CERIPNEWS ®           IN EVIDENZA

   
   
Le scadenze  
    più importanti
    e le notizie
    di maggiore 
    rilievo

    

-

-

-

-

--
01419-circolare-comandi

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-21/05/2018-06:00
--

Circolare comandi per Ds e Docenti

-
La nuova disciplina prevista dai recenti interventi normativi in materia
-
L’Ufficio Gabinetto del Miur ha diramato la nota prot. n.15260 del 18-05-2018 relativa a comandi dei dirigenti scolastici e del personale docente per l’anno scolastico 2018-2019.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  2018-05-21-circolare-comandi-ds-docenti.pdf

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01407-usr-sicilia-selezione-personale-docente

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-19/05/2018-06:00
--

URS Sicilia: selezione personale docente

-
Indetta la seconda fase della procedura – Decreto n. 107 del 16-05-2018
-
Il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha emesso il decreto relativa alla II fase della procedura di selezione del personale docente da destinare a progetti nazionali di cui all’art. 1, co. 65 della legge n. 107/2015 per l’anno scolastico 2018/2019.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL DECRETO:  2018-05-19-decreto-usr-sicilia
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL MODULO DOMANDA:  2018-05-19-modulo-domanda

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01391-senza-giocare-con-i-deboli

- -
CERIPNEWS  IN EVIDENZA  XVIII-18/05/2018-06:00
--

Senza giocare con i più deboli!

-
Classi e posti ballerini sul sostegno all’ATP di Palermo / I dati del Miur relativi all’a.s. 2016-2017
-
Alcuni Dirigenti scolastici della provincia di Palermo ci segnalano alcuni “ritocchi” poco edificanti sull’organico delle classi per il prossimo anno scolastico, soprattutto in presenza di alunni in situazione di handicap, che starebbe facendo l’Ambito Territoriale Provinciale di Palermo.
A quanto pare l’ATP palermitano è incurante delle tante sentenze del TAR a favore e tutela dei soggetti più deboli, non ultima la sentenza del TAR Sicilia – Sezione di Palermo, che con sentenza del 9 febbraio 2018, numero 344, ha stabilito che il Piano Educativo Individualizzato obbliga l’amministrazione scolastica a garantire il supporto per il numero di ore programmato, senza lasciare ad essa il potere discrezionale di ridurne l’entità in ragione delle risorse disponibili.
Purtroppo su scala nazionale i dati sugli alunni con disabilità sono abbastanza pesanti: sono 254.366 le alunne e gli alunni con disabilità che frequentano le scuole italiane di ogni ordine e grado, il 2,9% del totale della popolazione studentesca (dati Miur). In totale, nell’anno scolastico 2016/2017 il 43,3% delle classi, comprese quelle della scuola dell’infanzia, aveva almeno un’alunna o un alunno disabile al suo interno.
È quanto emerge dalla pubblicazione sui “Principali dati relativi agli alunni con disabilità per l’a.s.2016/2017” disponibile sul sito del MIUR.
Rispetto alla precedente rilevazione, effettuata nell’anno scolastico 2014/5015, le studentesse e gli studenti con disabilità risultano in aumento (+8,3%).
In termini assoluti, è la scuola primaria a registrare la presenza più elevata di alunne e alunni con disabilità, 90.845. Mentre è la scuola secondaria di I grado ad avere la più alta incidenza di disabili sul totale della sua popolazione studentesca, pari al 4%.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01378-riforma-privacy

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-17/05/2018-06:00
--

Riforma della privacy – Nuovo Regolamento europeo

-
Le schede della Cisl Scuola presentate all’Assemblea Nazionale di Rimini
-
Ringraziando la segreteria nazionale della Cisl Scuola per la gentile concessione, pubblichiamo le schede relative alla Riforma della privacy – Nuovo Regolamento europeo presentate all’Assemblea Nazionale di Rimini del 2-3-4 maggio u.s. che, come è noto, entrerà in vigore il 25 maggio prossimo.
Come abbiamo scritto nella nostra edizione del 9 maggio scorso, il Regolamento richiede una serie di adempimenti onerosi, e tra questi la nomina di un Responsabile per la protezione dei dati (RPD). Questa nuova figura professionale deve essere fatta seguendo i dettami europei che esigono l’individuazione di esperti non solo dotati di conoscenze specialistiche complesse e capacità ad assolvere i propri compiti ma anche caratterizzati da integrità ed elevati standard deontologici.
Ad avviso delle OO.SS. Scuola è impensabile richiedere alle oltre 8.000 istituzioni scolastiche di individuare un proprio RPD e di affrontare il relativo onere economico, con una enorme parcellizzazione sul territorio e conseguente dispersione di risorse.
Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola sono concordi sul fatto che il Responsabile della Protezione dei dati personali non vada individuata da ciascuna scuola e che la nomina del Responsabile debba  avvenire a livello di USR o anche a nazionale.
Un altra richiesta, che sarà avanza, riguarda il supporto da fornire alla scuole nella prima fase di applicazione del Regolamento, in modo tale che le scuole ricevano indicazioni univoche (sulla valutazione di impatto dei trattamenti, sui modelli di registro dei trattamenti e sull’individuazione delle figure), tali da consentire ai dirigenti scolastici e alle segreterie di valutare le misure necessarie a mantenere alto il livello di protezione dei dati personali e sensibili che trattano quotidianamente nell’esercizio dei loro compiti istituzionali.

PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  2018-05-17-riforma-privacy-nuovo-regolamento-europeo

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01366-apertura-rav

- -
CERIPNEWS  IN EVIDENZA XVIII-16/05/2018-06:00
--

Apertura RAV a.s. 2017-2018

-
Fino al 30 giugno saranno possibili gli aggiornamenti
-
La piattaforma per l’aggiornamento del RAV (Rapporto di autovalutazione) si chiuderà il 30 giugno p.v. . Lo comunica il Miur con la nota n. 7985/2018.
Il RAV (Rapporto di autovalutazione) che è la mappa della scuola, è costituito da 49 indicatori raggruppati in 15 aree a loro volta raccolte in 3 macroaree: contesti e risorse, esiti, processi.
Ogni area (tranne il contesto) prevede un’autovalutazione, la scuola infatti deve collocarsi in una scala da 1 a 7 motivando la scelta fatta.
Il RAV si conclude con l’individuazione di alcune priorità che costituiscono il primo passo verso il piano di miglioramento.
Le priorità devono riguardare una o due aree riferite agli esiti e devono tradursi in traguardi di lungo periodo (3 anni).

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01344-viaggi-istruzione

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-15/05/2018-06:00
--

I prof "boicottano" i viaggi d’istruzione

-
Negli ultimi cinque anni sono diminuiti del 40% /
Gita incubo a Venezia: tentano di violentare 14enne
-

Secondo Skuola.net le agenzie turistiche, negli ultimi 5 anni, hanno visto crollare del 40% i viaggi di istruzione per colpa dei prof che, a fronte delle enormi responsabilità che si accollano, non ne vogliono più sapere e si tirano indietro per evitare di doverne rispondere in sede legale in caso di incidente/sinistro.
Ma ci sono poi i motivi disciplinari, che per la verità non c’entrano proprio con le visite guidate e i viaggi di istruzione incardinati nel PTOF, ma che i prof fanno pesare in termini punitivi.
Poi ci sono le occupazioni e le assenze perpetrate dagli studenti che pregiudicano il monte ore complessivo obbligatorio per la didattica: quei famosi 200 giorni che per legge devono essere trascorsi a scuola.
Da parte delle famiglie poi c’è il costo spesso insostenibile e spesso, anzi troppo spesso, non sostenuto dalla scuola con il famoso contributo volontario, che per sua natura – oltre alla didattica - dovrebbe essere destinato proprio alle attività degli studenti.
-
Gita incubo a Venezia, tentano di violentare 14enne
A Venezia una studentessa 14enne mentre era con un gruppo di amiche e con la professoressa non lontana, è stata avvicinata da due ragazzi minorenni conosciuti poche ore prima che hanno tentato lo stupro. La vittima ha reagito ed è riuscita a divincolarsi; alle sue grida è intervenuto un compagno di classe per proteggerla.
L'aggressore e il complice che erano fuggite sono stati rintracciati dagli agenti di Polizia subito informati dell’accaduto.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01333-anniversario-capaci

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-14/05/2018-06:00
--

Anniversario della strage di Capaci

-
Indetto il concorso «Angeli custodi: l'esempio del coraggio, il valore della memoria»,
al quale hanno partecipato oltre 700 scuole
-
PALERMO – La «Nave della Legalità» salperà il 22 maggio dal porto di Civitavecchia con a bordo oltre mille studentesse e studenti che, insieme a magistrati e rappresentanti delle istituzioni, raggiungeranno l'indomani Palermo per unirsi a migliaia di altri giovani e dire «no» a tutte le mafie e alla criminalità organizzata.
Le celebrazioni ufficiali nell'Aula Bunker dell'Ucciardone di Palermo, le iniziative nelle piazze e nelle scuole della città, i due cortei pomeridiani che il 23 maggio, nel pomeriggio, confluiranno sotto l'albero intitolato a Falcone, in via Notarbartolo, saranno il cuore pulsante di «#PalermoChiamaltalia», la manifestazione per commemorare i giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e le donne e gli uomini delle loro scorte.
Quest'anno, con la collaborazione della Polizia, è stato indetto anche il concorso «Angeli custodi: l'esempio del coraggio, il valore della memoria», al quale hanno partecipato oltre 700 scuole italiane. Ma tante altre saranno le manifestazioni spontanee in tutto il Paese.
Sempre a Palermo una serata dedicata a Falcone e Borsellino si svolgerà domenica 20 maggio nel Complesso dello Spasimo. L'evento, promosso dall'Inner Wheel Palermo Normanna, presieduta da Angela Mattarella e dall'Ansa. aprirà le celebrazioni per ricordare l'anniversario delle stragi, alle 19, con il «Concerto d'amore» eseguito dall'orchestra «La nuova generazione» diretta dal maestro Giovanni La Mattina. Seguiranno le testimonianze di alcuni familiari delle vittime e la lettura di una intervista rilasciata da Antonio Montinaro, capo scorta del giudice Falcone, dieci giorni prima dell'attentato di Capaci. Prevista anche la presenza di Pif e di Edoardo Buscetta ed Enrico Gippetto. due piccoli protagonisti della serie televisiva «La mafia uccide solo d'estate». Subito dopo sarà proiettato il docufilm dell'Ansa «L'eredità di Falcone e Borsellino», curato da Giuseppe Di Lorenzo, Franco Nicastro e Francesco Nuccio. Le tappe fondamentali della vita dei due magistrati sono ricostruite anche nelle immagini della mostra fotografica allestita nell'atrio dello Spasimo. Al termine della proiezione si svolgerà un dibattito con la partecipazione del direttore dell'Ansa Luigi Contu, di Felice Cavallaro del Corriere della Sera, degli ex magistrati Pietro Grasso e Giuseppe Ayala, del procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e del procuratore generale della Corte d'Appello di Palermo Roberto Scarpinato.A moderare il dibattito sarà Marina Turco di Tgs - Telegiornale di Sicilia.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01332-prof-con-la-pistola

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-14/05/2018-06:00
--

Prof con la pistola in Georgia

-
La proposta di Trump era stata fatta dopo l’ultima strage avvenuta in Florida
-
Lo stato della Georgia ha detto sì alla proposta del presidente Trump di armare i professori; solo che c’è un piccolo particolare: oltre il 65% dei docenti ritiene il provvedimento inopportuno e diseducativo!
Il presidente Trump è felice perché la decisione della Georgia potrebbe fare da apripista in altri stati; sono felici ed accontentati i venditori di armi, una lobbie super potente che da sempre condiziona l’America.
Come si ricorderà la proposta di Trump di armare gli insegnanti è arrivata dopo l’ultima strage avvenuta in Florida. Il presidente Usa ha proposto
di pagare «una sorta di bonus» agli insegnanti che decidessero di sottoporsi a un «rigoroso» addestramento per tenere armi nelle classi, dato che non si possono assumere un numero sufficiente di guardie.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01314-universita-regolamento

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-12/05/2018-06:00
--

Università, firmato il nuovo Regolamento per l’esame
di abilitazione alla professione di medico-chirurgo

-
Procedura semplificata con tirocinio durante gli studi
-
[Comunicato Miur] - Nuove regole per l’abilitazione alla professione medica. Si riducono i tempi per l’ammissione all’esame di Stato – e quindi complessivamente dell’iter formativo dei futuri medici – con il tirocinio professionalizzante effettuato durante il percorso di studi e non dopo la laurea. E cambia la tipologia dei quiz che saranno somministrati, con il passaggio dall’utilizzo delle domande presenti nell’attuale archivio ai quesiti tratti dall’esperienza del cosiddetto progress test, più efficaci per valutare le conoscenze delle candidate e dei candidati. 
La Ministra Valeria Fedeli ha firmato il nuovo Regolamento recante gli esami di Stato di abilitazione della professione di medico-chirurgo, molto atteso sia dal mondo accademico, in particolare da parte delle studentesse e degli studenti delle facoltà di Medicina e Chirurgia, ma anche dalla Federazione Nazionale dell'Ordine dei Medici. Il Regolamento, firmato dopo un iter che ha coinvolto CUN, CNSU, Ministero della Salute, CRUI e Conferenza dei Presidenti dei corsi di laurea in medicina, oltre che l'Ordine professionale, tiene conto delle osservazioni del Consiglio di Stato contenute nel parere emesso il 22 marzo 2018 e del riscontro fornito l’8 maggio 2018 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi.
Novità principale, l’inserimento del tirocinio trimestrale obbligatorio all’interno dei sei anni del corso di studi in Medicina e Chirurgia. Fino ad ora il tirocinio trimestrale valido per l'idoneità all'esame di Stato poteva essere effettuato solo dopo aver conseguito la laurea. Tale tirocinio non potrà comunque essere espletato prima del quinto anno di corso e potrà essere effettuato solo in seguito al superamento di tutti gli esami fondamentali previsti nei primi quattro anni del corso di studi. Una scelta che nasce dalla volontà di uniformare il percorso italiano di formazione e abilitazione professionale dei medici a quello della maggior parte dei Paesi europei.
La prova d’esame consisterà in 200 quesiti a risposta multipla, ma con il nuovo Regolamento sono stati ridotti a 50 quelli relativi alla parte “pre-clinica” della formazione del medico e sono stati portati a 150 quelli riguardanti la formazione “clinica”, e quindi volti a valutare la capacità dei candidati nell’applicare le conoscenze biomediche, cliniche, deontologiche ed etiche alla pratica medica. La prova includerà anche una serie di domande riguardanti i problemi clinici afferenti alle aree della medicina e della chirurgia e relative specialità, della pediatria, dell’ostetricia e ginecologia, della diagnostica di laboratorio e strumentale e della sanità pubblica.
Prevista una fase transitoria: laureate e laureati magistrali in medicina avranno ancora due anni di tempo, dall’entrata in vigore del Regolamento, per effettuare comunque il tirocinio dopo il conseguimento della laurea.
La prima sessione dell’esame di Stato di abilitazione professionale con le nuove modalità previste dal Regolamento si svolgerà a luglio 2019.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01302-mobilita-infanzia-primaria

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-11/05/2018-06:00/11705/2018-14:30
--

Funzioni mobilità infanzia e primaria

-
Accolta la richiesta delle OO.SS. Scuola
-
Il Miur ha disposto la proroga delle funzioni per l’acquisizione delle domande di mobilità al 15 maggio p.v. e  la scuola primaria fino a lunedì 14 maggio, ore 20:00.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01289-soccorso-millennials-inglesi

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-10/05/2018-06:00
--

Soccorso ai Millennials inglesi

-
Non tutti sono d’accordo sull’iniziativa che viene portata avanti anche in Italia
-
In Gran Bretagna per soccorrere i Millennials sarà pagata una “eredità di cittadinanza” di 10mila sterline per “ridurre le diseguaglianze”. È questa la rivoluzionaria proposta formulata per la Gran Bretagna dalla Commissione Intergenerazionale della Resolution Foundation!
La soluzione, secondo gli studiosi della Resolution Foundation, è quella di concedere l’una una tantum di 10mila sterline al compimento dei 25 anni, tende a favorire i giovani a pagarsi una casa, finanziare lo studio, far partire un'azienda o da mettere da parte in vista della pensione (sic!).
Del tutto contrari anche alcune associazioni studentesche che invece suggeriscono di ridurre le rette universitarie ed evitare così l’indebitamento degli studenti, e suggerisce al governo di “colmare le disuguaglianze regionali, affrontare la stagnazione dei salari, investire nelle infrastrutture”.
Siccome il modello inglese piace, anzi strapiace al M5S ed anche ad alcuni partiti, e già lo si porta come vessillo, è doveroso precisare che non tutti la pensano allo stesso modo, e primo fra tutti si schiera contro l’eventuale modello GB in Italia l’economista Alessandro De Nicola, editorialista e presidente della Adam Smith Society che suggerisce invece di investire in educazione a cominciare da quella universitaria, dato che nel nostro Bel Paese abbiamo Atenei eccellenti ed altri che non lo sono per nulla!

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01264-arretrati-a-maggio

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-09/05/2018-06:00
--

Entro maggio gli arretrati al personale della scuola

-
Da giugno stipendi a regime secondo il nuovo Contratto
-
Entro questo mese saranno corrisposti gli arretrati derivanti dagli incrementi previsti - per il periodo “gennaio 2016/maggio 2018” - dal nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto “Istruzione e Ricerca”, sottoscritto definitivamente lo scorso 19 aprile. Ne dà notizia NoiPA, attraverso uno specifico Avviso.
A partire da giugno 2018 il valore mensile dello stipendio tabellare lordo sarà adeguato, a regime, ai nuovi valori previsti dal CCNL.
Gli adeguamenti stipendiali interessano circa 1.200.000 lavoratori, tra dipendenti della Scuola, AFAM ed Enti di ricerca.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01241-incarichi-dirigente-tecnico

- -
CERIPNEWS  IN EVIDENZA XVIII-08/05/2018-06:00
--

Nulli gli incarichi di Dirigente tecnico con funzioni ispettive

-
Una pronuncia di rilievo che potrebbe avere un “effetto domino” anche in altre Regioni, considerato che con le medesime procedure sono stati conferiti ben 48 incarichi, ripartiti
tra Miur (n. 3 incarichi) e UU.SS.RR. (n. 45 incarichi)
-
Lucio Ficara sulla testata online La Tecnica della Scuola riporta un’interessante sentenza (n.179/2018) del Tribunale di Catanzaro – Sezione Lavoro – Giudice dott. Riccardo Ionta, con cui è stata messa la parola fine alla dibattuta questione del conferimento degli incarichi dirigenziali e più specificatamente di Dirigente tecnico con funzioni ispettive, di cui all’art. 1, co 94 della legge 107/2015, con riferimento alle modalità di svolgimento della procedura selettiva ad evidenza pubblica fissata nell’art. 19, co. 1 bis, dl.gs 165/2001.
«La questione – scrive Lucio Ficara sulla Testata già citata - era stata tempestivamente sollevata da un potenziale destinatario di tali incarichi, il quale si era visto costretto a presentare domanda sulla base di avvisi di selezione pubblica privi delle necessarie indicazioni sui criteri di scelta a cui avrebbero dovuto attenersi le commissioni nella selezione comparativa dei candidati.
La questione era approdata anche nei due rami del Parlamento con due distinte interrogazioni una alla Camera da parte del rappresentante scuola di Forza Italia, on. Elena Centemero e l’altra al Senato da parte dei senatori dei 5 Stelle, Blundo, Puglia, Santangelo, Cotti, Giarrusso. “i criteri di valutazione dei candidati, - affermava la Centemero - per come richiesto dalla stessa legge … non risultano essere stati definiti e resi noti, a quanto consta all’interrogante, prima della presentazione delle domande, come avviene in ogni procedimento di tipo concorsuale o para-concorsuale, ma risulterebbe che siano stati definiti dalle Commissioni in via postuma e a curricula già noti e comunque conoscibili dalle commissioni che avrebbero potuto così definire i criteri di valutazione più disparati e con un’ampia discrezionalità”. Sulla stessa linea i senatori 5Stelle “agli interroganti risulta addirittura che i criteri di valutazione non solo non sono stati specificati prima … ma, in alcuni casi, sono stati addirittura definiti dalle commissioni valutatrici successivamente, a curricula già noti. Segnalazioni che farebbero quasi pensare ad un modus operandi finalizzato a individuare precisi criteri di valutazione volti a favorire alcuni candidati piuttosto che altri, nell’iter di selezione”».
«Queste tesi sono state accolte dal Giudice del lavoro di Catanzaro, che nella sentenza sopra citata afferma: “La predeterminazione dei criteri di scelta consente l’effettivo svolgimento di una selezione trasparente e di natura tecnico-professionale, assicurando il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione nonché il rispetto della buona fede e della correttezza contrattuale. È inoltre l’unico strumento in grado di consentire un controllo, seppur estrinseco, della motivazione del conferimento dell’incarico e pertanto della sua legittimità. Essa consente di soddisfare sia l’interesse del datore di lavoro alla scelta del candidato ritenuto maggiormente idoneo, sia l’interesse pubblico, verso cui converge l’interesse dei candidati, a che tale giudizio avvenga in modo trasparente e imparziale e su criteri obiettivi, professionali e conoscibili”. Pertanto, “La mera riproduzione del contenuto normativo nell’avviso di selezione realizza un’apparente predeterminazione dei criteri di selezione, che quindi solo fittiziamente sono specificati e conoscibili ex ante, in violazione di quanto imposto dall’art. 1.94 Legge n. 107/2015. In altri termini, l’amministrazione non ha espressamente determinato e indicato sulla base di quali criteri di scelta avrebbe effettuato la valutazione comparativa, espresso il giudizio di idoneità e pertanto conferito l’incarico”».
«Da qui l’accertamento della nullità del conferimento dell’incarico, con obbligo dell’USR soccombente di rieseguire la procedura e conseguenzialmente di revocare l’incarico conferito. Va da sé che la declaratoria di nullità investe anche ogni successivo incarico conferito sull’errato presupposto della legittimità del primo, compreso quello sollecitamente effettuato dall’amministrazione pur in pendenza dell’impugnativa proposta e non senza una certa noncuranza dei suoi possibili esiti. È pacifico, infatti, che tutti gli atti compiuti da soggetto illegittimamente incaricato siano palesemente invalidi e ciò non potrà non produrre effetti giuridici e responsabilità».
«Una pronuncia di rilievo – conclude Lucio Ficara - che sigla giuridicamente ciò che era comunque apparso evidente ai tanti candidati e ai parlamentari intervenuti sulla questione che ritenevano la procedura seguita dal Miur lesiva dei principi costituzionali di trasparenza ed imparzialità.
L’esito giudiziario potrebbe adesso avere un “effetto domino” anche in altre regioni, considerato che con le medesime procedure sono stati conferiti ben 48 incarichi, ripartiti tra Ministero (n. 3 incarichi) e Uffici Scolastici Regionali (n. 45 incarichi)».

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01225-trasferimento-di-ufficio

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-07/05/2018-06:00
--

Il trasferimento d’ufficio del pubblico dipendente, per ragioni d’incompatibilità ambientale, è non una sanzione disciplinare 

-
Il Consiglio di Stato Sez. VI, Sent., (ud. 22-02-2018) 24-04-2018, n. 2487
ha affrontato un fatto accaduto negli anni Novanta
-
Un docente che a causa di numerose e reiterate situazioni d’incomprensione e di contrasto con il Dirigente scolastico pro tempore dell’Istituto, ha subito un procedimento di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale, non può invocarne l’annullamento perché non è una sanzione disciplinare.
Nel caso di specie al docente era stato contestato:
- i continui rilievi verso tutta l’attività svolta dalla Preside fin dal di lei insediamento nell’Istituto, anche con azioni persecutorie;
- le continue richieste e minacce al personale di segreteria, che aveva manifestato il proprio disagio per tali comportamenti
- l’intralcio alle attività scolastiche, nonché continui ostacoli al funzionamento degli organi collegiali, con disagi per colleghi, alunni e genitori.
Alla data dei fatti il Provveditore agli studi di Milano – su conforme parere del CNPI - emanò un provvedimento di trasferimento d’ufficio, per incompatibilità ambientale motivandolo “a causa dell’oggettiva tensione tra il docente e le varie componenti scolastiche dell’Istituto d’originaria appartenenza e per la persistenza di tal suo comportamento, con rischio di ulteriore e pericoloso deterioramento di tal conflittualità”.
Adesso i Giudici, in diritto, reiterando quanto già espresso con sentenza di qualche anno addietro  (cfr., p.es., Cons. St., III, 2 febbraio 2012 n. 558 - Cons. St., III, 22 agosto 2012 n. 4587; id., 9 aprile 2013 n. 1955), hanno affermato che “il trasferimento d’ufficio del pubblico dipendente, per ragioni d’incompatibilità ambientale, è non già una sanzione disciplinare ma una misura per far cessare, con l’immediatezza dell’effetto proprio di tal statuizione, i comportamenti lesivi del prestigio e della funzionalità dell’ufficio cui il dipendente è addetto, quand’anche coinvolgano terzi e al di là della loro rilevanza disciplinare.
Peraltro il docente non intese avere alcun approccio lealmente collaborativo e, anzi, tese a creare situazioni al limite, compreso la pretesa di parlare  prima della discussione posti all’odg di un Collegio dei docenti invocandone il suo diritto in forza di un generico ultimo punto alla voce “Varie ed eventuali”.
Peraltro, aggiungiamo noi, tale voce non dovrebbe mai leggersi in un odg di un organo deliberante, poiché il Collegio dei docenti è un organo tecnico e non è un’assemblea di condomini! E visto che sulle “Varie ed eventuali” non si può deliberare, sarebbe più opportuno scrivere: comunicazioni del Ds ovvero, informazioni utili, ecc. .

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01207-incarichi-presidenza

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-05/05/2018-06:00
--

Conferma incarichi di presidenza a.s. 2018/2019

-
La domanda va presentata entro e non oltre il 24 maggio 2018
-
È stata pubblicata la Direttiva 16/04/2018, prot. n. 281 (trasmessa con nota del 16/04/2018, prot. n. 19224) che disciplina la conferma degli incarichi di presidenza nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, nelle scuole secondarie di secondo grado e nelle istituzioni educative per l’anno scolastico 2018/2019.
La domanda, in carta semplice, va presentata all’Ufficio Scolastico Regionale – Ambito territoriale della provincia in cui hanno la sede di servizio in qualità di preside incaricato nel corrente anno scolastico, entro e non oltre il 24 maggio 2018. Nella domanda vanno indicati:
- il punteggio conseguito nella graduatoria per il conferimento degli incarichi di presidenza relativo all’anno scolastico 2005/2006,
- le sedi preferite in ordine di priorità compreso quella in cui si presta servizio e se ne chiede la riconferma ove disponibile e le istituzioni scolastiche presso le quali gli aspiranti desiderino essere assegnati in caso di altra sede,
- il possesso di eventuali titoli di precedenza nella scelta della sede.
Gli interessati, nel caso di mancanza di sedi nella provincia di appartenenza, devono dichiarare la propria eventuale disponibilità ad essere assegnati ad istituti disponibili in altra provincia della regione, indicando, nell’ordine, le province nell’ambito delle quali desiderino essere assegnati.
Gli incarichi di presidenza già conferiti negli anni precedenti sono confermati a domanda sui posti residuati dopo eventuali nomine in ruolo e autorizzazioni all’accoglimento di istanze di riammissione e trattenimento in servizio.
Qualora si verifichi una riduzione dei posti disponibili rispetto al numero degli aspiranti alla conferma sul posto ricoperto nell’anno scolastico 2017/2018, gli stessi possono essere assegnati ad altra scuola o istituto nell’ambito della regione.
I posti disponibili non assegnati per conferma sono successivamente conferiti con incarico di reggenza.
--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01200-usr-sicilia-bando-selezione

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-04/05/2018-06:00
--

USR Sicilia, bando di selezione

-
Procedura di selezione di n. 76 unità di personale docente da destinare ai progetti nazionali
-
L’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, ha reso noto la procedura di selezione di n. 76 unità di personale docente da destinare ai progetti nazionali di cui all’articolo I, comma 65, Legge n. 107/2015 per l’anno scolastico 2018/2019.
La domanda va inviata entro e non oltre le ore 23:59 del giorno 8 maggio 2018.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  2018-05-04-selezione   -   2018-05-04-modulo-domanda

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01185-convegni-&-seminari

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-03/05/2018-06:00
--

Convegni & Seminari a Palermo

-

Seminario interprovinciale AIMC / Convegno Nazionale UDIR

-

Seminario interprovinciale AIMC
Palermo, sabato 5 maggio 2018 - Sala Martorana, Palazzo Comitini, Via Maqueda, 121
L’Associazione Italiana Maestri Cattolici (AIMC) organizza per sabato 5 maggio p.v. presso la Sala Martorana di Palazzo Comitini, Via Maqueda, 121 un Seminario interprovinciale destinati alle province di Agrigento, Messina, Palermo e Trapani sul tema:” La Scuola dell’infanzia, tra passato e futuro” - Cinquant’anni di scuola statale
Partecipanti: Dirigenti scolastici e insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, educatori infanzia.
Iscrizioni: sezione.palermo@aimc.it (nome, cognome, telefono, scuola/ente).
-
Convegno Nazionale UDIR a Palermo
Palermo, sabato 19 maggio 2018 – San Paolo Hotel, Via Messina Marine, 91

L’UDIR ha organizzato un Convegno Nazionale rivolto ai dirigenti della scuola, sul tema: “La legge 205/2017, il contratto, la perequazione e gli adempimenti dei Dirigenti Scolastici”.
Il Convegno si svolgerà a Palermo il 19 maggio 2018, dalle ore 11.00 alle ore 17.00, presso il San Paolo Palace Hotel – Via Messina Marine, n. 91

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01170-scadenziario-maggio

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-02/05/2018-06:00
--

Lo scadenzario del mese di maggio

-
DirigentiNews Cisl Scuola (Numero 16 del 30/04/2018)
-
1° maggio - Festa del Lavoro
2 maggio - Primo giorno delle due settimane utili per la comunicazione al SIDI dei dati delle assenze effettuate da tutto il personale scolastico (a tempo indeterminato; a tempo determinato supplente annuale; a tempo determinato con contratto fino al termine delle attività didattiche) nel mese di aprile 2018
5 maggio - Invio al SIDI dei flussi finanziari relativi ad aprile 2018
10 maggio - Termine per il pagamento delle spese postali del conto di credito relative ad aprile 2018
15 maggio - Termine ultimo per l’elaborazione del documento relativo all’azione educativo-didattica realizzata a cura dei consigli di classe per la commissione dell’esame di Stato (ultimo anno di corso degli studi secondari di secondo grado)
15 maggio - Termine per la trasmissione all’Ufficio Scolastico Regionale del Conto Consuntivo 2017 approvato dal Consiglio di Istituto in difformità dal parere del collegio dei revisori dei conti
15 maggio - Termine ultimo di comunicazione (ex lege 89 del 2014) da parte delle pubbliche amministrazioni - attraverso il sistema PCC - degli eventuali debiti scaduti nel mese precedente, le fatture, cioè, per le quali sia stato superato il termine del 30 aprile senza che ne sia stato disposto il pagamento
16 maggio - Entro tale data (tramite modello F-24EP) devono essere effettuati i seguenti versamenti:
- imposta IRAP sui compensi corrisposti ad aprile 2018;
- IVA mensile per le istituzioni scolastiche con gestioni economiche (convitti, lavorazione conto terzi, azienda agraria, azienda speciale);
- contributi INPS-Gestione Separata per collaborazioni coordinate e continuative relative ad aprile 2018;
- ritenuta d’acconto su liquidazioni ad estranei la pubblica amministrazione
16 maggio - Entro tale data deve essere comunicato al SIDI il “prestato servizio” del personale supplente in carico (per i contratti ancora aperti nel mese corrente) Nella seconda decade di maggio - I Collegi dei Docenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado deliberano le adozioni e le conferme dei libri di testo, da effettuarsi - per le scuole secondarie di primo e di secondo grado - nel rispetto dei prescritti tetti di spesa (disposizione annuale del Miur, da ultimo la nota prot. n. 5571 del 29.3.2018)
21 maggio - Comunicazione al Centro per l’Impiego dell’assunzione, proroga, cessazione e trasformazione dei rapporti di lavoro relativi ad aprile 2018
25 maggio - Piena applicazione del nuovo codice europeo (Regolamento UE 2016/679) relativo alla “protezione dei dati personali” (privacy). Si è in attesa degli esiti dell’apposito incontro - richiesto dai sindacati al Miur - finalizzato all’emanazione ai dirigenti scolastici da parte dell’Amministrazione centrale di precise indicazioni concernenti gli adempimenti effettivamente posti a carico delle scuole per il miglioramento dei livelli di sicurezza, in particolare per quanto riguarda la valutazione di impatto delle nuove disposizioni e la designazione del Responsabile della protezione dei dati (DPO). E’ consultabile, da tempo, in materia, la specifica “Guida” elaborata dal Garante.
31 maggio - Termine per la presentazione telematica all’INPS del modello UNIEMENS relativo ad aprile 2018
31 maggio - Termine ultimo per la comunicazione a NoiPA della liquidazione al lordo dipendente per tutti i contratti di supplenza breve e saltuaria (riferiti al mese di aprile 2018) e per ciascuna delle voci componenti la liquidazione medesima, al netto di eventuali giorni di assenza o sciopero
31 maggio - Termine per la comunicazione degli impegni connessi a cariche elettive per il trimestre successivo.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
 

   In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte

 CERIPNEWS ® è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001