al “concorso riservato agli abilitati” per la compilazione di una graduatoria regionale per l’accesso ai ruoli agli Insegnanti Tecnico-Pratici purché “siano iscritti nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data di entrata in vigore del presente decreto”.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -

    In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte.

® CERIPNEWS  è un dominio 
    registrato (Italian Network 
 Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001