CERIPNEWS ®           IN EVIDENZA

   
   
Le scadenze  
    più importanti
    e le notizie
    di maggiore 
    rilievo

    

-

-

-

-

--
0376-cambia-sidi

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-19/02/2018-06:00
--

Dal 26 febbraio cambia il SIDI

-
Predisposto un portale in cui piega come fare
-
-
Dal 26 febbraio 2018 il SIDI diventerà uno dei servizi presenti all’interno dell’area riservata del portale MIUR. Pertanto, per accedervi si utilizzerà la stessa utenza usata per tutti gli altri servizi. Il Miur ha predisposto un apposito portale in cui spiega come fare. È necessario selezionare il proprio profilo e una procedura guidata illustra cosa cambierà.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0367-indicazioni-aran

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-17/02/2018-06:00
--

Indicazioni ARAN sulle elezioni delle Rsu

-
La Commissione elettorale deve essere insediata entro il 23 febbraio
e formalmente costituita entro il 28 febbraio 2018
-
-
Con circolare n. 1/2018 l’ARAN ha dettato istruzioni in vista delle prossime elezioni per le Rsu.
Tutte le amministrazioni hanno l’obbligo di consentire ai componenti delle Commissioni elettorali l’assolvimento dei propri compiti utilizzando ogni forma di flessibilità nell’organizzazione del lavoro. La Commissione elettorale deve essere insediata entro il 23 febbraio 2018 e formalmente costituita entro il 28 febbraio 2018.
Per lo svolgimento delle funzioni di cui sopra, Commissione elettorale, Presidente e Scrutatori non hanno diritto alla percezione di alcuna remunerazione aggiuntiva, né ad alcun riposo compensativo, partendo dal presupposto (teorico! ndr) che tutte le attività scolastiche previste da leggi o da disposizioni normative costituiscono un dovere d’ufficio del personale della scuola.
Per la serie: hai voluto le Rsu … e quindi te le piangi, ovviamente pagandone anche le conseguenze!
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  17-02-18-NOTA-ARAN

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0360-rapporto-almadiploma

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-16/02/2018-06:00
--

Rapporto AlmaDiploma 2018: metà dei diplomati
si pente per la scelta dell’indirizzo

-
I diplomati tecnici e ancora di più i liceali, tendenzialmente risultano più appagati
della scelta compiuta
-
-
A pochi mesi dalla conclusione degli studi, il 45% dei diplomati del 2016 ha dichiarato di aver sbagliato a scegliere scuola o indirizzo; dopo un anno gli stessi ragazzi si dichiarano pentiti nel 42% dei casi. É questa la fotografia del Rapporto 2018 sulla Condizione occupazionale e formativa dei diplomati realizzata da AlmaDiploma.
I diplomati meno convinti della scelta compiuta a 14 anni risultano quelli degli istituti professionali; tra questi, inoltre, nel corso del primo anno successivo al conseguimento del titolo, si acuisce il malcontento rispetto alla scelta compiuta.
I diplomati tecnici e ancora di più i liceali, risultano invece essere tendenzialmente i più appagati della scelta compiuta. Ad un anno dal diploma, poi, 67 diplomati su 100 proseguono la propria formazione e sono iscritti a un corso di laurea.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0354-pagamento-supplenze-brevi-saltuarie

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-15/02/2018-06:00
--

Pagamento supplenze brevi e saltuarie

-

Chiarimenti in merito alle spettanze stipendiali

-
-
Con una nota inviata alle Istituzioni scolastiche il MIUR precisa che il pagamento delle spettanze ai supplenti brevi e saltuari è regolato dal DPCM del 31 agosto 2016, che prevede l'interazione sostanzialmente di 2 Amministrazioni: MIUR e MEF .
Il
primo gestisce l'acquisizione dei contratti e l'assegnazione delle risorse finanziarie a copertura dei contratti stipulati; il secondo gestisce il calcolo e l'elaborazione dei ratei stipendiali e l'iter di pagamento degli stessi.
Il processo di pagamento prevede che, a seguito dell'assegnazione delle risorse ai POS da parte del MIUR e della validazione degli importi da parte del MEF (UCB), il MEF (NOIPA) proceda all'emissione dei cedolini per l'effettivo pagamento.
Poiché alla data odierna risultano predisposte dal MIUR, e validate dall'UCB, tre assegnazioni per un valore complessivo pari a 181 milioni di euro per l'e.f. 2018
, si suggerisce quindi di monitorare, attraverso NOIPA, lo stato di avanzamento del processo di pagamento per quanto di competenza.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0343-apertura-funzioni

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-14/02/2018-06:00
--

Apertura funzioni O.D. 2018/2019

-
La funzione sarà disponibile in un secondo momento per il 1° anno dei nuovi indirizzi degli Ip
-
-

Dal 12 febbraio p.v. saranno aperte le funzioni per l'acquisizione dei dati degli alunni e delle classi di tutti gli ordini/gradi. Tale funzione sarà disponibile in un secondo momento  per il primo anno dei nuovi indirizzi degli Istituti professionali.
-
La nota Miur
Apertura Organico di Diritto a.s. 2018/2019 - Scuole Statali Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo e Secondo Grado
“”” Si comunica agli utenti che le funzioni per l'acquisizione dei dati degli alunni e delle classi delle istituzioni scolastiche di tutti gli ordini/gradi sono disponibili dal 12 febbraio p.v. L'inserimento al momento non sarà possibile per il primo anno di corso dei nuovi indirizzi degli istituti professionali, in attesa del perfezionamento di alcune propedeutiche attività amministrative. Seguirà apposita comunicazione non appena terminate le attività di modifica.”””

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0341-vicepreside-aggredito

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-13/02/2018-06:00
--

Vicepreside di Foggia aggredito da un genitore

-
Il docente aveva “osato” rimproverare il figlio!
-
-
Ha riportato 30 giorni di prognosi il vicepreside di una scuola media di Foggia colpito alla testa e all’addome da pugni e calci dal genitore di un alunno che il giorno prima era stato rimproverato. Il docente ha subito traumi all’addome e al volto. Il vicepreside il giorno prima, mentre svolgeva la sua funzione di vigilanza degli alunni all’uscita dalla scuola aveva rimproverato l’alunno perché spingeva e rischiava di far cadere le compagne ed i compagni in fila davanti a lui. Di conseguenza è stato preso per il braccio e allontanato dalla fila. Da qui la rabbia del genitore che ascoltando la versione del figlio, senza chiedere alcun chiarimento, il giorno dopo si è scagliato contro il docente. A nulla è valso l’intervento di alcuni professori e dei collaboratori scolastici perché l’aggressione è stata repentina. Sul posto sono accorsi la Polizia e gli operatori del 118.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0340-quando-il-giudice-straripa

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-13/02/2018-06:00
--

Quando il giudice straripa

-
Docenti accusati di non aver fatto abbastanza per evitare il gesto insano della 16enne forlivese
-
-
Il processo in corso a Forlì ai genitori di Rosita Raffoni, la 16enne che nel 2014 si gettò dal tetto del liceo che frequentava ha vissuto un momento di tensione tra il mondo della scuola e il giudice che ha accusato i prof chiamati a testimoniare, di non aver fatto abbastanza e dagli insegnanti ci si aspetta di più.
I 200 docenti coinvolti in una lettera non ci stanno ad essere additati come responsabili, sia pure indirettamente e precisano di essere isolati di fronte a tutto quanto la società non sa gestire e che è facile trovare un capro espiatorio.
Si precisa che la madre della ragazza è imputata per maltrattamenti e il padre per istigazione al suicidio. La Procura forlivese li ha portati in giudizio accusandoli di aver isolato la ragazza, di averla umiliata e quando lei non ne poté più e minacciò di farla finita,la sgridarono ad uccidersi.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0333-concorso-docenti-abilitati

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-12/02/2018-06:00
--

Concorso docenti abilitati

-
Le domande, on line, si potranno presentare dalle ore 09:00 del 20 febbraio 
alle ore 23:59 del 22 marzo 2018 // Cosa prevede la prova orale non selettiva
-
-
Il decreto relativo al Regolamento per il concorso riservato agli abilitati (DM 995/17) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Adesso gli interessati sono in attesa del bando di concorso che si riteneva poteva essere pubblicato il 6 febbraio u.s.. Secondo il Miur si prevedono circa 100mila potenziali candidati.
Le domande, on line, si potranno presentare dalle ore 09:00 del 20 febbraio alle ore 23:59 del 22 marzo 2018.
Come abbiamo pubblicato nella prima edizione del 5 febbraio u.s. (http://www.ceripnews.it/notizie.htm#0272-concorso-docenti-abilitati) è prevista solo una prova orale non selettiva.
-
LA PROVA ORALE NON SELETTIVA
Come è già noto il concorso prevede una prova orale non selettiva e la costituzione, nelle varie regioni, di una graduatoria di merito per ogni classe di concorso/ambito e per il sostegno in base al punteggio della prova (max 40 punti) a cui si aggiunge quello di titoli e servizi (max 60 punti).
La prova orale consiste in una lezione simulata e nell’esplicitazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari e al contesto scolastico indicati dalla commissione.
La prova orale, che verte sui contenuti indicati nell’allegato A al DM n.95/2016 relativamente alla scuola secondaria, valuterà anche la capacità di comprensione e conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.
Per il posto comune la prova valuta la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare anche mediante l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.
Per i posti di sostegno la prova valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno alla studentessa e allo studente con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche
.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0314-quale-dirigenza

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-09/02/2018-06:00
--

Quale dirigenza nella scuola dell’autonomia?

-

Interessante tavola rotonda all’Università di Catania

-
-

La notizia della “sospensione” dal servizio della preside del Liceo Regina Margherita di Torino, che ha fatto il giro del web, ha imposto una riflessione sull’odierno ruolo del Ds nel corso di una tavola rotonda che si è svolta all’Università di Catania.
É stato osservato che la funzione dirigenziale intreccia responsabilità amministrative e di “datore di lavoro” senza esserlo, e la dimensione educativa che sollecita ascolto, attenzione, dialogo e positiva relazione all’interno della comunità scolastica.
I molteplici compiti del Ds, che vanno dall’organizzazione degli spazi, al clima di accoglienza e di relazione, dalle complesse norme della sicurezza, alla gestione amministrativa delle risorse, lo rendono quasi un “equilibrista “ si diventa a volte anche “eroe” nel sapere intrecciare e collegare le molteplici dimensioni connesse con il ruolo e la funzione dirigenziale che si connota per lo stile efficace ed efficiente che rendono “la scuola, un corpo vivo, presidio di democrazia e di partecipazione” come ha affermato la prof.ssa Tomarchio durante la tavola rotonda che si è svolta all’Università di Catania.
La centralità pedagogica della scuola assegna alla leadership dirigenziale una specifica connotazione di “leader educativo” che, come disegnato dalla commissione europea deve possedere: coraggio, ottimismo, realismo, coerenza, impegno, capacità di gestire le risorse e risolvere i problemi e tanto “appetito di apprendimento”.
Utilizzando le metafore che corredano la presentazione della leadership all’immagine del castello che prevede un principe, un capitano, un esercito di soldati, degli ordini da eseguire, si contrappone quella dell’orchestra che rende i musicisti attori e protagonisti, con il direttore che svolge la funzione di coordinamento ed è bello vedere anche “orchestre senza direttore” e la responsabilità diffusa tra i partecipanti che diventa garanzia di successo.
Creare e sentirsi “azionisti” nell’impresa educativa della scuola costituisce l’impegno primario del Ds che guida una comunità scolastica, complessa e variegata, dove i ruoli di ciascun componente hanno sempre una connotazione educativa e si ricerca il miglior bene dello studente che “cresce, diventa uomo, apre i suoi occhi al vero e scopre la dimensione dei valori”. (giuseppe adernò)

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0304-sciopero

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-08/02/2018-06:00
--

Sciopero degli insegnanti e ATA il 23 febbraio

-
Cobas Scuola: manifestazione nazionale a Roma contro un contratto disastroso; lo Snals non firmerà il contratto, la Uil Scuola pone le sue condizioni // L'Aran convoca per oggi alle 14:30
-
-
Gli insegnanti diplomati dal magistrale entro l’anno scolastico 2001/2002 hanno aderito allo sciopero generale della scuola, con manifestazione nazionale a Roma, organizzato dai Cobas.
E così il 23 febbraio oltre ai diplomati magistrali stroncati dalla recente sentenza di esclusione dalle GaE, i Cobas invitano allo sciopero e in piazza i precari/e insieme a tutti i Docenti ed ATA che vogliono impedire un contratto disastroso, con aumenti di orari e di obblighi di sudditanza ai presidi in cambio di una misera mancetta salariale.
I Cobas per quanto riguarda
le/i diplomate/i magistrali  chiedono:
- che le/gli maestre/i in ruolo che hanno superato l’anno di prova debbano conservare il posto;
- la permanenza nelle GaE con il punteggio acquisito delle/i diplomate/i e la riapertura delle GaE per chi ha l’abilitazione (diplomati magistrali con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/2002, laureati in Scienze della Formazione primaria Vecchio e Nuovo ordinamento,  PAS, TFA, ecc.);
- l’immissione in ruolo dei precari/e con 3 anni di servizio nelle scuole di ogni ordine e grado.
Lo sciopero, convocato dai Cobas Scuola e da altri sindacati autonomi, coinvolge tutti/e i Docenti ed ATA delle scuole di ogni ordine e grado, sia perché gli obiettivi riguardano l’intero precariato sia perché esiste un giustificato e forte allarme per un contratto che si vuole tentare di chiudere al ribasso nonostante il blocco decennale che ha sottratto il 20% del salario alle/ai lavoratrici/tori, per non parlare dell’introduzione negli obblighi scolastici del peggio della legge 107/2015.
Secondo il portavoce nazionale dei Cobas Scuola, Piero Bernocchi, la bozza presentata in contrattazione intende imporre:
a) l’accorpamento delle ore per le attività funzionali, non più 40+40 ore ma 80 ore obbligatorie comunque, ove infilare di tutto ; b) che le attività di “potenziamento” e organizzative diventino obbligatorie, a totale discrezione dei presidi;
c) che l’attività di tutoraggio per l’Alternanza scuola-lavoro sia un adempimento dovuto e non retribuito;
d) che la formazione sia non pagata e fuori orario di servizio;
e) che siano introdotte nel codice disciplinare nuove “voci” per la sospensione dal servizio e dallo stipendio, sospensione comminata dal Dirigente scolastico.
Secondo i Cobas Scuola queste intollerabili proposte
vanno rifiutate scioperando massicciamente il 23 febbraio e partecipando alla manifestazione nazionale. Va bloccato l’ulteriore immiserimento delle condizioni salariali e di lavoro con una risposta immediata, che rivendichi il pieno recupero della perdita salariale dell’ultimo decennio e respinga l’introduzione nel contratto di tutte le nefandezze della cattiva scuola renziana.
Apprendiamo che anche lo Snals Confsal respinge al mittente le proposte presentate dall’Aran e fa sapere che se non cambieranno non firmerà il contratto. Nell’occhio del ciclone anche per lo Snals le norme di disciplineranno il rapporto di lavoro, le sanzioni, i poteri ai Dirigenti scolastici e le materie da affidare alla contrattazione e da sottrarre  alla legge 107/2015.
Dei sindacati confederali solo la Uil Scuola condiziona la sua firma sul rinnovo del contratto solo se si sbloccano le sanzioni disciplinari, si garantisca la liberta di docenti e si riduca il “potere” dei Dirigente scolastico. Intanto l'Aran ha convocato i sindacati per oggi, alle ore 14:30, per proseguire l trattative per il rinnovo contrattuale del Comparto dell'Istruzione e della Ricerca relativo al triennio 2016/2018 e staremo a vedere come andrà a finire.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0293-cessazioni-ds

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-07/02/2018-06:00
--

Cessazioni Dirigenti scolastici

-
Domande entro il 28 febbraio 2018
-
-
Il personale dirigente scolastico interessato a produrre la domanda di cessazione dal servizio dal 1° settembre 2018 dovrà farlo, sempre tramite la procedura web POLIS, entro il 28 febbraio 2018, così come previsto dall’art.12 del CCNL 15/07/2010 dell’Area V della Dirigenza scolastica.
Per la pensione di vecchiaia il requisito anagrafico è di 66 anni e 7 mesi compiuti entro il 31 agosto 2018 (collocamento d’ufficio) o, a domanda, entro il 31 dicembre 2018 sia per gli uomini che per le donne, con almeno 20 anni di anzianità contributiva.
La pensione anticipata, rispetto a quella di vecchiaia, potrà conseguirsi, a domanda, solo al compimento di 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva, per le donne, e 42 anni e 10 mesi per gli uomini da possedersi entro il 31 dicembre 2018, senza operare alcun arrotondamento.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0294-part-time-nella-scuola

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-07/02/2018-06:00
--

Part-time nella scuola

-
Domande entro il 15 marzo 2018
-
-
Il personale docente, educativo ed ATA a tempo indeterminato può presentare la domanda per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale entro il 15 marzo 2018.
Le domande vanno indirizzate alla Direzione Scolastica Regionale e presentate al Dirigente scolastico della scuola di servizio. La domanda deve inoltre riportare il parere del dirigente scolastico.
Si precisa che la scadenza del 15 marzo riguarda anche i lavoratori che instaurano un nuovo rapporto di lavoro a tempo determinato, per i quali è possibile l’attivazione del part-time anche al momento della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0283-accessi-sidi

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-06/02/2018-06:00
--

Modalità di accesso al SIDI

-
Cambia l’accesso all’Area Riservata del portale del Miur
-
-
Dal 26/02/2018 cambiano le modalità di accesso all’Area Riservata del portale del Miur. Per le istruzioni, aprire il link: http://www.istruzione.it/accesso-sidi/

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0275-corso-montessori

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-05/02/2018-06:00
--

Corso Montessori

-
La domanda di ammissione va presentata entro il 3 marzo p.v.
-
-
L’Opera Nazionale Montessori, Ente morale con personalità giuridica, accreditato per la Formazione Montessori dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, titolare di Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2008 per la formazione superiore e continua, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Gesualdo Nosengo” di Petrosino, organizza a Trapani il corso di differenziazione didattica Montessori per insegnanti di scuola dell’infanzia (500 ore) autorizzato dal MIUR con D.M.58 del 04/07/2007 e per insegnanti di scuola primaria (550 ore) autorizzato dal MIUR con D.M.59 del 04/07/2007.
La domanda di ammissione va presentata entro il 3 marzo 2018. La domanda di iscrizione va presentata entro il 24 marzo 2018.
I corsi inizieranno il 7 aprile 2018 e si svolgeranno a Trapani in via Capitano Verri, 47.
Le lezioni si svolgeranno il sabato dalle ore 9,00 alle ore 18,00 (con pausa pranzo) e la domenica dalle ore 9,00 alle ore 13,00 con cadenza quindicinale.

Per informazioni rivolgersi alla Segreteria amministrativa dei corsi:  Istituto Comprensivo “Gesualdo Nosengo”; Via Gianinea, 34 – 91020 Petrosino (TP)
Direttore del corso: Giuseppe Inglese 0923985877 – 3208638375
Coordinatori scientifici: Vita Cusumano 3280744371 – Francesca Errera 3291093863
Documentazione da scaricare ai seguenti link
www.icnosengo.gov.it // http://www.operanazionalemontessori.it/

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0266-sicilia-progetti-aree-a-rischio

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-03/02/2018-06:00
--

Sicilia: progetti aree a rischio e a forte processo immigratorio

-
L’USR ha comunicato alle scuole gli importi assegnati per l’a.s. 2017/2018
-
-
Con riferimento all’Ipotesi di CCIN, nota MIUR prot. n. 5094 del 16/10/2017 e ai sensi dell’art.1 della bozza dell’Ipotesi del CIR del 10/11/2017, l’USR Sicilia ha fornito gli elenchi delle Istituzioni scolastiche, i cui progetti sono stati validati, con l’indicazione dell’importo assegnato.
Nella nota di trasmissione il vice direttore, Marco Anello, comunica che “nelle more della procedura di certificazione del CCIN e della conseguente sottoscrizione del CIR, le attività progettuali potranno essere avviate precisando che la realizzazione delle stesse dovrà avvenire entro e non oltre il 30 giugno 2018”.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0259-mobilità-2018-2019

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-02/02/2018-06:00
--

Mobilità 2018/2019, pronti al via

-
Le istanze on line saranno presentate nel mese di aprile
-
-
L’Ordinanza Ministeriale per la mobilità 2018/2019 sarà la fotocopia dell’OM 221/2017, eccetto per le date di presentazione delle domande, per il termine ultimo comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili e per la pubblicazione dei movimenti.
Le domande di mobilità saranno presentate attraverso il sistema informatizzato delle istanze on line del Miur, nel mese di aprile, subito dopo Pasqua.
L’elenco di coloro che hanno ottenuto il trasferimento o il passaggio sarà pubblicato all’albo dell’Ufficio territoriale di destinazione, per gli AT saranno riportati i codici delle aree professionali richieste nella domanda.
Al personale che ha ottenuto il trasferimento o il passaggio sarà data comunicazione del provvedimento presso l’Ufficio territorialmente cui è stata presentata la domanda e per posta elettronica all’indirizzo inserito all’atto della registrazione nel portale Istanze on line.
Gli Uffici territorialmente competenti provvederanno alle relative comunicazioni alla scuola o istituto di provenienza; alla scuola o istituto di destinazione; al locale Dipartimento provinciale del tesoro.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0249-materie-maturità

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-01/02/2018-07:00
--

Maturità: ecco le materie per la seconda prova scritta

-
Poche sorprese anche quest’anno // Si comincia il 20 giugno con la prova di Italiano
-
-
La seconda prova scritta degli Esami di Stato per quest’anno scolastico è stata resa nota puntualmente ieri, 31 gennaio:
Di seguito alcune materie:
Classico: Greco
Scientifico: Matematica
Servizi enograstronomici e ospitalità alberghiera: Scienza e cultura dell’alimentazione
Servizi commerciali: Tecniche professionali dei servizi commerciali
Musicale: Teoria, analisi e composizione
Coreutico: Tecniche della danza
Scienze umane: Scienze umane (anche per l’opzione economico sociale).
Le date:
20 giugno: prova di Italiano
21 giugno: seconda prova scritta
25 giugno: terza prova (quizzone).
La Maturità di quest'anno sarà ricordata come ultimo esame con il vecchio sistema: dal 2019, infatti, entreranno in vigore le nuove regole, a meno che il governo che uscirà dalle urne il 4 marzo prossimo non la pensi diversamente. Se tutto resta confermato secondo il modello Fedeli la novità più clamorosa riguarda l'abolizione del "quizzone" e quindi l'esame scritto sarà composto soltanto dalla prima prova di Italiano e dalla seconda prova di indirizzo; al posto della terza prova verrà introdotta la prova Invalsi su Italiano, Inglese e Matematica, con la particolarità che essa si svolgerà durante l'anno scolastico e il voto non influirà sul risultato e voto finale. Altra novità riguarderà l'ASL le cui risultanze saranno oggetto di discussione in fase di colloquio finale. A cambiare saranno anche i criteri di ammissione all'esame: non servirà più la sufficienza in tutte le materi, basterà la media del 6, in cui viene compreso anche il voto di condotta.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
--
0247-abbandono-scolastico

- -
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-01/02/2018-06:00
--

I costi dell’abbandono scolastico

-
Buttati 27,5 miliardi di euro in 10 anni
-
-
Ventisette miliardi e mezzo di euro: ecco quanto è costato negli ultimi anni l’abbandono degli studenti nella scuola pubblica, stando ai calcoli della nota testata TuttoscuolA.com su dati del Miur.
-
L’abbandono scolastico in 10 anni nelle superiori:
Classe II: 708.895
Classe III: 227.457
Classe IV: 426.657
Classe V: 381.133
Gli alunni che poi abbandonano frequentano per 2,3 anni
I costi: 6.914,31 è quanto spende lo Stato per ogni studente della scuola secondaria superiore
Il costo della dispersione scolastica negli ultimi 10 anni è stato per l’esattezza: 27.438.139.345 di euro.

--

--

 - 
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
 

   In caso di riproduzione 
    totale o parziale dell'Agenzia, 
    è obbligatorio citare la fonte

 CERIPNEWS ® è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001