CERIPNEWS ®           IN EVIDENZA

   
   
Le scadenze  
    più importanti
    e le notizie
    di maggiore 
    rilievo

    

-

-

-

-

--
01073-algoritmo-mobilita-ko

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-23/04/2018-06:00
--

Algoritmo mobilità ko, ancora una volta!

-
Il Giudice del Lavoro di Bergamo condanna il Miur alle spese di giudizio
e ordina l’assegnazione di una docente nell’ambito territoriale richiesto
-
Ormai, almeno noi siamo stanchi si riportare sempre le stesse notizie sull’algoritmo farlocco; invece non sembra essere stanco il Miur di perdere le cause, ripristinare il diritto dall’anno della lesione e pagare anche le spese!
Stavolta sulla questione mobilità, con le varie fasi sballate, è intervenuto il
Tribunale di Bergamo che ha accolto il ricorso presentato da una docente che si era vista negare il trasferimento in un ambito territoriale in provincia di Lecce perché scavalcata da colleghi con punteggio notevolmente inferiore al suo.
Il Miur,
costituitosi in giudizio, aveva rivendicato la legittimità del proprio operato, ma il Giudice del Lavoro di Bergamo ha sentenziato diversamente: ha disposto di assegnare la docente nell’ambito territoriale Puglia 0020 in provincia di Lecce sin dall’a.s. 2016/2017 e condannando il Miur a pagare le spese di giudizio.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01050-settemila-presidi-senza-contratto

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-21/04/2018-06:00
--

Settemila presidi in attesa di contratto

-
L’Atto di indirizzo ancora fermo al Mef
-
Definita, almeno per ora, la questione contrattuale per 1,2 milioni di lavoratori dell'istruzione, i 7mila presidi sono ancora in attesa degli adeguamenti stipendiali previsti dalla legge di bilancio: 350 euro mensili da qui al 2020.
L'Atto di indirizzo integrativo che dovrebbe dare il via al negoziato per l'integrazione economica dei dirigenti scolastici è ancora fermo al Mef e non è detto che tale lunga giacenza non sia per effetto della mancanza di un Esecutivo con pieni poteri!
In ballo ci sono le risorse stanziate dalla scorsa legge di Bilancio per armonizzare progressivamente la retribuzione di posizione di parte fissa a quella prevista per le altre figure dirigenziali del comparto Istruzione e Ricerca, circa 37 milioni di euro per il 2018, 41 milioni per il 2019 e 96 milioni per il 2020 che toccherà alla contrattazione collettiva distribuire insieme alla dote prevista a suo tempo dalla Buona Scuola: 46 milioni per il 2016 e 14 milioni per il 2017 da corrispondere a titolo di retribuzione di risultato una tantum.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01039-sciopero-della-fame

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-20/04/2018-06:00
--

Sciopero della fame degli insegnanti col diploma magistrale

-
Cresce la protesta per chiedere il riconoscimento del titolo di studio conseguito legittimamente
-
Le maestre e i maestri con diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, legittimamente riconosciuto abilitante a tutti gli effetti, hanno scelto la strada dello sciopero della fame perché a giugno rischiano il licenziamento.
Ad annunciarlo è la coordinatrice nazionale, la maestra braidese Carla Traverso, spiegando che sabato 28 aprile p.v. hanno indetto uno sciopero della fame e un presidio permanente di fronte al Ministero dell'Istruzione a Roma, a cui andrà ad aggiungersi lo sciopero nazionale proclamato per il 2 e 3 maggio.
I diplomati magistrali non chiedono privilegi, ma solo il riconoscimento di un loro diritto all'insegnamento, negato dalla sentenza emessa nell'Adunanza plenaria del Consiglio di Stato nel dicembre 2017 che non riconosce più come abilitante il loro titolo di studio e che, per il loro futuro, prevede solo più la possibilità di entrare nella scuola come supplenti.
Dopo anni, e tanto servizio prestato allo Stato, con la sentenza sopra richiamata, circa 55mila docenti in tutta Italia rischiano di vedersi togliere ogni prospettiva di continuare il proprio lavoro! Ed anche se il verdetto di Palazzo Spada può avere effetto solo parziale in attesa delle tante sentenze di merito, in ogni caso la questione va risolta in chiave politica con il nuovo Esecutivo, se e quando sarà in carica.

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
01013-scuole-europee

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-19/04/2018-06:00
--

Scuole europee col “bollino” eTwinning

-

L’Italia ne conquista 224, un record in tutta l’Unione

-

Sono 224 gli istituti scolastici italiani su 1.211 europei premiati da Bruxelles con il nuovo titolo di “Scuola eTwinning”. Un record in tutta l’Unione. La procedura di candidatura per il Certificato è iniziata a dicembre 2017 e si è chiusa a marzo 2018.

PER LEGGERE E/O SCARICARE L’ELENCO DELLE SCUOLE ITALIANE:  19-04-18-bollino

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0994-tfr-pagato

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA   XVIII-18/04/2018-06:00
--

Il TFR va pagato in tempi brevi

-

Il Tribunale di Roma accoglie il ricorso di una dipendente pubblica

-
Sarà la Corte Costituzionale a decidere se i dipendenti pubblici torneranno a ricevere il TFR nei tempi adeguati stante il fatto che per essi i tempi di attesa stanno diventando sempre più lunghi e variano anche a seconda della causa della fine del rapporto lavorativo, mentre ciò non avviene le settore privato.
Come è noto, il TFR viene pagato entro 105 giorni: se il rapporto di lavoro è cessato per inabilità o decesso; dopo 1 anno: se il rapporto di lavoro è cessato per il pensionamento e raggiungimento dei requisiti di servizio o età; dopo 2 anni: se il rapporto di lavoro è cessato per dimissioni volontarie, licenziamento o destituzione.
Per quanto riguarda i lavoratori collocati in quiescenza c’è un’ulteriore precisazione da fare: questi hanno diritto al TFR dopo 12 mesi solamente quando il trattamento pensionistico è senza penalizzazioni. In caso contrario la liquidazione viene pagata dopo 24 mesi.
Per i dipendenti privati, invece, il TFR viene corrisposto dopo un massimo di 45 giorni.
La colpa di tale disomogeneità di trattamento risale al decreto Salva Italia, approvato nel 2011 dal Governo Monti, ma adesso il Tribunale del Lavoro di Roma ha ravvisato gli estremi di incostituzionalità per il decreto ed ha inviato gli atti alla Corte Costituzionale per avere un verdetto definitivo in favore dei dipendenti pubblici.
Il ricorso è stato presentato da una dipendente del Ministero della Giustizia contro l’INPS, che ha pagato la liquidazione dopo 27 mesi. Il Tribunale di Roma ha accolto il suo ricorso dichiarando che le misure introdotte per far fronte alla crisi economica del Paese non possono essere “permanenti e definitive”, ma devono essere abrogate una volta passato il periodo critico.
Secondo i giudici, il TFR va retribuito in tempi brevi perché il lavoratore “specie se in età avanzata, in molti casi si propone, proprio attraverso l’integrale ed immediata percezione del trattamento, di recuperare una somma già spesa o in via di erogazione per le principali necessità di vita ovvero di fronteggiare in modo definitivo impegni finanziari già assunti”.
[FONTE: OrizzonteScuola – www.orizzontescuola.it ]

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0973-diplomati-magistrali

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-17/04/2018-06:00
--

Diplomati magistrali, ricorso in Cassazione e al Consiglio d’Europa

-
L’Anief impugna la sentenza del CdS emessa nell’Adunanza Plenaria dello scorso 20 dicembre 2017 / Sciopero proclamato per il 2 e 3 maggio p.v. da Anief e Saese
-
L’Anief ha impugnato davanti alla Corte di Cassazione la sentenza n. 11 dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato dello scorso 20 dicembre 2017 che ha messo fuori dalle GaE i maestri con diploma magistrale ed ha già depositato il ricorso a Strasburgo.
I legali dell’Anief  hanno inoltre evidenziato linosservanza delle indicazioni degli articoli 6 e 13 della Cedu, dell’art. 1 del protocollo 1 alla Convenzione, nonché degli articoli 47 e 52 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea, poiché il Consiglio di Stato non ha offerto ai ricorrenti una tutela effettiva e sufficiente contro eccepiscono anche l’arbitrio della PA., che ha potuto impunemente riassumere a termine i ricorrenti per quasi un ventennio e precludere loro l’accesso alle GaE nonostante ben 7 sentenze della VI Sezione del Consiglio di Stato avessero accertato l’illegittimità della loro esclusione dalla GaE stesse.
Questa nuova azione legale permetterà di chiedere la sospensione dei processi e il congelamento delle posizioni di 50 mila maestre e maestri che insegnano nelle nostre scuole da anni, in attesa di una risposta della politica sulla richiesta della riapertura delle GaE.
Per dare più forza alla protesta degli insegnanti sono stati programmati due giorni di sciopero per il 2 e 3 maggio p.v. da parte dell'Associazione nazionale insegnanti e formatori (Anief) e dal Sindacato autonomo europeo scuola ed ecologia (Saese).

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0963-contratto-scuola

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-16/04/2018-06:00
--

Contratto scuola: manca ancora la firma

-

Aumenti e arretrati forse a maggio, ma solo se tutto andrà bene!

-

Tarda ad arrivare la firma definitiva per il contratto di Scuola, Afam, Ricerca e Università perché non arriva il visto della Corte dei Conti. A questo punto appare ormai scontato che docenti e Ata vedranno aumenti e arretrati forse con lo stipendio di maggio, ma solo se tutto andrà bene, e sempre che l’intera procedura di vidimazione si concluda al più tardi entro la prima decade di maggio (oltre quella data NoiPa potrebbe non riuscire ad allineare lo stipendio di maggio alle nuove tabelle contrattuali).

--

--

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0952-osservatorio-disabilita

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-14/04/2018-06:00
--

Regione Siciliana, istituito l’Osservatorio
sulla condizione delle persone con disabilità

-
Verrà predisposto un programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, in attuazione della legislazione regionale, nazionale e internazionale
-
È stato istituito presso l’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro della Regione Siciliana, l’Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilità.
Tra le finalità dell’organismo, vi è il supporto tecnico – scientifico, il sostegno e la promozione alle politiche regionale inclusive in materia di disabilità. Verrà predisposto un programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, in attuazione della legislazione regionale, nazionale e internazionale.
L’Osservatorio sarà presieduto dall’Assessore regionale Mariella Ippolito, sarà composto da dirigenti regionali, rappresentanti dei Comuni, delle Asp, dell’Inps, dei sindacati, ma soprattutto da familiari, organizzazioni di volontariato e cooperative che tutelano i diversamente abili ed al suo interno si avvarrà di un Comitato tecnico – scientifico formato da un esperto in materie giuridiche con comprovata esperienza nel campo della disabilità, un avvocato dell’Ufficio legislativo e legale della Regione, un esperto in scienze statistiche, un dirigente o funzionario designato dal Dirigente generale del Dipartimento delle attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico, un dirigente o funzionario designato dal Dirigente generale del Dipartimento della pianificazione strategica, un dirigente o funzionario designato dal Dirigente generale del Dipartimento del bilancio e del tesoro, un dirigente o funzionario designato dal Dirigente generale del Dipartimento dell’istruzione e della formazione professionale, un medico con comprovata esperienza nel campo della disabilità, uno psicologo con comprovata esperienza nel campo della disabilità ed uno psichiatra.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0942-scienze-formazione-primaria

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-13/04/2018-06:00
--

Ammissione al corso di laurea in Scienze della formazione primaria

-
La prova si svolgerà il 14 settembre p.v., con inizio alle ore 11:00
-
Il Miur ha pubblicato il decreto che illustra modalità di svolgimento e contenuti della prova di ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico per l'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria per l’anno accademico 2018-2019.
La prova si svolgerà il 14 settembre, con inizio alle ore 11:00.
La prova d’accesso, ai sensi del Decreto 03-04-2018, n. 260, consiste nella soluzione, in 150 minuti, di 80 quesiti con 4 opzioni di risposta, tra le quali il candidato deve individuare quella corretta, sui seguenti argomenti:
- competenza linguistica e ragionamento logico (40 quesiti);
- cultura letteraria, storico-sociale e geografica (20 quesiti);
- cultura matematico-scientifica (20 quesiti).
La prova d’accesso sarà predisposta da ogni singola Università.
Per la valutazione della prova sono assegnati 1 punto per ogni risposta esatta, 0 punti per ogni risposta omessa o errata.
La votazione è integrata in caso di possesso di una Certificazione di competenza linguistica in lingua inglese, di almeno Livello B1 del "Quadro comune Europeo di riferimento per le lingue", rilasciata da Enti Certificatori riconosciuti dai Governi dei Paesi madrelingua, ricompresi nell'elenco progressivamente aggiornato a cura del Miur.
La graduatoria degli aspiranti all'ammissione al corso di laurea magistrale è costituita dai candidati che hanno conseguito un punteggio non inferiore a 55/80.
Le prove sono organizzate dagli atenei tenendo conto delle esigenze dei candidati con disabilità, che hanno diritto ad un tempo aggiuntivo non eccedente il 50% rispetto a quello previsto.
I candidati con disturbi specifici di apprendimento (DSA) devono presentare idonea certificazione rilasciata da non più di 3 anni da strutture del SSN o da strutture e specialisti accreditati dallo stesso. A tali candidati è concesso un tempo aggiuntivo pari al 30% rispetto a quello previsto.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0933-mense-scolastiche

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-12/04/2018-06:00
--

Mense scolastiche, la vittoria del bio

-
Il decreto del ministero delle Politiche agricole, già in G.U.,
prevede “bollini” di qualità in oro e argento
-
Mentre a Treviglio, in provincia di Bergamo, scoppia lo scandalo de vermi nei piatti in due asili d’infanzia con ovvie proteste dei genitori che si sono prontamente rivolti a Comune e all’azienda che elabora e distribuisce i pasti, arrivano per le mense scolastiche bio i “bollini” di qualità, oro e argento. Lo prevede il decreto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, del ministero delle Politiche agricole, che definisce i criteri ed i requisiti delle mense scolastiche biologiche.
Il marchio sarà oro se la percentuale di ingredienti da agricoltura e allevamenti in mare e in stalla provengono da aziende biologiche almeno nel 50% dei casi, argento se la quota bio è di almeno il 30%.
Premiata anche la freschezza delle produzioni locali, con fornitori in un raggio massimo di 150 km e l’impegno a recuperare i prodotti non somministrati destinandoli ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale che effettuano, a fini di beneficenza, distribuzione gratuita agli indigenti di cibo.
La qualificazione d’eccellenza, si ottiene se i prodotti sono derivanti da colture biologiche almeno il 90% di frutta, ortaggi, legumi, prodotti trasformati di origine vegetale, pane e prodotti da forno, pasta, riso, farine, cereali e derivati, olio extravergine; esclusivamente bio devono essere uova, yogurt e succhi di frutta. Biologici in quota almeno pari al 50% anche i prodotti lattiero-caseari, la carne, e il pesce da acquacoltura.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0925-antincendio

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-11/04/2018-06:00
--

Antincendio, dopo 16 anni gli istituti non sono ancora a norma

-
Il decreto Minniti-Fedeli del 21-03-2018 sulla sicurezza
-
Il ministro dell'Interno Minniti di concerto con il ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Fedeli ha disposto, con il Decreto 21-03-2018 (pubblicato in G. U. 29-03-2018, n. 74), fatti salvi gli obblighi stabiliti in particolare dagli artt. 3 e 4 del DPR n. 151/2011 e ferma restando l'integrale osservanza del Decreto 26-08-1992, che le attività di adeguamento degli edifici e dei locali adibiti a scuole di qualsiasi tipo, ordine e grado, potranno essere realizzate secondo le indicazioni attuative contenute nel D.M. 26-08-1992 e in base a un livello di priorità programmatica.
Tra le priorità vengono indicate le disposizioni di cui ai punti 7, 8, 9 e 10 del Decreto 26 agosto 1992 relative all'impianto elettrico di sicurezza che deve alimentare l'illuminazione di sicurezza, compresa quella indicante i passaggi, le uscite e i percorsi delle vie di esodo che garantisca un livello di illuminazione non inferiore a 5 lux e all'impianto di diffusione sonora e/o impianto di allarme.
Rientrano inoltre:
- il sistema di allarme che deve avere caratteristiche atte a segnalare il pericolo a tutti gli occupanti il complesso scolastico ed il suo comando deve essere posto in locale costantemente presidiato durante il funzionamento della scuola;
- gli estintori portatili in ragione di uno ogni 200 metri quadrati di pavimento o frazione, con un minimo di due estintori per piano;
- la segnaletica di sicurezza di cui al D. Lgs n. 493/1996;
- il registro dei controlli, che deve essere costantemente aggiornato e disponibile per i controlli da parte dell'autorità competente, ove sono annotati tutti gli interventi e i controlli relativi all'efficienza degli impianti elettrici, dell'illuminazione di sicurezza, dei presidi antincendio, dei dispositivi di sicurezza e di controllo, delle aree a rischio specifico e dell'osservanza della limitazione dei carichi d'incendio.
Il Decreto del 21-03-2018 richiama inoltre espressamente anche le disposizioni elencate nel punto 12 delle norme di prevenzione incendi per l'edilizia scolastica contenute in allegato al più volte citato Decreto 26 agosto 1992.
Tra queste ricordiamo che:
- deve essere predisposto un piano di emergenza;
- devono essere fatte prove di evacuazione, almeno due volte nel corso dell'anno scolastico;
- le vie di uscita devono essere costantemente sgombre da qualsiasi materiale;
- le attrezzature e gli impianti di sicurezza devono essere controllati periodicamente;
- nei locali ove vengono depositate o utilizzate sostanze infiammabili o facilmente combustibili oltre al fumare è fatto divieto di usare fiamme libere;
- al termine dell'attività didattica o di ricerca, l'alimentazione centralizzata di apparecchiature o utensili con combustibili liquidi o gassosi deve essere interrotta azionando le saracinesche di intercettazione del combustibile, la cui ubicazione deve essere indicata mediante cartelli segnaletici facilmente visibili;
- negli archivi e depositi, i materiali devono essere depositati in modo da consentire una facile ispezionabilità, azionando corridoi e passaggi di lunghezza non inferiore a 0,90 m.
Le norme di prevenzione antincendio e di sicurezza degli edifici scolastici e del personale che in essi circola (alunni, docenti, personale Ata, dirigenti e genitori) dovrebbero essere prioritarie ed immediatamente operative. Ok, ma i soldi chi ce li mette? Cosa rischiano ancora di più i Ds?
A queste domande non possiamo dare risposte certe, tuttavia non sarebbe male che i Ds ed i rispettivi RSPP, ciascuno per la parte di propria competenza, chieda ai proprietari dell’immobile destinato a scuola il pronto adeguamento e non sarebbe male se, trascorso un ragionevole lasso di tempo ed accertata l’inadempienza, non si invii una ampia a dettagliata documentazione rispettivamente al Prefetto e alla Procura della Repubblica.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0913-settimana-nazionale-musica

- -
CERIPNEWS  IN EVIDENZA  XVIII-10/04/2018-06:00
--

Settimana nazionale della musica a scuola

-
Dal 7 al 12 maggio il MIUR invita ad organizzare appositi eventi
-
Il MIUR, anche quest’anno, promuove ed organizza la Settimana nazionale della musica a scuola, dal 7 al 12 maggio 2018. Il MIUR invita i Ds ad organizzare appositi eventi ed esperienze musicali a cui sono invitati a partecipare i genitori e le forze sociali e culturali esterne alla scuola, sia pubbliche che private.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0904-organico-potenziamento-infanzia

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-09/04/2018-06:00


Organico di potenziamento nella scuola dell’infanzia
La tabella dei posti per Regione riportata da OrizzonteScuola
-
La testata online OrizzonteScuola.it (www.orizzontescuola.it ) ha pubblicato i posti assegnati per Regione sul “potenziamento” nella scuola dell’infanzia. Si tratta in totale di 800 posti comuni da distribuire alle istituzioni scolastiche delle varie regioni proporzionalmente al numero di alunni  frequentanti le scuole dell’infanzia statali.

L’assegnazione dei posti è di competenza degli Uffici Scolastici Regionali. Ciascun USR destinerà alla scuola dell’infanzia, nel limite del contingente assegnato, i posti dell’organico di potenziamento, senza determinare esuberi nell’ambito dei ruoli regionali.

Questi 800 posti non sono di nuova istituzione ma sono il frutto di una rimodulazione dei 48.812 posti già assegnati dalla legge 107/2015 alla scuola primaria e secondaria.

Una previsione suscettibile di modifiche potrebbe essere la seguente:
-

Abruzzo: 24

Lazio: 75

Puglia: 71

Basilicata: 10

Liguria: 17

Sardegna: 22

Calabria: 34

Lombardia: 95

Sicilia: 92

Campania: 102

Marche: 28

Toscana: 55

Emilia Romagna: 45

Molise: 5

Umbria: 15

Friuli Venezia Giulia: 14

Piemonte: 59

Veneto: 37

 

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0895-edilizia-scolastica

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-07/04/2018-06:00
--

Edilizia scolastica: programmazione 2018/2020

-
Pubblicato in G.U. il Decreto del 3 gennaio 2018 sulla Programmazione nazionale triennale
in materia di edilizia scolastica
-
È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 78 del 04/04/2018, il Decreto 03/01/2018, firmato dal Ministro dell'Economia e delle Finanze,  di concerto con il Miur e con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti che definisce la Programmazione nazionale in materia di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020: ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico, costruzione di nuovi edifici, realizzazione e miglioramento delle palestre.
Al fine di favorire interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica statale di proprietà degli enti locali, o di proprietà della Regione per la sola Regione Valle d'Aosta, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti, le Regioni possono essere autorizzate a stipulare appositi mutui con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato.
I mutui possono essere stipulati con la Banca europea per gli investimenti, con la Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa, con la società Cassa depositi e prestiti Spa e con i soggetti autorizzati all'esercizio dell'attività bancaria.
Con decreto da adottare entro 90 giorni è autorizzato l'utilizzo delle ulteriori risorse di cui al cap. 7106 del bilancio di previsione del Miur.
Le Regioni devono trasmettere al Miur e, per conoscenza, al Ministero dell'economia e delle finanze e al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, entro 120 giorni dalla pubblicazione del suddetto decreto, i piani regionali triennali di edilizia scolastica, redatti sulla base delle richieste presentate dagli enti locali, e i relativi aggiornamenti nelle annualità 2019 e 2020.
Nella definizione dei piani, le Regioni devono dare priorità agli interventi nel seguente ordine:
- interventi di adeguamento sismico, o di nuova costruzione per sostituzione degli edifici esistenti nel caso in cui l'adeguamento sismico non sia conveniente, ovvero di miglioramento sismico nel caso in cui l'edificio non sia adeguabile in ragione di vincolo di interesse culturale;
- interventi finalizzati all'ottenimento del certificato di agibilità delle strutture;
- interventi finalizzati all'adeguamento dell'edificio scolastico alla normativa antincendio previa verifica statica e dinamica dell'edificio;
- ampliamenti e/o nuove costruzioni per soddisfare specifiche esigenze scolastiche;
- ogni altro intervento diverso dai precedenti lettere, purché l'ente certifichi che la struttura sia adeguata alle normative vigenti e i relativi dati sono stati inseriti nell'anagrafe dell'edilizia scolastica.
Il Miur procederà a trasmettere i piani regionali al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, e per conoscenza alla Presidenza del Consiglio dei ministri, e ad inserirli in un'unica programmazione nazionale che deve essere predisposta entro 60 giorni dall'avvenuta trasmissione dei piani da parte delle Regioni.
Nel medesimo decreto di approvazione della programmazione unica nazionale e di aggiornamento dei piani, il Miur provvederà a ripartire su base regionale le risorse, tenendo conto dei seguenti criteri:
- edifici scolastici presenti nella regione;
- livello di rischio sismico;
- popolazione scolastica;
- affollamento delle strutture scolastiche.
Gli enti beneficiari trasmettono alle Regioni gli stati di avanzamento dei lavori e la relativa richiesta di erogazione, utilizzando l'apposito sistema informativo di monitoraggio del Miur.
Il Miur predisporrà semestralmente una relazione, sia a livello aggregato sia a livello di singolo intervento, sullo stato di attuazione del programma, che viene trasmessa all'Osservatorio per edilizia scolastica.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0883-sperimentazione-rav-infanzia

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-06/04/2018-06:00
--

Sperimentazione nazionale del RAV per la scuola dell’infanzia

-
Nota MIUR di aggiornamento agli UU.SS.RR., ai Ds e ai Gestori delle Istituzioni scolastiche statali  paritarie con sezioni di scuola dell’infanzia, ai Coordinatori delle scuole dell’infanzia paritarie comunali
-
Il MIUR con nota prot. n. 0005837 del 04-04-2018 indirizzata ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali, ai Ds e ai Gestori delle Istituzioni scolastiche statali  paritarie con sezioni di scuola dell’infanzia, ai Coordinatori delle scuole dell’infanzia paritarie comunali, ha aggiornato gli interessati sulle attività attualmente in corso per l’avviamento della sperimentazione nazionale del RAV per la scuola dell’infanzia, riepilogandone il percorso finora seguito.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL FILE:  06-04-18-rav-infanzia

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0869-domanda-mobilita-online

- -
CERIPNEWS  IN EVIDENZA  XVIII-05/04/2018-06:00
--

Compilazione della domanda di mobilità online

-
Guida MIUR per le operazioni del 2° grado a.s. 2017/2018
-
-
Il MIUR ha pubblicato una Guida alla compilazione della domanda online relativa alle operazioni di mobilità del 2° grado per l’anno scolastico 2018/2019.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  05-04-18-guida-operativa.pdf

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0856-dotazioni-organiche

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-04/04/2018-06:00
--

Dotazioni organiche a.s. 2018/2019

-
Istruzioni operative del MIUR – Prot. n. 0016041.29-03-2018
-
-
Il MIUR ha trasmesso ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali e per conoscenza al Capo Dipartimento per il sistema educativo di Istruzione e formazione e al Capo di Gabinetto del Ministro, la nota prot. n. 0016041 del 29-03-2018 relativa alle dotazioni organiche del personale docente per l’anno scolastico 2018-2019.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL FILE:  04-04-18-dotazioni-organiche

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0855-730-nuovi-oneri

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-04/04/2018-06:00
--

Nel 730 debuttano nuovi oneri

-
Detraibili le spese per l'acquisto di alimenti medici  / Definito il calendario delle presentazioni dei modelli per i redditi del 2017 e per il successivo invio telematico all'Agenzia delle entrate
-
-
Nel modello 730/2018 relativo ai redditi 2017 vedono la luce, per la prima volta, nuove tipologie di oneri detraibili quali le spese per l'acquisto di alimenti medici ai fini speciali introdotti dal collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2018 ( D.L. n. 148/2017) e le modifiche alla detrazione per le spese di locazione sostenute dagli studenti universitari fuori sede.
TERMINI DI PRESENTAZIONE DEL MOD. 730/2018
Al sostituto d’imposta: entro il 9 luglio 2018
Presentazione diretta all’Agenzia delle entrate: entro l 23 luglio 2018
Presentazione al Caf o all’intermediario abilitato: entro il 23 luglio 2018
TRASMISSIONE TELEMATICA ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Modelli 730/2018 elaborati entro il 22/06/2018: entro il 29 giugno 2018
Modelli 730/2018 elaborati dal 23/06 al 30/06/2018: entro il 9 luglio 2018
Modelli 730/2018 elaborati dal 01/07 al 23/07/2018: entro il 23 luglio 2018

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0838-libri-di-testo

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-03/04/2018-06:00
--

Adozioni libri testo 2018/19

-

Le delibere del Collegio docenti seconda decade di maggio; comunicazione dati entro l’8 giugno

-
-

Il Miur ha diramato la nota n. 5571 del 29/03/2018, avente per oggetto l’adozione dei libri di testo per l’anno scolastico 2018/2019.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL FILE:  03-04-2018-libri-di-testo

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
 

   In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte

 CERIPNEWS ® è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001