-

-

-

CERIPNEWS ®   
Gli eventi scolastici più rilevanti pubblicati nella Testata
ARCHIVIO NOTIZIE

- -

-

-

-

--
node-3253-vigilanza-minori

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//31-10-2017//10:00//NODE 3253//3ª EDIZIONE
--

Vigilanza minori, emendamento in Finanziaria?

-
Accantonata l’ipotesi iniziale di un disegno di legge ad hoc,
come alternativa si pensa anche ad un decreto
-

L’ipotesi di presentare un disegno di legge ad hoc sulla vigilanza dei minori con meno di 14 anni di età ed aggirare l’attuale obbligo da parte dei genitori di andare a prendere il figlio a scuola, se minore di 14 anni, o di delegare un’altra persona adulta sarebbe stata accantonata dal Miur, stante l’urgenza, e si ipotizza un emendamento al collegato alla Finanziaria, anche se non si esclude del tutto il ricorso al decreto, che però dovrebbe essere approvato entro 60 giorni, una strada alquanto complessa.
L’ipotesi emendamento è stata confermata anche dalla Ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, che tende a far diventare norma la “liberatoria” verso la scuola per consentire l’andata e ritorno da scuola a casa dei minori, assumendosi di conseguenza tutte le responsabilità che ne conseguono e sgravando l’istituzione scolastica da ogni responsabilità.
L'emendamento che dovrà essere depositato al senato nel pomeriggio, per la precisione entro le ore 15:00, per rientrare nella discussione della Legge di Bilancio, tende ad esonerare il personale scolastico dalla responsabilità connessa all'obbligo di vigilanza.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3248-sicilia-assistente-comunicazione

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//31-10-2017//06:00//NODE 3248
--

Sicilia, ok per l’assistente alla comunicazione

-
La Conferenza Stato-Regioni quando recepirà il D.A. della Regione Siciliana?
-

L’Assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione della Regione Siciliana, di concerto con il Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, con proprio Decreto Assessoriale n. 5630 ha recentemente definito il profilo professionale ed il percorso formativo dell’assistente all’autonomia e alla comunicazione, da inserire nel relativo Repertorio regionale delle qualifiche.
L’importanza dell’assistente alla comunicazione, afferma Gianluca Rapisarda, Direttore dell’I.Ri.Fo.R., in un articolo pubblicato sulla testata web OrizzonteScuola.it, non significa medicalizzare i casi o eliminare gli insegnanti di sostegno, quanto piuttosto voler riaffermare e riproporre una volta per tutte la necessità della specificità educativa e pedagogica per un processo di inclusione davvero di qualità degli alunni.
Adesso, conclude Rapisarda, l’auspicio è quello che la Conferenza Stato-Regioni recepisca tempestivamente il D.A. della Regione Siciliana, e che soprattutto dia concretamente seguito a quanto previsto dall’art. 3, co. 4 del Decreto legislativo n. 66/17, riconoscendo finalmente questa figura come necessaria per garantire agli alunni con disabilità un sostegno diffuso, promosso da tutto il contesto e non solo dal docente specializzato.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3247-miur-soccombente

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//31-10-2017//06:00//NODE 3247
--

Il Miur ancora soccombente

-
Ordinanza del CdS che intima l’«immediata esecuzione» della decisione adottata
-

Il Consiglio di Stato, con Ordinanza n. 4776/2017, ha imposto al Miur di dare puntuale e immediata esecuzione alla precedente decisione già favorevole ad alcuni ricorrenti che avevano impugnato – a seguito del piano assunzionale - la mobilità conseguente all’algoritmo farlocco che non aveva tenuto conto dell’ordine di graduatoria e della posizione spettante ai ricorrenti.
Adesso, con questo provvedimento, il Consiglio di Stato ha imposto all’Amministrazione di dare «puntuale esecuzione all’ordinanza cautelare, entro il termine di trenta giorni dalla comunicazione del provvedimento medesimo, con riserva di nominare alla prossima udienza camerale, in caso di persistente inottemperanza, un commissario ad acta e/o di adottare altre misure per l’attuazione coattiva».

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3246-giornata-sicurezza-scuole

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//31-10-2017//06:00//NODE 3246
--

Giornata per la sicurezza nelle scuole

-
Adesione alla campagna nazionale di Cittadinanzattiva entro il 6 novembre prossimo
-

In occasione della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole che si celebra il 22 novembre, Cittadinanzattiva ha predisposto per le scuole di ogni ordine e grado un kit didattico gratuito che contiene: poster sui piani di emergenza a scuola e nel comune e depliant per docenti e genitori sui piani di emergenza a scuola e nel comune.
Per ricevere il kit basta semplicemente iscrivere il proprio istituto alla giornata per la sicurezza di Cittadinanzattiva compilando il form presente sul sito dell'associazione.
Il materiale perverrà nella sede scolastica nel corso della settimana in cui si celebra la Giornata (dal 20 al 24 novembre p.v.).
Il materiale e la spedizione sono gratuiti. Per tutti gli istituti che non potranno ricevere il materiale, sarà possibile scaricarlo direttamente dal sito www.cittadinanzattiva.it , Sezione Scuola, dal prossimo 16 novembre.
Saranno soddisfatte le richieste che perverranno entro e non oltre il 6 novembre e fino ad esaurimento del materiale.
La Giornata per la sicurezza nelle scuole di Cittadinanzattiva rientra nella campagna nazionale dell’Associazione che ha tra i suoi obiettivi:
- contribuire alla messa in sicurezza delle scuole italiane;
- lavorare per il radicamento della cultura della sicurezza e della salute tra i più giovani;
- creare collegamenti stabili tra le scuole e il territorio per la gestione comune dei rischi legati al comune di appartenenza.
Dopo la Giornata due sono gli appuntamenti che potrebbero interessare la scuola:
- partecipare al Monitoraggio di un campione di edifici scolastici sulla Sicurezza, qualità, accessibilità a scuola, che si svolgerà tra Febbraio e Maggio 2018;
- partecipare con dei propri progetti già realizzati alla XII edizione del Premio Buone Pratiche di Educazione alla Sicurezza ed alla Salute a Scuola “Vito Scafidi” (aprile 2018).
Le iscrizioni resteranno aperte fino al 6 novembre.  

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3243-legge-di-bilancio

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//30-10-2017//14:30//NODE 3243//3ª EDIZIONE
--

La scuola nella Legge di Bilancio

-

Il Decreto Fiscale all’esame della Commissione Bilancio

-

Dal 6 al 10 novembre l’Aula di Palazzo Madama non sarà convocata perché c’è l’esame in Commissione Bilancio del Decreto Fiscale collegato, che è già stato pubblicato in Gazzetta, è in vigore e deve solo essere convertito in Legge, e della manovra.
La scadenza per emendamenti al Decreto Fiscale resta confermata per le ore 15:00 di domani, martedì 31 ottobre. Le proposte di modifica alla Manovra dovranno essere presentate entro le ore 12:00 di venerdì 10 novembre.
Le misure per l’istruzione e l’università vanno dall’art. 53 all’art. 57 incluso, che riportiamo integralmente (link appresso). Per quanto riguarda i restanti articoli di interesse generale e categoriale si precisa che vengono innalzate le soglie di reddito per ottenere il bonus Irpef da 80 euro (il tetto di 24.000 euro sale a 24.600 e quello di 26.000 sale a 26.600). Ciò dovrebbe consentire di “salvare” gli 80 euro dei dipendenti pubblici, che con il rinnovo del contratto supererebbero la soglia ad oggi vigente per ricevere il bonus.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  30-10-17-legge-bilancio
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3239-le-favole-della-ministra

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//30-10-2017//10:30//NODE 3239//2ª EDIZIONE
--

Le favole della Ministra

-
Per essere bene accolte devono essere credibili, quelle della Fedeli non lo sono!
-

Nel confortevole, ovattato e addomesticato uditorio della Conferenza programmatica del Pd a Pietrarsa, la responsabile del Miur, Valeria Fedeli, ancora una vota ha raccontato favole, dando per scontato il percorso formativo triennale (Fit), la formazione iniziale con tirocinio, il concorso riservato ai docenti abilitati, il prossimo concorso per Dirigenti Scolastici e per Dsga, ed ha anche annunciato la sua personale attenzione alle problematiche degli insegnanti di scuola dell’infanzia e del personale ATA. Come ciliegina sulla torta s’è buttata anche sugli abusi dei beneficiari della legge 104!
Ora, al di là dei comunicati stampa, spesso pubblicati in toto per abbondanza di spazio sulle testate cartacee e web, nasce sempre più il sospetto che la Ministra non si renda conto che a raccontare favole (per non dire altro!) bisogna essere credibili; e quelle che racconta la Fedeli non lo sono!
Fermo restando che con il Fit stiamo parlando di un futuro ben lontano e che va ben oltre le elezioni politiche, con tutte le conseguenze del caso; che il bando del concorso per DS è drammaticamente fermo, nonostante il Regolamento pubblicato da tempo; che il concorso per i Dsga, che si attende da oltre 16 anni (l’ultimo si è espletato nel 2000!) è tutto da costruire; che l’attenzione al personale docente della scuola dell’infanzia dovrebbe determinare il potenziamento dell’organico che non si fa e che il personale ATA, oltre alle assunzioni annunciate, esige prima di tutto rispetto nelle funzioni/mansioni esercitate; che c’azzecca la sparata sulla 104?
Nella logica dei corsi e ricorsi ci potrebbe anche stare, perché di tanto in tanto il caso esplode e poi svanisce nel nulla, ma nel contesto della relazione napoletana c’entrava molto meno! Eppure siccome per la Ministra è d’uopo straripare quando parla, non ha perduto l’occasione per scontentare quella categoria di personale della scuola che certamente non gode affatto di avvalersi della 104. E se abusi ci sono stati o continuano ad esserci, la colpa è anche e soprattutto delle certificazioni facili e dei mancati controlli periodici che dovrebbero validare o meno tale beneficio. Ma questo implicherebbe un’amministrazione seria e responsabile a tutti i livelli. Cosa ben lontana dal modus vivendi et operandi del nostro Belpaese. (ninni bonacasa)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
NODE-3235-BACCHETTATE-DA-PAPA-FRANCESCO

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//30-10-2017//06:00//NODE 3235
--

Le bacchettate di Papa Francesco

-
Gli appalti privati e pubblici al ribasso ledono la dignità del lavoro
-

Papa Francesco in un videomessaggio inviato alla 48ª Settimana sociale dei cattolici italiani, organizzata a Cagliari dalla Cei proprio sul tema del lavoro, ha bacchettato un po’ tutti i datori di lavoro privati e pubblici “che spesso mortificano la dignità e le tutele del lavoratore quando lo considerano una riga di costo di bilancio”.
Papa Bergoglio ha fatto espresso riferimento ad una prassi discussa, in uso nel privato, ma anche applicata nella P.a., che negli appalti e nei bandi per i servizi professionali, punta spesso a ottenere il massimo risparmio fino a richiedere prestazioni gratuite o pagate solo 1 euro.
Dopo il monito del Pontefice qualcuno cambierà idea? Sarebbe auspicabile! (n.b.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
NODE-3234-LINEE-GUIDA-CFU

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE// XVII//30-10-2017//06:00//NODE 3234
--

Linee Guida Miur per conseguire i CFU

-
Modalità, costi, certificazioni e criteri generali
-

Il Miur ha emanato delle Linee Guida di chiarimento sui 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche da conseguire per accedere al concorso 2018 per non abilitati nella scuola secondaria.
La singola Università potrà rilasciare attestati riguardanti esclusivamente le attività svolte presso la stessa; tali attestati dovranno indicare le attività svolte, comprese di SSD, CFU, votazione finale ed obiettivi formativi e/o programma affrontato dal candidato.
Sulla base delle suddette attestazioni l’Istituzione presso cui lo studente/candidato chiede il completamento del percorso formativo, rilascerà apposita certificazione finale, previa verifica del raggiungimento complessivo degli obiettivi formativi previsti ai sensi dell’art. 3, comma 5 del DM 616/17.
Per quanto riguarda i costi del certificato finale essi sono individuati all’art. 4 commi 1 e 2 del D.M. 616/2017 e non sono superabili; per gli eventuali attestati la competenza è dei singoli Atenei.
Per quanto riguarda i crediti pregressi, un esame semestrale sostenuto in un corso di laurea vecchio ordinamento vale 6 CFU, un esame annuale 12. L’attribuzione dello specifico SSD è attestata dall’Università presso cui l’esame è stato sostenuto.
Giova ricordare che vanno acquisiti almeno 6 crediti in almeno 3 ambiti dei quattro indicati dal D. Lgs. 59/2017 in
1) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;
2) psicologia:
3) antropologia;
4) metodologie e tecnologie didattiche.
Laddove vengano riconosciuti come validi più di 24 CFU in due dei quattro ambiti previsti, è comunque necessario conseguire almeno 6 CFU in uno degli altri due ambiti rimanenti per poter ricevere la certificazione necessaria a fini concorsuali.
Qualora coincidano, i crediti acquisiti all’interno del percorso per i 24 CFU possono essere contati anche per il soddisfacimento dei requisiti, espressi in termini di possesso di crediti in determinati SSD, per l’accesso alle classi concorsuali per l’insegnamento.
Gli iscritti ad un Dottorato o ad una Scuola di Specializzazione possono acquisire i 24 CFU durante il loro percorso formativo.
Il semestre aggiuntivo è riconosciuto agli studenti iscritti a un corso di laurea o laurea magistrale dell’Ateneo che facciano domanda per acquisire totalmente o anche solo parzialmente i 24 CFU come crediti aggiuntivi e non curriculari. Tale estensione di durata del corso di studio può avvenire una sola volta nella carriera dello studente.
Infine il Miur ritiene non si possano introdursi limitazioni numeriche all’accesso degli aspiranti candidati. Nel caso di difficoltà logistiche del singolo Ateneo lo stesso potrà eventualmente attivare convenzioni con altri atenei, al fine di soddisfare e sostenere le richieste di iscrizione o replicare più cicli nel corso di uno stesso anno accademico.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
NODE-3233-DALLA-SCUOLA-NELLA-SCUOLA-E-OLTRE

- -
CERIPNEWS//NOTIZIE//XVII//30-10-2017//06:00//NODE 3228-3233
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: IRC Sicilia, graduatoria articolata per ambiti territoriali // Contratto Scuola, lo Snals dice no ad un accordo al ribasso // Graduatorie d’Istituto ATA // Sulle paritarie la Ministra parla di cose che non sa! // Record di dirigenti nella Regione Siciliana // Bruxelles chiede chiarimenti sulla Manovra
-

IRC Sicilia, graduatoria articolata per ambiti territoriali
Individuazione di personale eventualmente in soprannumero sull’organico determinato ai sensi della legge 186/03
Sul sito dell’USR Sicilia (https://www.usr.sicilia.it/index.php/tutte-le-news/1139-graduatorie-ambiti-territoriali-diocesani-per-l-individuazione-del-personale-soprannumerario-a-s-2017-18 ) è pubblicata la graduatoria articolata per ambiti territoriali diocesani degli insegnanti di religione cattolica, finalizzata all’individuazione del personale eventualmente in soprannumero sull’organico determinato ai sensi della legge 186/03.
.
Contratto Scuola, lo Snals dice no ad un accordo al ribasso
Non funziona l’accordo proposto degli 85 euro medi lordi pro capite dopo una vacanza contrattuale di 10 anni
Sul fronte del rinnovo del contratto di lavoro del comparto scuola lo Snals Confsal evidenzia alle altre sigle sindacali la necessità di “non chiudere un accordo al ribasso”, non accettando la proposta degli 85 euro medi lordi al mese pro capite, soprattutto in considerazione della lunga vacanza contrattuale che si protrae ormai di 10 anni.
Ridare dignità al ruolo dei docenti e del personale Ata, afferma lo Snals, diventa un imperativo imprescindibile per una nuova stagione rivendicativa che i sindacato porterà sul tavolo ministeriale nel più breve tempo possibile.

 -
Graduatorie d’Istituto ATA
Faq Miur e Tabella di confronto qualifiche
Il Miur con due Faq ha precisato che il riferimento è al triennio scolastico 2017/18, 2018/19,2019/20 è corretto; è stato preso in considerazione il primo anno dell'anno scolastico del triennio di validità e che ai fini dell'accesso al profilo di collaboratore scolastico e a quelle di cuoco, guardarobiere e addetto alle aziende agrarie ha predisposto una Tabella di confronto tra le qualifiche professionali triennali  di cui all'accordo in Conferenza Stato-Regioni 29 aprile 2010 ed i diplomi di qualifica triennale degli istituti professionali secondo il previgente ordinamento.
PER LEGGERE E/O SCARICARE LA TABELLA:  30-10-17-tabella
-
Sulle paritarie la Ministra parla di cose che non sa!
Interessante quesito avanzato al Miur da parte dell’USR Toscana

Affermare che i docenti assunti nelle scuole paritarie devono essere abilitati, come ha fatto la Ministra Valeria Fedeli, è il colmo. La Ministra non sa, ovviamente, che le numerose immissioni in ruolo hanno creato non pochi problemi alle scuole paritarie che adesso stentano a reperire docenti abilitati o non li trovano affatto!
Ma la Ministra è categorica: i docenti devono essere tutti abilitati ai sensi del Decreto legislativo n. 59/2017. Punto e basta! Se non ci sono? Boh!
Con un quesito formale indirizzato al Miur, ha posto invece il problema l’USR Toscana, che rappresenta la difficoltà delle scuole paritarie di reperire personale docente abilitato e chiede “delucidazioni in merito alle determinazioni che quest’ufficio potrà prendere riguardo la problematica esposta che assume evidentemente rilievo generale e ha impatto sia sul versante dei procedimenti di concessione di parità sia su quello della vigilanza sulle scuole paritarie già funzionanti”.
Adesso il Miur, se non proprio la Ministra, dovrà rispondere e sarà interessante leggere come!
-
Record di dirigenti nella Regione Siciliana
I dipendenti ufficiali della Regione Siciliana, secondo l’ultima statistica elaborata per 2015 dalla Corte dei Conti, sono 17.057
Ce ne sono 1.692, quanti in 15 Regioni a Statuto ordinario
La Regione Sicilia, a Statuto speciale, anzi davvero “speciale”, detiene il primato poco invidiabile di avere in organico 1.692 dirigenti, esattamente quanto sono in 15 Regioni a Statuto ordinario! La spesa annua per il personale, compresi gli oneri sociali, tocca il record di un miliardo. I dipendenti ufficiali della Regione Siciliana, secondo l’ultima statistica elaborata per 2015 dalla Corte dei Conti, sono 17.057.
-
Bruxelles chiede chiarimenti sulla Manovra
La Ue fa sapere che si tratta di una missiva di routine
La Commissione europea ha chiesto una serie di chiarimenti al governo Gentiloni sulla Manovra 2018. Non si tratterebbe di una censura, ma forse solo di una routinaria richiesta di chiarimenti sulla correzione di conti, concordata con Roma.
Al momento, quindi, regge il patto informale tra Commissione e Governo italiano che ha portato alla richiesta di una correzione strutturale del deficit 2018 pari allo 0,3% del Pil, uno sconto di 10 miliardi rispetto ai 15 che il tesoro avrebbe inizialmente dovuto mettere a segno.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3225-proposta-legge-su-vigilanza

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 28-10-2017 // 08:00 // NODE 3225 // 2ª EDIZIONE
--

Proposta di legge sulla vigilanza dei minori

-
L’autorizzazione all’uscita, rilasciata dai genitori/tutori, dovrebbe esonerare il personale scolastico da ogni responsabilità
-

Sull’onere della vigilanza/affidamento dei minori all’uscita della scuola il Pd corre ai ripari e presenta una proposta di legge tesa a colmare un vuoto normativo e fare in modo che la decisione di accompagnare o andare a prendere i figli a scuola dipenda esclusivamente dalla volontà delle famiglie, esonerando la scuola da responsabilità che non le competono.
In sostanza la proposta di legge imputa ai genitori ed ai tutori dei minori di 14 anni la responsabilità di rilasciare formale dichiarazione per consentire l’uscita autonoma dell’alunno dai locali scolastici al termine delle lezioni. L’autorizzazione all’uscita rilasciata dai genitori esonera il personale scolastico dalla responsabilità connessa all’adempimento dell’obbligo della vigilanza. La norma, se approvata, verrebbe anche estesa alle attività pomeridiane ludico-ricreative.
E' del tutto ovvio che debbano essere i genitori a scegliere cosa sia meglio per i loro figli. Ne è convinto Moige che, con un comunicato ufficiale, chiede addirittura un decreto ed affinché da lunedì prossimo l'avvio di una petizione alla Ministra Valeria Fedeli affinché si adoperi sul tema.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3223-diploma-abilitante

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 28-10-2017 // 06:00 // NODE 3223
--

Diploma abilitante degli ITP? Forse sì, e forse no, si vedrà!

-
La Ministra Valeria Fedeli, dando esecuzione a quanto prescritto dal Tar Lazio,
aspetta comunque la decisione finale da parte del Consiglio di Stato
-

Gli Insegnanti tecnico pratici non di ruolo hanno titolo all’iscrizione in seconda fascia della Graduatoria di Istituto, nonostante siano in possesso solo dei diploma che è abilitante, secondo il Tar Lazio che ha accolto il ricorso di un’insegnante che lamentava l’impossibilità di iscriversi alla seconda fascia delle graduatorie di istituto, nonostante il possesso di un diploma Itp.
Il giudice ha preso atto che, per la vecchia disciplina del DM 39/1998, il possesso di diploma Itp rientrante nella relativa Tabella C conservativa la partecipazione ai concorsi per l’insegnamento nella scuola secondaria nelle relative classi di concorso tecnico/pratiche, e che quindi tali diplomi avessero valore di “titolo abilitativo all’insegnamento”.
La ministra Fedeli mentre sta dando esecuzione a quanto previsto dal Tar Lazio, ma attende anche fiduciosa la decisione finale da parte del Consiglio di Stato a cui è stato proposto appello.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3222-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 28-10-2017 // 06:00 // NODE 3220-3222
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: A proposito di vigilanza sui minori // Concorso DS, il bando non arriva //
Nasce la FSUR della Cisl
-

A proposito di vigilanza sui minori
La ministra Valeria Fedeli ha detto apertamente la sua sulla vigilanza/affidamento dei minori all’uscita dalla scuola. Secondo la responsabile di Viale Trastevere le scelte e le decisioni dei presidi, in materia di tutela dell’incolumità delle studentesse e degli studenti minori di 14 anni, sono conformi al quadro normativo attuale.
Spetta al Parlamento, e quindi non alla Ministra come qualcuno ha pontificato in questi giorni,  “innovare l’ordinamento su questo tema, introducendo una norma che, a certe condizioni, dia alle famiglie la possibilità di firmare liberatorie che sollevino da ogni responsabilità giuridica, anche penale, dirigenti e personale scolastico al termine dell’orario di lezione”.
In ogni caso, conclude la Ministra, finché non cambia la legge i genitori o gli affidatari con delega, devono prendere i figli all’uscita dalla scuola. Si dichiara stupito il segretario del Pd, Matteo Renzi, che ha prontamente invitato Simona Malpezzi, responsabile del dipartimento scuola, di “presentare un emendamento per cambiare la legge: l’uscita degli studenti da scuola da soli non deve essere responsabilità né della scuola, né dei dirigenti scolastici, ma solo dei genitori che devono assumersi la responsabilità!”  
Giusto per memoria, ricordiamo che questa testata da quando è iniziata la polemica sui ragazzini da mandare a casa da soli, ha preso posizione suggerendo ai DS ed ai rispetti Consigli di Circolo/Istituto (l’ultimo articolo è del 26 ottobre scorso) qualche strategia che torniamo a sintetizzare:
“”” La mancata custodia, per ragazzi fino a 14 anni, implica il reato di abbandono di minore; chi ne ha la custodia e cura e trascura questi vincoli rischia la reclusione fino da sei mesi a cinque anni. In sostanza  sono responsabili del minore sia il docente che lascia andar via da scuola da solo uno studente che ha meno di 14 anni, sia i genitori che permettono al proprio figlio di tornare a casa da solo. Un vero e proprio vicolo cieco che, soprattutto nelle grandi realtà urbane, anche in considerazione degli impegni di lavoro dei genitori che non collimano con i tempi scolastici, impone che gli stessi rilascino alla scuola – almeno ad avviso del nostro Ufficio di consulenza legislativa e legale - non una dichiarazione liberatoria general-generica, ma ampiamente circostanziata, dettagliando, a parte loro, chi sono le figure parentali che possono prelevare il proprio figlio/a (è d’obbligo la fotocopia di un documento d’identità per ciascuna figura descritta)  e, in subordine, quale altro genitore della scuola (meglio se della stessa classe/sezione) o soggetto terzo adulto, sia autorizzato a prelevare il minore, assumendosi in toto l’onere concreto della custodia e della vigilanza fino alla consegna ai genitori e/o altre figure parentali di sua conoscenza. Ovviamente non basta la dichiarazione dei genitori, va assunta al fascicolo anche la dichiarazione di accettazione dell’incarico da parte del soggetto terzo chiamato a questo atto di responsabilità (sempre previa consegna della fotocopia del documento di identità),  che si configura come affidamento temporaneo di minore. Ė tutto? Affatto, ma almeno non si dovrebbe cadere nel penale con l’accusa di abbandono del minore, omessa custodia, vigilanza e tutela.”””
-
Concorso DS, il bando non arriva
Il 10 ottobre scorso la Ministra aveva affermato che era questioni di giorni!
Il bando di concorso per dirigenti scolastici ancora non è stato pubblicato, nonostante la Ministra Fedeli avesse affermato il 10 ottobre scorso che a giorni sarebbe uscito il bando, che metterà a disposizione 2.425 posti totali. Ovviamente solo parole! Alla data odierna nessuna novità
-
Nasce la FSUR della Cisl
La Federazione raggruppa Scuola, Università e Ricerca
Nasce un nuovo soggetto sindacale Cisl costituito dalle tre federazioni che organizzano, all’interno della Confederazione di via Po, lavoratrici e lavoratori della scuola (Cisl Scuola), dell’Università e Afam (Cisl Università), dell’innovazione e della ricerca (Fir Cisl). La Federazione Cisl Scuola, Università, Ricerca (FSUR), che sarà fra l’altro titolare delle relazioni sindacali con l’ARAN nel negoziato per il rinnovo del contratto nazionale del comparto istruzione e ricerca sarà guidata da Maddalena Gissi, attuale segretaria generale della Cisl Scuola. A Lena Gissi, gli auguri di buon lavoro da parte di Ceripnews e miei personali. (n.b.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3214-pensioni-frenata-pd

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 27-10-2017 // 06:00 // NODE 3214
--

Pensioni, frenata del Pd: rivedere l’aumento a 67 anni

-
I ministri Martina, Poletti, Orlando e Boccia contro l’automatismo di innalzamento di 5 mesi // Boeri (Inps) e Fornero (ex ministro della riforma) a favore
-

Sull’innalzamento dell’età pensionabile di 5 mesi dal 2019, portandolo a 67 anni, i ministri Maurizio Martina, Giuliano Poletti, Andrea Orlando e Francesco Boccia si schierano contro ed ignorando i conti già fatti dall’inps che, in caso di stop all’automatismo, quantifica il danno fino a 140 miliardi. Dà man forte al presidente dell’Istituto, Tito Boeri, l’ex ministra Fornero che ipotizza danni incalcolabili all’economia se si dovesse modificare la legge di riforma che prende il suo nome.
Secondo il ministro Martina “urge rivedere l’aumento automatico perché non tutti i lavori sono uguali e non tutti i lavoratori hanno la stessa aspettativa di vita”, di conseguenza serve un rinvio dell’entrata in vigore del meccanismo: i tempi per una discussione parlamentare ci sono ed è giusto prendersi tutto lo spazio utile”.
D’accordo anche il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: “C’è ancora un anno di tempo se si vuole discutere e confrontarsi nel merito”. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando si augura “un dialogo con le forze che stanno alla nostra sinistra” e  il pidiellino Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio della Camera, ragiona su un time out perché “il meccanismo non tiene conto di storia e caratteristiche dei lavori”.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3213-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 27-10-2017 // 06:00 // NODE 3210-3213
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Assunzioni DS e ATA // Osservatorio per il Diritto allo studio universitario //
XXVI Edizione delle Olimpiadi di Filosofia  // A Bologna il Centro meteo più grande del mondo
-

Assunzioni DS e ATA
In G.U. 259 presidi e 6.260 ausiliari, tecnici e amministrativi
Mentre del bando di concorso per Dirigenti Scolastici non c’è sentore alcuno, in Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati due decreti che danno il via libera all’assunzione di 259 presidi e 6.260 ausiliari, tecnici e amministrativi nella scuola a decorrere dall’anno 2017/2018. I posti dei DS sono quasi tutti destinati agli idonei della Campania e solo in maniera residuale nelle altre Regioni, per il personale ATA i posti sono corrispondenti alle cessazioni dal servizio.
In sostanza restano al palo la copertura di 1.268 posti previsti per il bando del nuovo concorso DS, ovviamente quanto uscirà, e la copertura di circa 5mila posti dell’organico ATA.
-
Osservatorio per il Diritto allo studio universitario
La Ministra Valeria Fedeli ha firmato oggi il decreto
La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli ha firmato il decreto che ricostituisce l’Osservatorio nazionale per il Diritto allo studio universitario. A breve sarà convocata la prima riunione perché l’Osservatorio dovrà essere operativo rapidamente.
L’Osservatorio, i cui membri resteranno in carica per tre anni, avrà il compito di: presentare proposte per migliorare le prestazioni in materia di diritto allo studio; produrre, entro il mese di marzo di ogni anno, una relazione sull’attuazione del diritto allo studio a livello nazionale; realizzare analisi, confronti e ricerche su criteri e metodologie, con particolare riferimento alla valutazione dei costi di mantenimento agli studi, nonché dei risultati ottenuti; creare un sistema informativo per l’attuazione del diritto allo studio.
-
XXVI Edizione delle Olimpiadi di Filosofia
Le domande di iscrizione delle scuole devono pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2017
Il Miur – Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione d’intesa con la Società Filosofica Italiana e in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie, Rai Cultura, e l’Associazione di promozione sociale Philolympia, promuove la XXVI Edizione delle Olimpiadi di Filosofia. Le domande di iscrizione delle scuole devono pervenire entro e non oltre il 31 gennaio 2017.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL BANDO: https://www.usr.sicilia.it/index.php/tutte-le-news/1130-olimpiadi-di-filosofia
-
A Bologna il Centro meteo più grande del mondo
L’Italia si aggiudica, con fondi Ue (40 mln/euro) la struttura che servirà tutti i Paesi europei
Il più grande Centro per le meteorologia al mondo sorgerà a Bologna nel Tecnopolo (area dell’ex Manifattura Tabacchi). L’Italia ha superato l’Inghilterra, il Lussemburgo, la Finlandia e l’Islanda, portando davanti al Council del Centro europeo per le previsioni meteo a medio termine (Ecmwf) che ha sede a Reading nel Regno Unito, una proposta che è stata valutata la migliore sotto il profilo tecnico e finanziario.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3204-non-giova-a-nessuno-strumentalizzare

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 26-10-2017 // 06:00 // NODE 3204
--

Non giova a nessuno strumentalizzare!

-
Strana accoppiata fra vigilanza/consegna degli alunni all’uscita dalla scuola
e aumenti salariali ai DS // La situazione sulla vigilanza e sugli aumenti
-

Quando si arriva a strumentalizzare perfino l’ordinanza della Corte Suprema di Cassazione che ha fatto alzare l’asticella sulla tutela dei minori all’uscita dalla scuola, con affidamento solo alle figure parentali o terzi autorizzati, siamo davvero alla frutta, come si dice.
Si può anche comprendere che il clima elettorale costante nel Bel Paese possa anche esigere ciò, ma arrivare a presentare un’interpellanza alla ministra Fedeli dal parte del M5S affinché si attivi quanto prima “per trovare una soluzione alla confusione e allo stato d’incertezza dei genitori, dirigenti scolastici e docenti riguardo la custodia dei ragazzi minori di quattordici anni all’uscita da scuola”, è davvero il colmo!
E viene da chiedersi cosa debba e cosa possa fare la Ministra. Il movimento pentastellato non lo dice … perché non lo sa, ovviamente; è più facile attaccare a testa bassa, o scrivere quattro righe più o meno imbellettate, piuttosto che proporre soluzioni sempre che ce ne siano.

-
La mancata custodia, per ragazzi fino a 14 anni, implica il reato di abbandono di minore; chi ne ha la custodia e cura e trascura questi vincoli rischia la reclusione fino da sei mesi a cinque anni.
In sostanza  sono responsabili del minore sia il docente che lascia andar via da scuola da solo uno studente che ha meno di 14 anni, sia i genitori che permettono al proprio figlio di tornare a casa da solo. Un vero e proprio vicolo cieco che, soprattutto nelle grandi realtà urbane, anche in considerazione degli impegni di lavoro dei genitori che non collimano con i tempi scolastici, impone che gli stessi rilascino alla scuola – almeno ad avviso del nostro Ufficio di consulenza legislativa e legale - non una dichiarazione liberatoria general-generica, ma ampiamente circostanziata, dettagliando, a parte loro, chi sono le figure parentali che possono prelevare il proprio figlio/a (è d’obbligo la fotocopia di un documento d’identità per ciascuna figura descritta)  e, in subordine, quale altro genitore della scuola (meglio se della stessa classe/sezione) o soggetto terzo adulto, sia autorizzato a prelevare il minore, assumendosi in toto l’onere concreto della custodia e della vigilanza fino alla consegna ai genitori e/o altre figure parentali di sua conoscenza. Ovviamente non basta la dichiarazione dei genitori, va assunta al fascicolo anche la dichiarazione di accettazione dell’incarico da parte del soggetto terzo chiamato a questo atto di responsabilità (sempre previa consegna della fotocopia del documento di identità),  che si configura come affidamento temporaneo di minore. Ė tutto? Affatto, ma almeno non si dovrebbe cadere nel penale con l’accusa di abbandono del minore, omessa custodia, vigilanza e tutela.

Ha fatto bene la Cassazione a sentenziare in questi termini su un  incidente del 2002, a seguito del quale un alunno di età minore ai 14 anni aveva perso la vita venendo investito da un autobus di linea all’uscita dalla scuola, ma forse è stato esagerato il clima di paura che si è diffuso nelle scuole di tutta Italia per i rischi oggettivi che dirigenti e docenti si assumono nel rilasciare minori non accompagnati, anche perché s’è scoperto (meglio tardi che mai!) che le cosiddette “liberatorie” firmate dai genitori ad inizio di ogni anno scolastico, in punta di diritto, sono solo carta straccia. Il minore è tale e basta; in quanto tale va difeso e tutelato!
Stante la situazione, torniamo a chiederci che senso abbia interrogare la Ministra, a meno che non si pretenda che essa partorisca una legge ad hoc che dovrebbe svincolare scuola e famiglie da ogni reciproca responsabilità, e ciò pare inconcepibile ed improponibile.
Appare anche sciocco, allo stato dell’arte anche il richiamo europeo con i cui i pentastellati chiedono l’intervento del Miur. In buona sostanza, nell’interrogazione presentata si afferma che siccome in Europa il 90% dei minori al di sotto dei 14 anni torna da solo a casa, mentre in Italia è solo il 30%, bisogna provvedere “da parte di un Governo come sempre assente”, quanto meno ascoltando le richieste dei genitori e dei docenti, per il bene dei ragazzi. Una ciliegina niente male per strumentalizzare la sentenza e le conseguenze ad essa connesse.
Altra strumentalizzazione di questi giorni è la ricorrente, quasi ossessiva, comparazione tra il promesso aumento di 400 euro netti/mese ai DS, le promesse rivalutazioni ai docenti universitari, che però non sospendono la loro agitazione, e l’esiguo aumento stipendiale previsto per i docenti, pari a 85 euro medio/lordo/mese, e sempre che si riesca a trovare una soluzione per salvaguardare gli 80 euro già conquistati e da tempo in busta paga.

-
Il 41% dei docenti (320mila) guadagna meno di 26mila euro lordo l’anno e quindi oggi beneficia del bonus mensile da 80 euro concesso dal precedente Governo. Con l’aumento, pur se esiguo, previsto con il contratto (5 euro / lordi / mensili) se non si trova una soluzione politica, rischiano di perdere le 80 euro! Ma prima di trovare una soluzione per evitare la beffa, bisognerà trovare le risorse aggiuntive.

A chi giova portare avanti, fino alle estreme conseguenze, confronti inconfrontabili? A nessuno, ma le pagine dei quotidiani cartacei e web sono strapieni di commenti e tabelline che possono sviare il lettore meno avvertito, pur se di categoria!
Andiamo con ordine. Posto che dopo 9 anni, quasi 10, forse si rinnoverà il contratto per tutti i dipendenti pubblici, scuola compresa, è del tutto ovvio che un aumento ridicolo come quello concordato non può soddisfare nessuno, anche perché al netto se si arriverà a 40-45 euro/mese sarà un successo clamoroso. Ora la questione vera sta in questi termini: invece di invidiare e rodersi per ciò che guadagnano di più gli altri, peraltro con ruoli e prestazioni differenti, perché non ci battiamo per un salario adeguato per gli ATA ridotti al lumicino nelle scuole e con un carico di lavoro enorme e per i docenti che, oltre al lavoro d’aula hanno un carico di lavoro immane a casa (correzione dei compiti e preparazione delle lezioni, Ppt, ecc.), combattono quotidianamente con alunni non sempre ortodossi in termini disciplinari, con genitori pretenziosi oltre ogni misura, per non parlare degli stessi Dirigenti scolastici, alcuni dei quali uniscono arroganza e incompetenza in un mix micidiale del tutto nocivo alle dinamiche relazionali interne?    
A proposito del promesso aumento salariale ai DS pari a 400 euro o poco più a mese, perché questi manipolatori di informazioni non dicono anche che dal 2000 la stessa categoria, unico caso in Italia, è retribuita in maniera disomogenea con punte più elevate, grazie alla RIA, per gli ex direttori didattici/presidi residuali ancora in servizio, i primi neo immessi in ruolo dopo l’acquisizione dello stato dirigenziale e gli ultimi neo immessi in ruolo?
Per non parlare poi del salario di posizione e di risultato nella parte variabile che oscilla tra il negoziato permanente pluriennale, gli anticipi erogati ed i prelievi forzosi disposti poi dall’Ufficio pagatore a seguito di ripensamenti e rinegoziazioni al ribasso dei CIR.
Tutto questo non lo sa nessuno o quasi, e quelli che lo sanno ci marciano e non ne parlano facendo finta di non saperlo, oppure danno informazioni sbagliate sulla stampa! (ninni bonacasa)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3203-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 26-10-2017 // 06:00 // NODE 3199-3203
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Il concorso che non arriva // Risorse con i “punti fedeltà” // La formazione, finora,
è disciplinata dal Contratto // Firmato il Protocollo Matera-Basilicata 2019-Miur // A Modugno defibrillatore in ogni scuola
-

Il concorso che non arriva
Ancora fumata nera in Gazzetta Ufficiale per l’atteso bando del concorso per l’assunzione di 2.425 dirigenti scolastici, dopo che più di un mese fa ne era stato pubblicato il Regolamento. Certi ormai come siamo che la procedura non si concluderà entro il 31 agosto prossimo, e che quindi le reggenze lieviteranno ancora (stima attorno a 2.000) per il prossimo anno, con buona pace della ministra Valeri e dei vari sottosegretari che ogni dove annunciano imminente il bando, a quanto pare il ritardo – oltre alle modifiche alla Tabella di valutazione dei titoli professionali (libri e pubblicazioni) sarebbe imputabile – leggendo la testata TuttoscuolA.com - al mancato Dpcm relativo alla quantificazione dei posti messi a concorso, prima di ottenere (quasi due mesi dopo) la registrazione da parte della Corte dei Conti.
-
Risorse con i “punti fedeltà”
Sta diventando di moda che le scuole in bolletta permanente ricevano “premi” (attrezzature informatiche e materiale didattico) in cambio di acquisti da parte delle famiglie nelle catene di distribuzione convenzionati. I bollini della spesa che una volta servivano per riempire le case di piatti e tegami, adesso servono le rendere migliore la scuola nei nostri istituti a corto di attrezzature quali Lim, tablet, computer, cancelleria, kit da disegno, strumenti musicali, attrezzi sportivi, visite guidate, ma anche libri, ecc.
-
La formazione, finora, è disciplinata dal Contratto
In assenza di specifiche e dettagliate indicazioni nell’Atto di indirizzo che il Miur ha inviato all’Aran, finora la disciplina relativa alla formazione del personale docente resta normata dal vigente CCNL del Comparto Scuola. Ne consegue, pertanto, che resta come diritto-dovere, ma non esiste obbligo alcuno per detta formazione, meno che mai se essa viene imposta dal DS, nonostante quello che si dice in giro, in forza della legge 107/2015. Ciò vale non solo per il personale docente a tempo indeterminato, ma soprattutto per il personale a tempo determinato. Resta ovvio che ogni docente possa aderire, se lo desidera, ad ogni genere di pacchetto formativo programmato dalla scuola, sempre che lo stesso sia stato approvato dal competente Collegio dei docenti. In forza di tale principio diventa discrezione anche l’uso della Carta del Docente per pagare iscrizione e/o retta di frequenza.
-
Firmato il Protocollo Matera-Basilicata 2019-Miur
Con il protocollo firmato dal Sottosegretario Vito de Filippo e dalla Presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019, si avvia un rapporto di cooperazione tra il Miur e la Fondazione per promuovere nelle Istituzioni scolastiche di tutta Italia le iniziative previste dal Programma Matera-Basilicata 2019 Capitale Europea della Cultura.
-
A Modugno defibrillatore in ogni scuola
Il Comune di Modugno ha fatto montare 17 defibrillatori negli istituti scolastici cittadini; uno strumento importante che va ad integrare il Piano di sicurezza delle scuole. Il personale sarà opportunamente formato per l’utilizzo delle apparecchiature che, peraltro, non richiedono grande manutenzione, sono poco ingombranti e possono essere utilizzate, in caso di necessità, sia da figure abilitate del personale scolastico, sia dalle associazioni sportive che utilizzano le palestre in orario extrascolastico.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3192-fregatura-sulle-pensioni

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 25-10-2017 // 06:00 // NODE 3192
--

Fregatura sulle pensioni!

-
Da gennaio 2019, sale a 67 anni l’età di pensionamento, contro gli attuali 66 e 7 mesi
-

Il comunicato Istat di ieri non lascia dubbi: la vita torna a crescere e, di conseguenza, cresce anche la soglia di contributi minimi per l’uscita anticipata: dal 2019 saranno necessari 43 anni e tre mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne. Oggi per l’uscita anticipata verso la pensione ci vogliono 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne.
Poiché la questione è politica e non tecnica (“Con questa operazione automatica non solo si allunga la vita lavorativa degli anziani, ma si nega l’accesso al lavoro dei più giovani”), è dura la reazione dei Sindacati che chiedono di bloccare l’automatismo che prevede nel 2019 l’innalzamento di cinque mesi dell’età pensionabile di vecchiaia e l’aumento di cinque mesi dei contributi necessari per la pensione anticipata.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3191-la-scuola-nella-legge-di-bilancio

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 25-10-2017 // 06:00 // NODE 3191
--

La scuola nella Legge di Bilancio

-
Novità su potenziamento e ATA, Padoan permettendo! // Sempre a rischio il bonus di 80 euro
già in godimento per statali e insegnanti
-

La prossima Legge di Bilancio, ovviamente permettendo il ministro Padoan, ci potrebbero essere novità sui posti di potenziamento e sulle supplenze brevi ATA.
In sintesi, ribadiamo ancora una volta, fermo restando il via libera del Mef, al fine di perseguire il potenziamento delle discipline motorie e dello sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano, il 5% del contingente dei posti per il potenziamento dell’offerta formativa è destinato alla promozione dell’educazione motoria nella scuola primaria, senza determinare alcun esubero di personale o ulteriore fabbisogno di posti.
L’altra novità potrebbe riguardare le sostituzioni per i primi 29 giorni di assenza degli assistenti amministrativi e tecnici e non dei collaboratori scolastici (sic!).
Nella bozza, infatti, si legge che  potrà essere possibile sostituire il lavoratore anche per i primi ventinove giorni di assenza Ma anche questa mezza apertura è subordinata al parere vincolante del Mef.
Sempre leggendo la bozza della Legge di Bilancio resta in alto mare la tutela degli 80 euro per statali ed insegnanti che sommando le 85 euro/lorde/medie/mese rischiano di passare all’aliquota superare e quindi perdere il beneficio già in godimento.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3190-piano-nazionale-educazione-al-rispetto

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 25-10-2017 // 06:00 // NODE 3190
--

Piano nazionale per l'educazione al rispetto

-
Presentazione: venerdì 27 ottobre al Teatro Eliseo di Roma
-

La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, venerdì 27 ottobre p.v., a partire dalle ore 14:00, presso il Teatro Eliseo di Roma, presenterà il Piano nazionale per l'educazione al rispetto.
Obiettivo del Piano – si legge nel comunicato stampa diramato dal Miur - è promuovere nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado un insieme di azioni educative e formative volte ad assicurare la promozione e lo sviluppo delle competenze trasversali, sociali e civiche, che rientrano nel più ampio concetto di educazione alla cittadinanza attiva e globale. L’impianto complessivo del Piano è ispirato ai principi espressi dall’articolo 3 della Carta Costituzionale.
Nel corso dell’incontro verranno presentate anche le Linee Guida Nazionali (art. 1, comma 16, legge 107 del 2015) e le Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo nelle scuole previste dalla legge, di recente approvata in Parlamento, per il contrasto di questo fenomeno anche attraverso il coinvolgimento delle scuole (art. 4, legge 71 del 2017).

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3189-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 25-10-2017 // 06:00 // NODE 3186-3189
--

Dalla scuola, alla scuola, e oltre

-
Le notizie: Una storia di inclusione solo a parole! // Ore eccedenti, vanno retribuite fino al 31 agosto // Scuola Montessori in Basilicata // Concorso DS, modificati i titoli valutabili
-

Una storia di inclusione solo a parole!
Accade a Vibo Valentia che un’alunna non vedente da 10 anni è senza aiuti!
Per il decimo anno consecutivo un’alunna non vedente èp costretta a frequentare la scuola senza assistenza adeguata, senza insegnanti di sostegno, né assistenza specialistica e libri in Braille!
La denuncia della madre, pubblicata sul quotidiano “Avvenire” lascia esterrefatti: “Ancora una volta mia figlia sta andando a scuola grazie al sostegno della famiglia e non dello Stato. Sono anni che il suo diritto allo studio non solo non viene garantito, ma viene calpestato”.
I ricorsi al TAR si sprecano, ma la situazione non è cambiata neppure dopo l’impegno della ministra Valeria Fedeli che lo scorso 20 settembre aveva promesso di fare delle verifiche.
Di fatto, anche quest’anno, la famiglia della ragazza è costretta a pagare di tasca propria l’assistente alla comunicazione e una parte della trascrizione dei libri in Braille.
-
Ore eccedenti, vanno retribuite fino al 31 agosto
Sentenza del Giudice del Lavoro del Tribunale di Piacenza
Lo ha stabilito il Tribunale di Piacenza con sentenza depositata il 17 ottobre scorso
Le ore eccedenti prestate dai docenti di scuola secondaria si pagano sempre fino al 31 agosto. Lo ha stabilito il giudice monocratico del Tribunale di Piacenza con una sentenza depositata il 17 ottobre scorso (Sentenza n. 201/2017).
Quanto sopra ai sensi e per gli effetti dell’art. 6, co. 1 DPR n. 209/1987 il quale dispone che “al personale docente che presta servizio su cattedre con orario di servizio superiore a 18 ore, ogni ora eccedente le 18 settimanali è compensata ai sensi dell’art. 88, co. 4 del DPR 31/05/1974 n. 417 per l’intera durata dell’anno scolastico o della nomina”. E siccome i docenti piacentini ricorrenti erano tutti docenti a tempo indeterminato, il Giudice del Lavoro ha chiarito che si applica il criterio della durata dell’anno scolastico che termina il 31 agosto.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Scuola Montessori in Basilicata
Inaugurata a Potenza la prima “Casa dei bambini” ad indirizzo montessoriano
È stata inaugurata a Potenza la prima “Casa dei bambini” ad indirizzo montessoriano all’interno di un IC statale nel capoluogo della Regione. Il progetto vede coinvolti 46 bambini della scuola dell’infanzia, con età compresa tra i 3 ed i 6 anni, e prevede per il prossimo anno una sezione di 1ª classe della scuola primaria. Il sottosegretario Vito De Filippo, presente all’inaugurazione, ha auspicato che questa esperienza possa era “un viatico per ulteriori iniziative e proposte, su scala nazionale, di cui ci sarebbe sicuramente bisogno”.
L’approccio montessoriano si fonda sul profondo rispetto dei bambini lavorando in collaborazione diretta con loro, laddove il movimento e l’apprendimento sono interdipendenti poiché i piccoli decidono dove stare e si possono muovere liberamente senza una precisa autorizzazione della maestra. Inoltre il bambino assorbe con grande facilità tutto ciò che lo circonda attraverso i sensi, grazie ai materiali e oggetti predisposti secondo il metodo di Maria Montessori, con i quali il piccolo riesce ad acquistare abilità specifiche attraverso il gioco e la sperimentazione manuale.
-
Concorso DS, modificati i titoli valutabili
Eliminate, dalla Tabella A, le pubblicazioni (libri e articoli)
Invece di bandire il concorso, e dopo un bel po’ di tempo dalla pubblicazione del Regolamento, il Miur ha pensato bene di modificare i titoli culturali valutabili già previsti nella Tabella A, eliminando le pubblicazioni (libri e articoli). (Cfr. G.U. n. 247 del 21-10-2017).
Quanto al bando, anche se oggi è martedì, giorno dedicato dalla G.U. alla pubblicazione dei concorsi, nessuna traccia, almeno fino al momento in cui scriviamo questa nota e nasce il sospetto – come afferma Mario Pittoni (Lega Nord) che le modifiche fatte alle procedure per il nuovo concorso per DS hanno come unico scopo quello di allungare i tempi.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3183-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 24-10-2017 //10:30 // NODE 3183
--

Dalla scuola, alla scuola, e oltre

-
Le notizie: Area V Sicilia: oggi convocazione per il CIR //
Concorso DS, modificati i titoli valutabili
-

Area V Sicilia: oggi convocazione per il CIR
Incontro all’Ufficio Scolastico Regionale fissato per le ore 15:00
Fissata per oggi pomeriggio, alle ore 15:00, la convocazione per il CIR relativo all’anno scolastico 2016/2017. La riunione di oggi si è resa necessaria per quella già disposta per il 19 ottobre u.s. era stata rinviata a richiesta di diverse sigle sindacali dell’Area V.
-
Concorso DS, modificati i titoli valutabili
Eliminate, dalla Tabella A, le pubblicazioni (libri e articoli)
Invece di bandire il concorso, e dopo un bel po’ di tempo dalla pubblicazione del Regolamento, il Miur ha pensato bene di modificare i titoli culturali valutabili già previsti nella Tabella A, eliminando le pubblicazioni (libri e articoli). (Cfr. G.U. n. 247 del 21-10-2017).
Quanto al bando, anche se oggi è martedì, giorno dedicato dalla G.U. alla pubblicazione dei concorsi, nessuna traccia, almeno fino al momento in cui scriviamo questa nota.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3179-primi-scenari-su-contratto

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 24-10-2017 // 06:00 // NODE 3179
--

Primi scenari sul prossimo contratto

-
Ci sarà la formalizzazione delle attività funzionali?
-

Nel prossimo contratto saranno declinate anche le attività funzionali dei docenti. Incideranno sulla retribuzione? E’ quanto previsto dall’atto di indirizzo firmato questa settimana dalla Ministra Marianna Madia relativamente al rinnovo del contratto.
Da chiarire, a scanso di equivoci – scrive la testata OrizzonteScuola.it – www.orizzontescuola.it , che l’orario di insegnamento dei docenti non sarà soggetto ad alcuna modifiche e che resterà quello attuale per i diversi ordini e gradi di scuola. Però sarà specificata con attenzione la tipologia di attività, che andrà dal potenziamento, all’insegnamento in contesti pericolosi quali carceri, ospedali, istruzione adulti etc.
Diversa, invece, la questione riguardante le attività funzionali all’insegnamento. Infatti, si legge nell’atto di indirizzo, sarà ben declinato l’impegno extra dei docenti, le cosiddette attività funzionali, per quanto riguarda le attività di progettazione individuale e collegiale delle attività didattiche, valutazione alunni, attività ricerca, rapporti con le famiglie, comunità scolastiche, rapporti con istituzioni e il territorio e ogni attività funzionale al lavoro d’aula. Attività che vengono già svolte dai docenti, ma che troveranno una formalizzazione nel prossimo contratto indicando con maggiore veridicità l’impegno lavorativo dei docenti.
Sul piano salariale bisognerà vedere, scrive sempre la Testata già citata, quanto entrerà a far parte della valutazione per erogare gli aumenti stipendiali promessi ai docenti in base al merito e quanto sarà oggetto di contrattazione con i sindacati; è possibile che ad un maggior impegno profuso potrebbe coincidere una maggiore retribuzione.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3178-concorso-2018

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 24-10-2017 // 06:00 // NODE 3178
--

Concorso 2018 per docenti abilitati

-
Pronto il Decreto Ministeriale per l’avvio delle procedure
-

Il Decreto Ministeriale che avvia le procedure per il prossimo concorso a cattedra riservato ai docenti abilitati, già la prossima settimana, salvo intoppi, dovrebbe cominciare la fase di interlocuzione con i soggetti che devono esprimere parere sul Decreto, a cui seguirà il bando che farà partire le procedure di selezione degli aspiranti docenti.
Per i docenti abilitati e specializzati il percorso, che condurrà all’immissione in ruolo, consiste nella partecipazione ad una procedura concorsuale per soli titoli e un colloquio non selettivo di natura didattico-metodologica e non prevede un punteggio minimo.
I docenti partecipanti saranno inseriti in una graduatoria regionale di merito ad esaurimento, sulla base dei titoli e della valutazione del colloquio (che peserà per il 40% rispetto ai titoli).
L’ammissione alla graduatoria regionale di merito avviene a domanda degli interessati.
Dalla predetta graduatoria i docenti saranno poi ammessi, per scorrimento, ad un percorso di un solo anno corrispondente al terzo del percorso FIT, superato il quale potranno accedere al ruolo.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3177-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 24-10-2017 // 06:00 // NODE 3173-3177
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Bonus docenti, arrivano i fondi del 20% // Alternanza scuola-lavoro ko // Scuola on-off nelle isole siciliane // Novità sui procedimenti disciplinari // Il controllo sbagliato dei DS
-

Bonus docenti, arrivano i fondi del 20%
Già comunicata alle scuole, con mail massiva, l’assegnazione sui POS
Il MIUR ha emanato il DDG prot. 1680 dell'11 ottobre 2017 con il quale ha disposto l'assegnazione alle scuole della restante quota del 20% del Fondo per la valorizzazione del merito del personale docente per gli anni 2015/2016 e 2016/2017. Si tratta degli importi che, come si ricorderà, non erano stati resi disponibili dal MIUR in attesa degli esiti delle azioni di contenzioso promosse sulla controversa questione del bonus e in particolare sulle modalità con cui erano stati individuati dal MIUR i parametri su cui calcolare l'ammontare delle risorse da attribuire alle singole istituzioni scolastiche.
Il Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane e finanziarie del MIUR, con mail massiva inviata il 18 ottobre ha comunicato alle scuole l'avvenuta assegnazione sui POS delle relative spettanze.
-
Alternanza scuola-lavoro ko
Il modello criticato al Focus sull’insegnamento professionale e l’apprendistato
Al Focus sull’insegnamento professionale e l’apprendistato di Berlino, non sono mancate critiche al modello italiano di alternanza scuola-lavoro così come definito dalla Legge 107/2015. Secondo la testata OrizzonteScuola.it, che riporta una comunicazione dell’Anief, “a pesare come un macigno è aver portato le esperienze in azienda forzatamente a regime senza presupposti normativi alle spalle e regole certe di stampo nazionale, indispensabili per tutelare gli studenti impegnati negli stage aziendali”.
-
Scuola on-off nelle isole siciliane
Sono almeno 10 i docenti originari che tentano ogni anno di rientrare
È partito solo ieri a Vulcano, con oltre un mese di ritardo, l’anno scolastico, dopo le proteste plateali di genitori e studenti dopo che per mancanza di docenti si era pensato di abbinare tutti gli alunni delle tre classi della scuola media in un'unica aula. Nelle isole Eolie, in generale, sempre per mancanza di docenti, questo genere di problemi sono all’ordine del giorno, tanto da spingere il sindaco di Lipari a scrivere alla ministra Fedeli e al premier Gentiloni.
Sono almeno 10 i docenti originari delle Eolie che, grazie alla cosiddetta Buona Scuola del governo Renzi, sono stati costretti a trasferirsi al Nord e che ogni anno tentano di rientrare senza successo.
-
Novità sui procedimenti disciplinari
Intervento dell’USR Sicilia, Ufficio Affari legali, in materia // Compiti e limite dei Dirigenti Scolastici
Il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, Maria Luisa Altomonte, ha diramato ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali ed ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della Regione una nota relativa alle novità in materia di procedimento disciplinare apportate dal Decreto Legislativo n. 75/2017.
-
Il controllo sbagliato dei DS
Alcuni operano per eccesso di potere, altri per ignoranza della normativa vigente
Il registro di classe è l’unico strumento per rilevare la presenza dei docenti; il badge per essi non è legale e non può essere oggetto di contrattazione d’istituto che, in punta di diritto, è illegittima perché non prevista dal CCNL vigente!
Argomenta sulla complessa materia Paolo Rizzo sulla testata OrizzonteScuola.it supportando l’articolo con richiami giuridici e contrattuali.
Appresso il link: https://www.orizzontescuola.it/guida/registro-classe-unico-strumento-rilevare-presenza-docenti-badge-non-legale-puo-oggetto-contrattazione-istituto/    

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3166-i-figli-della-malascuola

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 23-10-2017 // 06:00 // NODE 3166
--

I figli della malascuola

-
Gli atenei negano la possibilità di acquisire i CFU!
-

I famosi e già deprecati 24 CFU, indispensabili per accedere al prossimo concorso a cattedra, introdotti dal Decreto legislativo n. 59/2017 attuativo della legge n. 107/2015, la cosiddetta Buona Scuola (ma non tanto!) continuano ad angustiare gli aspiranti docenti ed i sindacati di categoria.
Il numero chiuso previsto oltre che per i corsi di laurea esteso anche per  accedere ai 24 CFU, fa discutere e la denuncia dell’Associazione studentesca Link, che fa capo alla Cgil è chiara: “Esistono casi di gravi irregolarità – scrivono le due organizzazioni – su cui chiediamo con urgenza che il Ministero dell’Istruzione si esprima, con delle linee guida chiare per l’applicazione del decreto, che impediscano distorsioni e violazioni di diritti. Alcuni atenei hanno deliberato dei tetti massimi di posti per acquisire i 24 CFU, introducendo una limitazione illegittima, che non rientra nelle ipotesi previste dal decreto che regola l’attivazione dei corsi per i 24 Cfu, né dalla stessa Legge Zecchino sull’ istituzione dei numeri chiusi e programmati. Il requisito dei 24 Cfu rappresenta un obbligo per l’accesso al concorso pubblico per diventare insegnati, pertanto limitare la possibilità di acquisire i crediti prescritti risulta assolutamente inaccettabile.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Dando voce agli atenei apprendiamo che essi difendono la scelta perché temono un’ondata di richiesta di esaminandi per l’acquisizione dei crediti e quindi, nonostante la tassa da incassare a loro utile, hanno deciso lo sbarramento senza che il Miur finora abbia detto una parola, tranne che intervenire sul mercato telematico della formazione per l’acquisizione dei 24 crediti formativi.
Ora, è pure vero che era utile quell’intervento stando a quello che si sente in giro con aggiramento delle 500 euro con una rilevante tassa di iscrizione pari, talvolta a 150 euro, ma stavolta la questione è di una rilevanza notevole e il Miur deve intervenire prontamente per catechizzare gli atenei e convincerli che non possono essere negati i diritti degli aspiranti docenti solo per soddisfare la crisi di rigetto di qualche “barone” (perché non interessato direttamente!), che magari poi sbolognerà le attività ad altri.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3165-un-sogno-chiamato-its

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 23-10-2017 // 06:00 // NODE 3165
--

Un sogno chiamato Its

-
Un potenziamento vero di questi Istituti sarebbe da stimolo all’intera filiera: regioni,
imprese, famiglie, ragazzi
-

Potrebbe non essere così pacifico come si pensava in primo tempo il potenziamento degli Its, le super-scuola e di tecnologia post-diploma alternativa all’università e che creano occupazione fino all’80% dei diplomati con punte che sfiorano il 90% soprattutto nel settore manifatturiero.
Ne dà notizia Claudio Tucci sul “Il Sole 24 Ore” di venerdì scorso (20 ottobre) sottolineando che “il rischio è che si ripeta il film già visto lo scorso anno, con l’esecutivo che annunciava il raddoppio dei fondi e un primo pacchetto di robuste semplificazioni alle regole amministrative (governante in primis), slavo poi a non far mai entrare le relative disposizioni nella legge di bilancio per il 2017”.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

La questione è delicata e complessa, afferma Claudio Tucci: gli Its sono un punto centrale dell’azione dell’Esecutivo, almeno secondo quanto si afferma a Palazzo Chigi, “ma oltre ad un maggiore investimento, servono adeguate politiche di orientamento, rilancio delle aziende e un coinvolgimento diretto del Mise, come nel 2008 quando nacquero gli Its, di concerto Miur-Sviluppo economico, per migliorare l’offerta formativa collegata all’Industria 4.0”.
Ed anche evidente, conclude Tucci, che “un potenziamento vero di questi Istituti sarebbe da stimolo all’intera filiera: regioni, imprese, famiglie, ragazzi”.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3164-sperimentazione-a-gogo

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 23-10-2017 // 06:00 // NODE 3164
--

Sperimentazione licei a go-gò

-
I risultati vanno tenuti sotto controllo e servono risorse
-

Secondo le OO.SS. Scuola la cosiddetta sperimentazione dei licei quadriennali e negli istituti tecnici, sia statali che paritari, parte male, anzi malissimo. I Sindacali presenti all’incontro con il Capo Dipartimento dott.ssa De Pasquale, hanno chiarito ancora una volta: 
- che l’emanazione di importanti provvedimenti avviene senza alcun passaggio preventivo con le parti sociali,
-  che il progetto di riduzione degli anni di percorso formativo richiederebbe un ben più ampio disegno sui cicli scolastici,
- che la sperimentazione avrebbe dovuto essere accompagnata da un adeguato stanziamento di risorse onde consentire alle scuole in sperimentazione ampia capacità progettuale per la diversa modulazione dei percorsi di studio, la ridefinizione dei quadri orari e l’indicazione di attività laboratoriali e di didattiche innovative, in modo da assicurare comunque il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e delle competenze previsti per il quinto anno di corso.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Inoltre le  OO.SS. hanno chiesto garanzie circa l’affidabilità dei risultati della sperimentazione e dovranno essere tenute sotto controllo alcune variabili, relative alla modalità di costituzione delle classi sperimentali, al coinvolgimento di scuole delle diverse aree del Paese, alla equa partecipazione di scuole paritarie e statali. È anche stato posto il problema della rimodulazione delle attività di alternanza scuola lavoro, la cui incidenza diviene più rilevante se parametrata alla riduzione del percorso scolastico da cinque a quattro anni.
Le OO.SS. hanno infine hanno chiesto che nel costituendo Osservatorio sulla sperimentazione dei percorsi quadriennali ci sia la presenza di rappresentanti sindacali e delle Associazioni professionali. L’Amministrazione ha garantito disponibilità in tal senso, impegnandosi anche ad un intervento in relazione alle osservazioni emerse durante l’incontro.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3163-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 23-10-2017 // 06:00 // NODE 3160-3163
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Concorso Dsga nel 2018 // Mobilità, ancora colpi di scena // DS a Roma in assemblea // Presentata la rete “FISCHIO”, progetto pilota del Miur per uno sport che include e orienta   
-

Concorso Dsga nel 2018
Nella bozza di Bilancio si afferma che, nel 2018, sarà bandito il concorso per la copertura di 1.213 posti attualmente vacanti di Dsga, prevedendo anche una deroga ai requisiti richiesti per l’accesso (diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio) per gli Assistenti amministrativi che alla data di entrata in vigore della legge di Bilancio hanno maturato almeno tre anni di servizio, a tempo pieno, negli ultimi otto, nelle mansioni di Dsga.
-
Mobilità, ancora colpi di scena
Ancora una volta soccombente il Miur a Catania sulle operazioni di mobilità, nel caso di specie, sulle assegnazioni provvisorie. Di fronte al diniego di accoglimento di assegnazione provvisoria in una sede territoriale che consentisse ad un’insegnante di assister il padre (beneficio stabilito dalla legge 104), da parte dell’Ufficio di Ambito Territoriale di Catania, la docente ha fatto ricorso e il Tribunale di Lucca si è pronunciato in favore della ricorrente, intimando di rifare le assegnazioni provvisorie o comunque di assegnare alla vincitrice una sede a lei consona, cioè fra quelle scelte dalla ricorrente in fase di presentazione dell’istanza per l’assegnazione provvisoria.
-
DS a Roma in assemblea
Oggi, a Roma i rappresentanti sindacali dei Dirigenti Scolastici di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal, incontreranno in una assemblea aperta di quadri e delegati, alcuni esponenti dell’arco parlamentare, per denunciare la sperequazione retributiva e le difficili condizioni di lavoro, sollecitando anche la politica a un impegno per trovare le necessarie soluzioni.
I dirigenti scolastici e il personale tutto, nel denunciare gli errori incredibili e quasi inesauribili della legge 107/2015 chiedono che si ponga rimedio, lavorando per superare uno scollamento così profondo tra adempimenti richiesti alla macchina amministrativa e conduzione autonoma delle scuole.
Relativamente agli annunciati aumenti categoriali che, a regime, porteranno da 400 a 500 euro netti in busta paga, si tratta per il DS di un primo obiettivo di perequazione che sarà difficile raggiungere nel breve periodo.
La manifestazione, che si svolgerà al Centro Congressi Cavour (via Cavour 50) e vedrà a confronto sindacati e politici, prevede la partecipazione di  molti esponenti di diversi raggruppamenti e dei responsabili scuola di molti partiti, sia di maggioranza che di opposizione,  che i responsabili  nazionali dei DS di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA e Snals Confsal  hanno già incontrato nelle scorse settimane.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Le questioni aperte:
- retribuzioni molto lontane da quelle della dirigenza pubblica,
- attribuzione di responsabilità improprie, come nel caso di quelle riguardanti la sicurezza degli edifici,
- incombenze che si moltiplicano traducendosi spesso in autentiche molestie burocratiche,
il tutto con una dotazione di strutture e personale assolutamente insufficiente per far fronte alla gestione degli uffici.
Molto spesso poi al proprio istituto si aggiunge anche il carico di una seconda scuola affidata in reggenza perché priva di dirigente. Un’impresa, in queste condizioni - scrivono i Sindacati proponenti - trovare il tempo per occuparsi degli aspetti centrali nella mission della scuola e che tali dovrebbero essere anche nell’azione del dirigente, la cura delle attività didattiche, la loro organizzazione con l’obiettivo della massima efficacia e qualità.
È questa in sintesi la rappresentazione del disagio che vivono i dirigenti scolastici italiani, giunto ormai al limite della sopportabilità.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL COMUNICATO:  22-10-17-comunicato-unitario-ds
-
Presentata la rete “FISCHIO”, progetto pilota del Miur per uno sport che include e orienta
È stato presentato all’Istituto Magistrale “Caetani” di Roma in viale Mazzini 36, il progetto pilota “FISCHIO” (acronimo per “Federazione Istituti per lo sport che include e orienta”), voluto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Una serie di attività legate all’attività fisico-motoria, nelle sue diverse espressioni, applicazioni e differenze contestuali, compresi giochi e laboratori, finalizzato a migliorare il processo di inclusione scolastica di alunne e alunni anche con disabilità.
PER LEGGERE IL COMUNICATO MIUR:  http://www.miur.gov.it/web/guest/comunicati/-/asset_publisher/W7Uka1ndVGrg/content/presentata-la-rete-fischio-all-istituto-magistrale-caetani-di-roma-il-progetto-pilota-del-miur-per-uno-sport-che-include-e-orienta?inheritRedirect=false&redirect=http%3A%2F%2Fwww.miur.gov.it%2Fweb%2Fguest%2Fcomunicati%3Fp_p_id%3D101_INSTANCE_W7Uka1ndVGrg%26p_p_lifecycle%3D0%26p_p_state%3Dnormal%26p_p_mode%3Dview%26p_p_col_id%3Dcolumn-2%26p_p_col_count%3D1


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -

 

 

--
node-3157-assemblea-ds

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 22-10-2017 // 06:00 // NODE 3157
--

Ds in assemblea a Roma

-
Domani, 23 ottobre alle ore 10:00 assemblea pubblica sulle questioni aperte
promossa da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal
-

Domani, lunedì 23 ottobre alle ore 10, nel quadro delle iniziative promosse da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA e Snals Confsal sulle problematiche dei Dirigenti scolastici, si tiene a Roma un’assemblea pubblica, cui prenderanno parte delegazioni di dirigenti provenienti da tutta Italia.
La manifestazione, che si svolgerà al Centro Congressi Cavour (via Cavour 50) e   vedrà a confronto sindacati e politici,   prevede la partecipazione di  molti esponenti di diversi raggruppamenti e dei responsabili scuola di molti partiti, sia di maggioranza che di opposizione,  che i responsabili  nazionali dei dirigenti scolastici di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola RUA e Snals Confsal  hanno già incontrato nelle scorse settimane. 
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL COMUNICATO:  22-10-17-comunicato-unitario-ds

--

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3145-certezze-chenon-convincono-troppo

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 21-10-2017 // 06:00 // NODE 3145
--

Certezze che non convincono troppo

-
Fedeli e Madia: “Chiuso l’Atto di indirizzo per il comparto Istruzione e Ricerca.
Subito contrattazione, rinnovo entro fine anno”
-

Le certezze assolute delle Ministre Valeria Fedeli e Marianna Madia secondo le quali con l’Atto di indirizzo per il rinnovo del contratto (di comparto e dell’area dirigenziale) dell’Istruzione e della Ricerca trasmesso all’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni (Aran) ora si potrà avviare il tavolo di contrattazione e sbloccare il rinnovo del contratto atteso ormai da dieci anni, non convince del tutto, per il semplice fatto che il Governo ritiene di aver proceduto “sulla strada tracciata con l’Accordo dello scorso 30 novembre e che quindi il rinnovo potrà avvenire in tempi, anzi entro la fine dell’anno, perché ci sono sia i tempi che le risorse”.
Proprio sulle risorse casca l’asino, come si dice in gergo. Il comparto e l’area dirigenziale dell'Istruzione e della Ricerca comprendono i dipendenti della Scuola (dirigenti, docenti, educatori, amministrativi, tecnici ed ausiliari); dell’AFAM ( direttori, docenti, coordinatori, assistenti, coadiutori); dell’Università (dirigenti, elevate professionalità e personale amministrativo); degli Enti pubblici di ricerca (dirigenti, personale amministrativo e di ricerca di 21 enti).
A fronte di tanto personale, con variegati orientamenti, aspettative e storie salariali diversi, siamo davvero certi che imbarazzanti proposte, che al netto di demagogia e tasse mediamente ammontano a 40 euro nette al mese, saranno ritenute soddisfacenti dopo quasi dieci anni d’attesa? Siamo certi che per la parte normativa indispensabile, ma complessa alla luce dell’evoluzione legislativa di questi anni, tutto filerà senza intoppi?
Noi siamo alquanto perplessi e saremmo davvero lieti di essere smentiti clamorosamente non solo con la firma del nuovo CCNL, ma con la piena soddisfazione dei lavoratori. (n.b.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3144-pannicelli-caldi-e-pericolosi

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 21-10-2017 // 06:00 // NODE 3144
--

Pannicelli caldi e pericolosi!

-
Soluzioni abborracciate non risolvono il problema: è vietato tornare a casa da soli per minori
di 14 anni, e se per questo fino a 18 anni compiuti!
-

Non sono d’accordo con quanto riportato da Giovanni Battista Diciocia che sulla testata TuttoscuolA.com ( leggi:  https://www.tuttoscuola.com/uscita-scuola-vietato-tornare-casa-soli-minori-14-anni-si-uscire-dallimpasse/ ) dopo aver analizzato con accuratezza i fatti drammatici e gli eventi che hanno determinato la sentenza della Corte di Cassazione (n. 21593 del 19.09.2017) che ha rilevato la responsabilità della scuola per l’infortunio mortale occorso ad un bambino di 11 anni investito da un autobus all’uscita da scuola. Tanto che dall’evento drammatico è scaturita la prassi che in molte scuole italiane si vieta agli alunni minori di 14 anni di tornare a casa da soli (perché non fino a 18, quando si è maggiorenni per legge?), sembra propenso ad accettare quanto suggerito dal Pubblico Tutore del Minori del Friuli Venezia Giulia.
Il Tutore, dopo aver sottolineato come le “liberatorie” rilasciate dalle famiglie non hanno alcun valore giuridico, fa presente che impedire, sempre e comunque, il ritorno a casa da soli degli alunni rischia di conseguire due negatività:
– porre in atto una visione custodialistica della scuola, vale a dire un luogo che esiste per il diritto solo ed unicamente se impedisce o evita situazioni di danno agli alunni;
– non consente a ciascun alunno la graduale acquisizione di una autonomia personale e sociale.
Ciò premesso, scrive l’articolista sulla Testata già citata, il Tutore propone un’istanza delle famiglie alla scuola, in cui le stesse dichiarano:
– che la richiesta non è certo finalizzata “all’abbandono” del figlio in una situazione di pericolo, ma intesa a permettere la piena realizzazione della personalità dello stesso per il tramite di una maggiore autonomia, in un contesto ambientale adeguato alla sua effettiva maturità;
– di essere consapevoli che, durante l’orario extrascolastico, la vigilanza ricade “in toto” sulla famiglia stessa;
– di essere impossibilitate a garantire – all’uscita da scuola – la presenza di un genitore o di altra persona maggiorenne delegata;
– che il figlio, ancorché minorenne, è stato adeguatamente allenato a percorrere il tragitto scuola-casa, oltre che opportunamente sensibilizzato a porre in atto diligenti azioni comportamentali;
– che il percorso scuola-casa non presenta aspetti e profili di particolare pericolosità, con specifico riferimento alla tipologia delle strade e al traffico.
Sulla base delle predette dichiarazioni sarà il DS che dovrà decidere, in maniera consapevole e fondata, alle richieste dei genitori.
Fin qui l’articolo senza commento. Noi ci chiediamo se stiamo scherzando con una cosa seria o piuttosto una cosa seria sta diventando scherzo, anche se Carnevale è lontano! Ci chiediamo se il Pubblico Tutore del Minori del Friuli Venezia Giulia con le sue affermazioni si riferisca alle stradine dei tanti paesini locali della sua Regione ovvero alle grandi città metropolitane dove minori accompagnati da adulti spesso vengono arrotati da biciclette e ciclomotori che scorazzano anche sui marciapiedi? Ordinario malcostume si dirà, ma i fatti sono questi e con questi il DS deve fare i conti nel valutare se, quando e come sia possibile o meno concedere il permesso di lasciare la scuola da soli.
Personalmente riteniamo che quanto prospettato da noi in un articolo pubblicato qualche giorno addietro sia più protettivo nei confronti del minore, più tutelante per il DS e nel pieno rispetto dello Regolamento di Circolo/Istituto.
Per memoria, ripubblichiamo l’articolo:

-
CERIPNEWS // LA NOTA // XVII // 11-10-2017 // 06:00 // NODE 3028
A proposito di vigilanza sul minore
Quali possono essere  i comportamenti della scuola per ridurre le conseguenze penali // Burocratizzare fino a tanto la scuola e gli alunni concorre a determinare l’autonomia
Il caso di una dirigente scolastica romana che ha chiamato la Polizia in assenza dei genitori che avrebbero dovuto prelevare il figlio al termine delle lezioni è solo la punta dell’iceberg di una difficile e complessa relazione famiglia-istituzioni, a seguito della recente sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato un docente e un dirigente per la morte di uno studente, sostenendo in modo ineludibile che la responsabilità ricade sul personale scolastico anche al di fuori delle mura istituzionali, almeno fino a 14° anno di età.
Così, in tutta  Italia si moltiplicano i casi di dirigenti scolastici che non consentono agli studenti di tornare a casa da soli e stanno procedendo in tutta fretta a modificare il Regolamento di Istituto laddove era prevista l’uscita da soli previa autorizzazione dei genitori, che in punta di diritto (C.P. art. 519) non ha alcun valore legale.
La mancata custodia, per ragazzi fino a 14 anni, implica il reato di abbandono di minore; chi ne ha la custodia e cura e trascura questi vincoli rischia la reclusione fino da sei mesi a cinque anni.
In sostanza  sono responsabili del minore sia il docente che lascia andar via da scuola da solo uno studente che ha meno di 14 anni, sia i genitori che permettono al proprio figlio di tornare a casa da solo.
Un vero e proprio vicolo cieco che, soprattutto nelle grandi realtà urbane, anche in considerazione degli impegni di lavoro dei genitori che non collimano con i tempi scolastici, impone che gli stessi rilascino alla scuola non una dichiarazione liberatoria general-generica, ma circostanziata, dettagliando, a parte loro, chi sono le figure parentali che possono prelevare il proprio figlio/a (è d’obbligo la fotocopia di un documento d’identità per ciascuna figura descritta)  e, in subordine, quale altro genitore della scuola (meglio se della stessa classe/sezione) o soggetto terzo adulto, sia autorizzato a prelevare il minore, assumendosi in toto l’onere concreto della custodia e della vigilanza fino alla consegna ai genitori e/o altre figure parentali di sua conoscenza.
Ovviamente non basta la dichiarazione dei genitori, va assunta al fascicolo anche la dichiarazione di accettazione dell’incarico da parte del soggetto terzo chiamato a questo atto di responsabilità (sempre previa consegna della fotocopia del documento di identità),  che si configura come affidamento temporaneo di minore.
Ė tutto? Affatto, ma almeno non si dovrebbe cadere nel penale con l’accusa di abbandono del minore, omessa custodia, vigilanza e tutela.
A margine, tuttavia, oltre la legge, oltre la sentenza che non si discute, resta una valutazione pedagogica da non sottovalutare: burocratizzare fino a tanto la scuola e gli alunni concorre a determinare l’autonomia almeno per i ragazzini di 11-14 anni, anche questo compito educativo-formativo della scuola.
A questa età, con il permesso dei genitori (speriamo!), di pomeriggio da soli vanno nei club per i giovanissimi, vanno al cinema con i compagni e poi rientrano a casa, spesso si fanno anche la pizza nel locale dell’angolo (ma non tanto!), ma non possono andare a casa da soli all’uscita della scuola, precludendo così un loro legittimo percorso di crescita! Manca solo che si affermi che il minore, senza accompagnatore, debba restare chiuso a casa! A queste condizioni non è protezione del minore con la legge, è solo paura!
[a cura dell’Ufficio di consulenza legislativa del CERIP]

-

--

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3143-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 21-10-2017 // 06:00 // NODE 3140-3143
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le Notizie: Il “Sole per amico” // Prof sospesa a Messina // La terra trema a Castelvetrano // Epatite A in una scuola palermitana
-

Il “Sole per amico”
Primo premio nazionale alla scuola primaria “Ignazio Buttitta” di Bagheria (Palermo)
Gli alunni della scuola primaria dell’Istituto “Ignazio Buttitta” di Bagheria (Palermo) sono i vincitori del 1° premio nazionale del concorso “Il Sole per amico”, promosso dall’IMI, dall’Aiom con il patrocinio del Miur e del Ministero della Salute.
Congratulazioni vivissima alle insegnanti e alla Dirigente scolastica, nostra amica ed assicura lettrice.
-
Prof sospesa a Messina
I Carabinieri hanno notificato la misura cautelare della sospensione dal servizio ad una professoressa di Messina che, durante l’anno scorso, avrebbe represso i comportamenti vivaci di sei alunni intimidendoli, infliggendo loro mortificazioni personali ed usando anche violenza fisica.
-
La terra trema a Castelvetrano
Sue scosse di terremoto nell’area di Castelvetrano hanno costretto gli alunni di due plessi scolastici a lasciare anzitempo le lezioni. Il movimento tellurico sussultorio ha creato molta paura e parecchi cittadini si sono riversati per strada.
-
Epatite A in una scuola palermitana
Allarme epatite A in una scuola elementare di Palermo, con due bambini ricoverati all’ospedale pediatrico “Di Cristina”. Il settore Ambiente del Comune di Palermo ha predisposto un intervento di infezione urgente.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3134-atto-indirizzo

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 20-10-2017 // 06:00 // NODE 3034
--

Emanato l’Atto di indirizzo all’Aran

-
Comparto dell’Istruzione e della Ricerca e per la relativa Area dirigenziale
-

I contratti, di comparto e di area, saranno articolati in una parte comune e in più sezioni speciali, una per ciascuno dei precedenti comparti e aree contrattuali, nel limite delle risorse finanziarie destinate al rinnovo contrattuale.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  20-10-17-atto-indirizzo

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3133-legge-di-bilancio

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 20-10-2017 // 06:00 // NODE 3033
--

Legge di Bilancio, per la scuola stanziamenti insufficienti!

-
Comunicato unitario di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal
-

In un comunicato unitario diffuso ieri e che riportiamo in allegato, i segretari generali delle OO.SS. Scuola: Francesco Sinopoli (Flc Cgil), Maddalena Gissi (Cisl Scuola), Giuseppe Turi (Uil Scuola Rua) e Elvira Serafini (Snals Confsal), ritengono che gli stanziamenti per la scuola previsti dalla Legge di Bilancio siano insufficienti.
Flc Cgil, Cisl Scuola, Federazione Uil Scuola Rua e Snals Confsal ritengono necessarie ulteriori risorse specifiche per il settore da finalizzare al rilancio dell'intero sistema scolastico, che deve essere in grado di utilizzare, riconoscere e valorizzare tutte le energie presenti al proprio interno.
Nessuno può restare indietro.
Occorre rafforzare le politiche di investimento in istruzione e formazione avendo a riferimento gli standard europei sia per quanto riguarda la loro consistenza in relazione al PIL (raggiungendo il livello della media OCSE) sia per quanto riguarda la valorizzazione delle professionalità di tutto il personale.
A supporto di tali rivendicazioni saranno attivate tutte le iniziative di mobilitazione necessarie.
PER LEGGERE E/0 SCARICARE IL COMUNICATO:  20-10-17-comunicato-unitario

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3132-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 20-10-2017 // 06:00 // NODE 3129-3032
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: La Classe Capovolta // Convegno sui Licei sportivi // La Costituzione e cittadinanza europea entra a scuola  // La Ministra e il mondo digitale //Recupero nel mare di Levanzo
-

La Classe Capovolta
Oggi, venerdì 20 ottobre, all’Auditorium del Massimo di Roma si apre la 2° edizione del Convegno Flip-Me di Classe Capovolta, promosso dall’associazione Flipnet in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale. Il meeting tende a svelare una scuola fatta di nuovi scenari educativi, mediati dal digitale, vicini al flipped & cooperative learning, inclusivi e creativi. Questa seconda edizione, inoltre, vuole approfondire la pratica didattica della ‘Classe Capovolta’ con workshop, conferenze e seminari curati dai docenti “capovolti” che fanno capo all’associazione, insieme a specialisti della comunicazione e della creatività, per divulgare il metodo.
-
Convegno sui Licei sportivi
Oggi e domani si svolge a Montecatini (Centro Congressi Tuscany) il primo convegno nazionale dei Licei sportivi a quattro anni della loro nascita. Presenti i rappresentanti dei 236 Licei scientifici ad indirizzo sportivo, scuole, paritarie e convitti nazionali con classi ad indirizzo sportivo provenienti da 137 città di tutte le Regioni italiane.
-
La Costituzione e cittadinanza europea entra a scuola
La Commissione Politiche dell’Unione europea di Palazzo Madama ha espresso il proprio parere sul ddl finalizzato all’introduzione dell’insegnamento di Costituzione e cittadinanza europea nelle scuole dell’obbligo. Si tratta di una prima tappa, ma l’obiettivo è quello di introdurre nelle scuole dell’obbligo l’insegnamento e il processo formativo con cui gli studenti acquisiscono la consapevolezza di diventare soggetti attivi e protagonisti della comunità europea informata ai principi e ai valori della Costituzione italiana e delle norme dell’Unione europea.
-
La Ministra e il mondo digitale
La Ministra Fedeli rispondendo ad un’interrogazione parlamentare sull’uso di cellulari e tablet in classe ha affermato che le nuove tecnologie possono diventare un valido strumento di facilitazione dell’apprendimento ed evitare anche che i ragazzi si imbattano in fake news o diventino vittime del cyberbullismo. Su questi presupposti, spuntati solo adesso, ha legittimato l’istituzione di un’apposita Commissione “con il compito di individuare le linee guida dell’utilizzo di device in aula da parte delle ragazze e dei ragazzi, guidati dal docente e come nuovo strumento didattico”.
-
Recupero nel mare di Levanzo
Conferenza stampa oggi
, 20 ottobre, ore 17:00, nei locali della Soprintendenza del Mare
– Via Lungarini, Palermo
Eccezionale recupero nei fondali del mare di Levanzo, nel teatro della “Battaglia delle Egadi” del 241 a.C. tra la flotta romana e quella cartaginese.
Il rinvenimento è avvenuto nell’ambito della campagna di ricerche “Egadi Project 2017”, condotte dalla Soprintendenza del Mare e dalla GUE (Global Underwater Explorer), in collaborazione con l’ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica, il Comune di Favignana, l’AMP Isole Egadi e la RPM Nautical Foundation.
Le immersioni esplorative, effettuate a profondità tra i 70 e i 100 metri, si sono svolte sull’area già nota come teatro della celebre battaglia e sulla probabile zona di ancoraggio della flotta romana a ridosso dell’Isola di Levanzo.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
- -
--
node-3114-incontro-su-ptof

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 19-10-2017 // 06:00 // NODE 3114
--

Incontro sugli Orientamenti concernenti il PTOF

-
Precisazioni da parte del Miur, forse anche qualche passo indietro, nella disponibilità a chiarire meglio i contenuti della nota!
-

Si è svolto presso il Miur, un incontro con il Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, dott.ssa Rosa De Pasquale, relativamente alla nota n. 1830 del 6 ottobre scorso su: Orientamenti concernenti il Piano triennale dell’Offerta formativa.
L’incontro, come si ricorderà, era stata sollecitata unitariamente dalle OO.SS. Scuola, a causa di numerose perplessità suscitate dalla nota in questione.
L’Amministrazione, di fronte alle richieste di chiarimento avanzate dalle OO.SS. nel corso dell’incontro, compiendo anche qualche passo indietro, ha specificato che la nota in questione ha solo valore ricognitivo, con l’intento di coordinare le diverse disposizioni e offrire un servizio alle scuole. La dott.ssa De Pasquale ha assicurato che:
- non è nell’intenzione del Miur definire nuovi format per il Ptof;
- che non si intende in alcun modo comprimere l’autonomia degli istituti scolastici;
- che non si vuole intervenire sulla regolazione del rapporto di lavoro in tema di utilizzazione del personale o sulla formazione continua dei docenti.
Secondo l'Amministrazione, alcuni riferimenti contenuti nella nota, raccolgono disposizioni normative di immediata applicazione (come nel caso di quanto previsto sulla valutazione nel primo ciclo), altri sono invece suggerimenti riferiti all’adeguamento del Ptof per il prossimo anno scolastico, in vista dell’apertura delle iscrizioni.
In conclusione, la nota non ha valore innovativo o prescrittivo ma esclusivamente di supporto alle scuole, per il coordinamento delle diverse disposizioni nel frattempo intervenute a seguito dei decreti legislativi derivanti dalle deleghe della legge 107/2015.
L’Amministrazione, tuttavia, si è dichiarata disponibile ad intervenire con chiarimenti se vi fossero ulteriori dubbi interpretativi eventualmente manifestati dalle istituzioni scolastiche rispetto ai contenuti della nota.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Per memoria, ricordiamo che le OO.SS. Scuola, raccogliendo le prime perplessità dei Dirigenti scolastici espresse dopo la lettura della nota, nella richiesta di incontro urgente, avevano rappresentato al Miur che:
- il continuo intervento di regolazione richiesto alle scuole rispetto all’articolazione dei Piani dell’Offerta formativa era in contraddizione con la triennalità dei Piani e giungeva anche tardivamente rispetto ai tempi dei Collegi dei docenti;
- alcune indicazioni contenute nella nota sembrano travalicare l’autonomia delle istituzioni scolastiche, come ad esempio con il riferimento al Piano per l’Educazione alla sostenibilità (che recepisce i Goals dell’Agenda 2030) o con il richiamo alla promozione della cultura umanistica (in assenza però del previsto Piano delle Arti) oppure con l’invito ad adottare quali riferimenti per il Piano per l’Inclusione gli indicatori anticipati dal dlgs.66/2017 ma non ancora inseriti nel RAV;
- la nota, inoltre, sembrava anche voler intervenire su aspetti specificamente attinenti al rapporto di lavoro quando ipotizza, senza alcun coinvolgimento delle OO.SS. Scuola, la possibilità di utilizzare in rete risorse professionali per attività sui temi della creatività;
- infine si censurava l’accenno ad una possibile utilizzazione da parte dell’Amministrazione di strumenti di supporto per rendere possibile una lettura comparata dei Piani per l’Offerta formativa, lasciando prevedere un’attività di controllo sulle autonomie scolastiche o peggio se si annunciavano ulteriori molestie burocratiche derivanti da format o piattaforme dedicate.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3113-dalla-scuola

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 19-10-2017 // 06:00 // NODE 3111-3113
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Ripartizione fondi aree a rischio // Intesa su 1.000 tutor per l’Alternanza
scuola-lavoro // Aperta la XV Edizione di Orienta Sicilia
-

Ripartizione fondi aree a rischio
Alla Sicilia assegnati € 2.649.570,00 su € 23.870.000,00 (Lordo Stato)
Il Miur con nota prot. 5094 del 16 ottobre u.s. ha comunicato agli UU.SS.RR. i criteri di ripartizione dei fondi per le Aree a Rischio per l'anno 2017 ed ha informato che è aperta la piattaforma
www.areearischio.it  per l'inserimento dei progetti da parte delle istituzioni scolastiche interessate.
Il Miur invita gli UU.SS.RR. ad effettuare la contrattazione integrativa regionale che avrà il suo effetto soltanto dopo il perfezionamento del contratto integrativo stesso.
Le risorse disponibili ammontano a € 23.870.000,00 (Lordo Stato) ripartite secondo il prospetto di cui alla Tabella A. Alla Sicilia la somma assegnata è di € 2.649.570,00.
La realizzazione dei progetti dovrà avvenire entro e non oltre il 30 giugno 2018.

PER LEGGERE E/O SCARICARE I PDF:  19-10-17-aree-a-rischio   //  19-10-17-ccin.mof
-
Intesa su 1.000 tutor per l’Alternanza scuola-lavoro
Prossimo confronto OO.SS. -  Miur - Ministero Lavoro, per concordare le modalità di intervento di questo personale nelle istituzioni scolastiche // La protesta dei presidi dei licei
Firmata l’Intesa relativa all’utilizzo di 1.000 tutor per l’alternanza scuola lavoro (progetto ANPAL - Agenzia nazionale per le politiche attive). Previsto un confronto tra OO.SS., Miur e Ministero del lavoro, per concordare modalità di intervento di questo personale nelle istituzioni scolastiche.
Intanto continuano le protesta sui percorsi di alternanza scuola-lavoro e qualche DS di liceo, che preferisce l’anonimato, afferma che “il problema più grave è il fatto che il Miur ha scaraventato sulle scuole la soluzione del problema, senza nessuna organizzazione, né verifica di fattibilità, con una quantità di ore enorme e senza che si capisse bene come si dovesse procedere”.
Mentre gli istituti professionali e tecnici avevano già una consolidato esperienza di Terza Area e stage di formazione scuola-lavoro, i licei si sono trovati nella bufera della legge 107/2015, mentre sulla carta, le ore di professionalizzazione dovevano servire per fare acquisire agli alunni nuove competenze, combattere la disoccupazione, favorire la comunicazione intergenerazionale.
Insomma, un impegno immenso che non sempre consente di offrire ai ragazzi esperienze di eccellenza ed anzi spesso capita di accettare quello che capita da parte delle ditte/imprese, andandole a cercare una per una.
 -
Aperta la XV Edizione di Orienta Sicilia
Incredibile afflusso di studenti delle scuole secondarie provenienti da tutta l’Isola a Tommaso Natale (Palermo) 
In corso a Tommaso Natale (Palermo) la XV Edizione di Orienta Sicilia, per un orientamento/scelta consapevole per gli studi universitari e l’iscrizione alla scuola secondaria di 2° grado. Particolarmente affollati gli stand delle facoltà e accademie italiane ed estere.
Nel 2016 sono stati 60mila gli studenti che hanno visitato la fiera; quest’anno la previsione è molto più alta, dato che solo nella giornata d’apertura sono stati circa 20mila gli studenti delle scuole secondarie siciliane che hanno preso d’assalto le decine di stand aperti. Molto gettonati quelli di elettronica ed informatica.
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3110-novità-inclusione

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 19-10-2017 // 06:00 // NODE 3110
--

Tutte le novità sull’inclusione

-
Applicazione del D. Lgs n. 66/17 // Raccolta di materiale specifico dal web
-

Come è noto, dal 1° gennaio 2019, il D. Lgs n. 66/17 introdurrà importanti novità per l’inclusione degli alunni con disabilità nelle scuole di ogni ordine e grado, cambia il riconoscimento e la certificazione dell’handicap da parte delle Commissioni mediche competenti. In particolare, sarà prevista l’adozione del Profilo di funzionamento, come atto propedeutico e necessario alla predisposizione del Progetto individuale (Pi) e del Pei.
Per effetto di quanto sopra le scuole, nella stesura dei percorsi didattico-formativi dovranno tener conto sia della certificazione della disabilità redatta secondo la Classificazione statistica internazionale delle malattie (Icd) dell’Oms, sia del Profilo di funzionamento elaborato secondo la International classification of functioning, disability and health (Icf).
Per effetto del sistema Icf le scuole dovranno rivedere le proprie modalità di valutazione dei livelli degli apprendimenti e delle competenze raggiunti dagli studenti con disabilità. Vi sarà, quindi, la necessità di riformulare la documentazione riguardante l’attestazione delle competenze fino ad oggi adottata dalle Istituzioni scolastiche per gli alunni diversamente abili sia per sostenere gli Esami di Stato, sia per coloro che svolgeranno percorsi formativi in alternanza scuola-lavoro.
La modalità di realizzazione del percorso formativo in alternanza dipende dal tipo di deficit, dalla condizione psicofisica dello studente e dal programma da lui seguito.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Nell’organizzazione dei percorsi in Asl presso le strutture ospitanti (So), l’istituzione scolastica dovrà prestare particolare attenzione nell’individuazione del tutor interno che dovrà seguire lo studente con disabilità presso la So. Nella maggior parte dei casi sarà opportuno prevedere la presenza nel nuovo contesto operativo del tutor interno che in questi casi può essere il docente di sostegno o l’assistente educatore, al fine di consentire un graduale inserimento e di verificare di volta in volta se lo studente diversamente abile è in grado di svolgere le mansioni a lui assegnate in autonomia.
L’attività in alternanza deve rispondere innanzitutto alle modalità previste dal Pei, quindi, se attinente a percorsi differenziati o globalmente corrispondenti agli obiettivi della classe.
Per gli studenti che seguono percorsi differenziati, potrebbe risultare necessaria una flessibilità o riduzione oraria del percorso di Asl nelle So. Vi sono, infatti, patologie legate a deficit psicotici o alla sfera psicologica del soggetto che impediscono allo studente con disabilità di svolgere percorsi di alternanza in luoghi diversi da quelli della scuola e per la totale quantità di ore previste. L’istituzione scolastica dovrà quindi prevedere per questi ragazzi con deficit di adattamento agli ambienti esterni e/o con particolari difficoltà attentive o di applicazione, percorsi eventualmente alternativi e più confacenti alla loro personalità e alle loro reali capacità come ad esempio percorsi formativi in cooperative sociali, strutture di volontariato, impresa formativa simulata, laboratori scolastici.
La normativa vigente per l’alternanza scuola-lavoro non indica un rapporto prefissato tra l’attività pratica e quella teorica, quindi lo studente con disabilità può svolgere specifici moduli teorici o laboratoriali a scuola e parte dei moduli tecnico – professionali nelle strutture ospitanti. Di conseguenza, il percorso di formazione deve essere inserito all’interno di una programmazione idonea al raggiungimento dei risultati di apprendimento.
Su questi e altri aspetti inerenti l’Asl per gli studenti con disabilità, si attendono, da parte del Miur specifiche indicazioni che dovranno affrontare le modalità per sostenere il nuovo esame di Stato, il contestuale rinnovo della modulistica relativa alla certificazione delle competenze per i ragazzi che affrontano percorsi differenziati e l’auspicio di una pubblicazione di linee guida a loro dedicate per la progettazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3103-ridefinizione-ambito-15-catania

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 18-10-2017 // 06:00 // NODE 3103
--

Ridefinizione Ambito 15 di Catania (Collegio dei Revisori)

-
Decreto dell’Assessore della Regione Siciliana  n. 7483 del 13-10-2017
-

Con DA n. 7483 del 13-10-2017, l’Assessore regionale della Sicilia, bruno Marziano, ha ridefinito l’Ambito territoriale 15 di Catania (Collegio dei Revisori) a seguito del dimensionamento della rete scolastica 2017/2018.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PROVVEDIMENTO:  18-10-17-decreto-ambito-catania

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3102-fondi-perequazione-ds

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 18-10-2017 // 06:00 // NODE 3102
--

Ds, previsti fondi per perequare il salario alla Pa

-
La Legge di Bilancio 2018 stanzia 31,7 mln/euro per il 2018 e 95,12 mln/euro per il 2019
-

La prossima Legge di Bilancio ha stanziato risorse pari a  31,7 milioni di euro per il 2018 e 95,12 a decorrere dal 2019 che comporterà un aumento stipendiale lordo di 11.899,74 euro/annui nella parte fissa. A conti fatti, circa 400-500 euro netti al mese.
Con questo provvedimento il Governo ha avviato un lentissimo processo di avvicinamento delle retribuzioni dei Dirigenti scolastici a quelli degli altri comparti della Pubblica amministrazione, dato che un dirigente ministeriale non apicale guadagna in media 90mila euro ed oltre tale reddito si avvicina ai 100mila euro nelle università e negli enti di ricerca, che dopo ,la riforma dei comparti condivideranno non i presidi il contratto nazionale!

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3101-osservatorio-valutazione-ds

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 18-10-2017 // 06:00 // NODE 3101
--

Osservatorio sulla valutazione della dirigenza scolastica

-
Compito: illustrare annuale lo stato di attuazione della direttiva sulla valutazione dei dirigenti
-

Il Miur con decreto 25-05-2017, prot. n. 316 ha istituito l'Osservatorio nazionale sulla valutazione della dirigenza scolastica, con la finalità di promuovere la partecipazione attiva dei dirigenti scolastici al procedimento di valutazione e, in particolare, per la revisione e il rafforzamento della metodologia e degli stessi strumenti di valutazione entro il triennio di prima applicazione.
L'Osservatorio svolge i seguenti compiti:
- effettuare la ricognizione delle problematiche rilevabili in sede di prima applicazione della Direttiva 36/2016;
- effettuare il monitoraggio delle fasi, delle modalità e degli strumenti di valutazione per un miglioramento complessivo del sistema;
- effettuare l'analisi dei fattori di miglioramento del sistema nel suo complesso;
- verificare l'impatto del sistema di valutazione sul lavoro e sullo sviluppo professionale dei dirigenti;
- proporre iniziative di informazione e formazione dei dirigenti e dei componenti dei Nuclei di valutazione;
- presentare alla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione e alla Direzione Generale per il personale scolastico una sintetica illustrazione dello stato di attuazione nazionale della Direttiva 36/2016 alla fine di ciascun anno;
- presentare una relazione finale al Ministro, alla fine dell'anno conclusivo del primo triennio di applicazione.
L'Osservatorio, presieduto dal Direttore generale della Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Carmela Palumbo, è composto da 17 membri: 9 tra Direttori generali e Dirigenti Miur, 6 membri designati delle organizzazioni sindacali, Anna Maria Ajello e Giovanni Biondi, Presidenti rispettivamente di Invalsi e Indire.
Tutti i Direttori Generali degli Uffici scolastici regionali e le Associazioni professionali di categoria partecipano alle riunioni per l'analisi e l'approfondimento di temi di particolare rilevanza e complessità.
L'Osservatorio dura in carica tre anni. La partecipazione all'Osservatorio è onorifica. Ai componenti non spettano compensi, indennità, gettoni di presenza o emolumenti comunque denominati. È altresì escluso il rimborso delle eventuali spese sostenute per la partecipazione ai lavori, che sono a carico di ciascun componente.
-

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3100-potere-che-fa-male

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE // XVII // 18-10-2017 // 06:00 // NODE 3100
--

Il “potere” che fa male

-
Da “La Tecnica della Scuola”: “La collaboratrice della Ds fa una nota disciplinare alla docente”
-

“”” L'insegnante dopo avere constatato che gli alunni dell'ultima ora sono tutti assenti , non avendo ricevuto disposizioni di supplire colleghi assenti, alle 12 e 30 decide di lasciare la scuola. Il suo comportamento è stato appuntato con una nota sul registro di classe da parte della collaboratrice della DS. [Fonte: Lucio Ficara su “La Tecnica della Scuola]
-
La notizia è di quelle da non credere. Abbiamo verificato e constatato che una collaboratrice di una Ds ha realmente fatto la nota sul registro di classe ad una sua collega.
Si tratta di un caso che ha veramente del paradossale e che fa comprendere il clima di ostilità che si respira oggi in quasi tutte le scuole italiane. Per entrare nello specifico del racconto di questo increscioso caso, diciamo che si tratta di una docente che alle ore 12 si era presentata nella sua classe per fare la quinta ora di lezione. Arrivata in classe, constatata l’assenza di tutti gli alunni, non essendo stata impegnata in attività di supplenza in altra classe, alle ore 12,25 prende la decisione di uscire da scuola in quanto era terminata la sua attività di insegnamento. Ebbene la responsabile del plesso, facente parte dello staff di direzione della Ds dell’Istituto di Istruzione Superiore in cui è accaduto il fatto, non appena ha appurato che la docente si era allontanata da scuola, ha preso il registro di classe cartaceo ed ha così scritto: “Per la Dirigente: alle ore 12:27 l’insegnante xxxxxxxx lascia la scuola senza ufficializzare l’uscita. La Responsabile di Plesso Prof. xxxxxxxx“.
In buona sostanza la collaboratrice della Ds ha agito in modo illegittimo, perché ha fatto un richiamo scritto senza averne l’autorità. Anche la Ds in prima persona non avrebbe potuto fare un richiamo scritto di questo tipo sul registro di classe, mettendo la docente nell’imbarazzante situazione di essere oggetto dei commenti di colleghi e studenti. Inoltre c’è da precisare che la docente non ha commesso nessuna irregolarità lasciando la scuola dopo quasi mezz’ora dall’avere constatato che non poteva svolgere, per l’assenza di tutta la classe, la sua ora di lezione. (…) Il docente che si trova in servizio, constatata l’impossibilità di effettuare la sua ora di lezione per l’assenza di tutti gli alunni della classe, essendosi accertato che non gli siano state assegnate supplenze da fare per la sostituzione di colleghi assenti, se non ha avuto assegnate ore di supplenza corrispondenti al suo orario di servizio, non avendo altri obblighi di servizio, potrebbe anche decidere, legittimamente, di uscire da scuola.
La nota scritta dalla collaboratrice della Ds è del tutto gratuita e anche lesiva della dignità professionale del docente, infatti è stato commesso un grave errore procedurale, perché scrivere una cosa del genere su un documento pubblico, che è nella disponibilità del personale scolastico e anche degli alunni, non è assolutamente legittimo. Semmai ci fosse stato un comportamento sbagliato da parte della docente, il Dirigente Scolastico, e non certo una sua collaboratrice, avrebbe potuto fare un avvertimento scritto in forma strettamente riservata. Nell’era della Buona Scuola succede anche questo e se non si sta attenti, non sappiamo dove si potrebbe andare a finire.
”””

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3095-il-governo-ha-fatto-il-botto

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 17-10-2017 // 08:00 // NODE 3095 // 2ª EDIZIONE
--

Il Governo ha fatto il botto

-
Incredibile sfrontatezza della Fedeli: “Con gli aumenti contrattuali i dipendenti statali alzano la testa” , appena 35/40 euro netti al mese o forse poco più, dopo quasi 10 anni, sarebbero una conquista contrattuale! // Gelata del duo Gentiloni-Poletti sulle pensioni: il primo si limita a dire che non sarà rivista la legge; il secondo, afferma che la visitazione dell’età pensionabile non è una priorità! // La Cgil contro la Manovra
-

“Il rinnovo del contratto per il Pubblico impiego dopo quasi dieci, lunghi anni, è un segnale concreto. (…) Un segnale tangibile, dell’impegno profuso dal Governo sul fronte di un lavoro che non è soltanto finalizzato alla crescita e alla stabilizzazione finanziaria del Paese, obiettivo già di per sé ragguardevole, ma che viene riconosciuto in tutto il suo valore sociale, oltre che economico”.
La sfrontatezza politica della ministra Valeria Fedeli non ha limiti, se al termine del Consiglio dei Ministri che la approvato la Legge di Bilancio, sulla sua pagina Facebook ha avuto il coraggio di affermare che “con il rinnovo contrattuale i dipendenti statali alzano la testa” e “ci sono anche risorse per formazione, ricerca e innovazione: è questo il miglior investimento per il futuro non soltanto delle nuove generazioni, ma dell’intero Paese”. In tutto 35-40 o poco più euro netti al mese!

La Cgil contro la Manovra
La manovra che favorisce le rendite e che mantiene lo status quo non è una risposta a tutti, è una risposta solo ad alcuni. Questa la durissima reazione della segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, dopo il CdM che ha definito la Legge di Bilancio. Secca la risposta di Padoan che suggerisce alla Camusso di leggere meglio e bene la manovra dato che il Governo “ha messo risorse per gli investimenti pubblici, per gli investimenti privati, risorse per l'occupazione giovanile,dando una scossa alla crescita.

Ma la vera consistenza delle somme si avrà quando i sindacati inizieranno a confrontarsi con il ministero probabilmente il prossimo mese, fermo restando il principio di incentivare le buste paga più deboli e dare maggiori incrementi a chi si impegna e produce di più.
Nella Legge di Bilancio viene assicurato l’impegno relativo agli scatti di anzianità dei docenti universitari ed è confermato anche l’impegno di armonizzare le retribuzioni dei dirigenti scolastici con le altre figure della dirigenza pubblica.
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha gelato i Sindacati sulle pensioni: non sarà rivista la legge che adegua l’età pensionabile e aspettativa di vita; in conclusione dal 2019 serviranno 67 anni di età! Anche il Ministro Poletti ci mette la sua, affermando che la visitazione sull’età pensionabile non è una priorità del Governo! Una parola di troppo, certamente, soprattutto dopo il movimento assunzionale apparente che ha generato con il suo Jobs Act.
Per quanto riguarda le altre scelte fatte dal CdM è meglio stenderci sopra un velo pietoso: una valanga di bonus tra conferme e novità, compreso quello per i giardini privati (bonus verde), meglio il sisma bonus e l’ecobonus per le case popolari. Scontata anche Confindustria che avrebbe voluto sgravi a pioggia per i neoassunti, senza fare i conti con la precedente esperienza che ha dato solo una spinta apparente ai contratti di lavoro.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3093-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 17-10-2017 // 06:00 // NODE 3089-3093
--

Dalla scuola, nella scuola e oltre

-
Le notizie: Diplomati Magistrale  // Potenziamento scuola dell’infanzia  // Candidati ko //
Fai-da-te nostrano // Precisazione su ricostruzione di carriera    
-

* Diplomati Magistrale - Si attende per il 15 novembre p.v. l’udienza plenaria del Consiglio di Stato che deciderà se è corretto o meno l’inserimento dei diplomati del Magistrale, con titolo conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, nelle GaE e nella 2ª fascia delle GdC/I.
-
* Potenziamento scuola dell’infanzia – La Ministra Valeria Fedeli ha affermato che nella prossima Legge di Bilancio si troverà una “soluzione accettabile” per assicurare l’organico di potenziamento anche per i docenti di scuola dell’infanzia.
-
* Candidati ko – Anche le prove suppletive del concorso a cattedra 2016 non sono andate al massimo, ed i candidati sono stati quasi tutti decimati. Preparazione inadeguata ed elaborati sgrammaticati? Commissione pretenziosa oltre ogni misura agli orali? Oppure solo prove concorsuali da sfascio e da rivedere di sana pianta, compreso il reclutamento per competenza accertata, e non per millantato credito e/o funzione svolta, dei commissari?

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

* Fai-da-te nostrano – Bloccata dal Miur la graduatoria dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (Isia) dove l’unica candidata idonea e collocata al primo posto, oltre ad essere commissaria, era anche la firmataria del provvedimento della sua assunzione. Complimenti alla faccia tosta!
-
* Precisazioni su ricostruzione carriera - Nel corso del recente incontro al Miur per approfondimenti relativi alla nuova procedure informatizzata sulla ricostruzione di carriera del Personale docente e ATA, l’Amministrazione ha chiarito la non obbligatorietà dell’utilizzo della procedura informatizzata per produrre la richiesta di ricostruzione della carriera.  In merito è stato chiesto che nel format per la Dichiarazione dei Servizi, nello spazio per il “servizio militare o equiparati", venga specificato in modo dettagliato quali siano i servizi equiparabili.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3088-grumpy-italia-estero

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 17-10-2017 // 06:00 // NODE 3082-3088
--

Grumpy, in Italia e all’Estero

-
Notizie varie commentate dal solito brontolone: Meta ambiziosa // Rosatellum a rischio //
Golden power made in Italy // Aumenti contrattuali // Candidati siciliani // Austria a destra // Trump lo sfasciatore
-

* Meta ambiziosa - Lo scossone Vienna scatena la destra italiana, anche quella apparentemente meno razzista e xenofoba e la prossima scadenza elettorale è una meta ambiziosa e possibile da raggiungere, anche grazie ad centrosinistra ed una sinistra frantumata in tanti pezzettoni che navigherà, se tutto va bene, appena al 2% o poco più.
-
* Rosatellum a rischio al Senato perché, a conti fatti, la fiducia non è proprio scontata come alla Camera. Si cercano malati immaginari, senatori in congedo per impegni politici, ecc.; una dozzina potrebbero bastare in modo da abbassare il numero legale necessario a considerare valida la seduta a Palazzo Madama. Espedienti da prima repubblica e di bassissimo profilo.
-
* Il golden power made in Italy dovrebbe porre paletti ben saldi per arginare lo strapotere straniero sulle nostre attività strategiche. Bene, ma dove era il governo italiano (questo, quello passato o i precedenti, non importa!) quando dall’estero sono iniziate le grandi manovre con le scalate, anzi gli accaparramenti, che sappiamo?

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

* Aumenti contrattuali - Il Governo dà assicurazione che l’aumento di 85 euro lordo al mese nel nuovo contratto degli statali ci sarà e sarà garantito il bonus da 80 euro, ovviamente per i salari più bassi. Per gli altri cosa significherà un rinnovo contrattuale che al netto renderà appena 40 euro? Intanto la Ministra Fedeli assicura concorsi, assunzioni di personale ausiliario e pensioni agevolate per le donne soggette a lavori usuranti, compreso le insegnanti di scuola dell’infanzia.
-    
* Candidati siciliani - Il candidato governatore della Sicilia, Musumeci si schiera con i giudici che hanno arrestato il sindaco di Priolo Gargallo. Micciché, ovviamente, non ci sta. Il candidato Cancelleri gongola e chiede pure l’intervento dell’Europa a tutela del voto; il suo antagonista gli suggerisce di invocare anche la presenza dei Caschi blu.
-
* L’Austria va a destra, anzi con l’ultradestra razzista e xenofoba, con la vittoria di Kurz. Salvini esulta e pure l’ex Cavaliere. Bel sodalizio, non c’è che dire! Che fine ha fatto l’Unione europea?

* Trump lo sfasciatore, non ha più freni (ma forse non li ha mai avuti!) e si scontra anche con i diretti collaboratori che, a loro volta, devono mettere pezze colorate per coprire le sue sparate mediatiche. Sarà così per tutto il suo mandato?


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3076-sicilia-posti-in-deroga-sostegno

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 16-10-2017 // 06:00 // NODE 3076
--

Sicilia, posti in deroga di sostegno

-
Assegnati dall’USR Sicilia, agli Uffici degli Ambiti Territoriali,
ulteriori 657 posti in deroga di sostegno
-

L’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ha emesso il Decreto relativo agli ulteriori posti in deroga su sostegno per l’anno scolastico 2017/2018. In tutto si tratta di 657 posti, ripartiti come appresso:
-

Ambito
Territoriale

Posti
assegnati

Agrigento

80

Caltanissetta

20

Catania

185

Enna

8

Messina

101

Palermo

130

Ragusa

13

Siracusa

50

Trapani

70

TOTALE

657

-
Per effetto dell’assegnazione di cui sopra, per l’anno scolastico 2017/2018 risultano attivati nelle Istituzioni scolastiche della Regione Sicilia n. 17.224 posti di sostegno distribuiti nelle nove province come appresso:
-

Ambito
Territoriale

Totale posti assegnati

Agrigento

1.187

Caltanissetta

937

Catania

4.250

Enna

528

Messina

1.943

Palermo

4.769

Ragusa

640

Siracusa

1.401

Trapani

1.569

TOTALE

17.224

-
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  16-10-17-posti-sostegno-deroga
-

--

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3075-incontro-su-ptof

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 16-10-2017 // 06:00 // NODE 3075
--

I Sindacati chiedono incontro urgente al Miur su PTOF

-
La richiesta avanzata dai segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola,
Uil Scuola Rua e Snals Confsal
-

Anche se la nota Miur sul PTOF (Prot. N. 1830 del 06/10/2017) sarebbe di “orientamento” e non prescrittiva, i segretari generali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua e Snals Confsal non ci stanno ed hanno inviato una richiesta urgente di incontro alla dott.ssa Rosa De Pasquale, Capo Dipartimento Istruzione e alla dott.ssa Sabrina Bono, Capo Gabinetto del Miur in cui “rilevano inopportune incursioni sulla autonomia progettuale delle scuole”.
La nota – scrivono i Sindacati nella richiesta di incontro – “impone di integrare i piani che la legge 107/2015 propone come triennali, e come tali elaborati dalle scuole, anticipa le misure attuative dei decreti legislativi fissati dal comma 181 della stessa legge, su cui le scriventi organizzazioni restano in attesa di un incontro richiesto unitariamente, avanza l'ipotesi di un format nazionale per l'elaborazione dei Piani da parte delle scuole, ai fini di una non meglio motivata comparabilità”.
Le decisioni assunte unilateralmente, ad avviso dei Sindacati richiedenti l’incontro, non tengono conto dei principi fondanti dell'autonomia scolastica, comunque connessi alle norme contrattuali che regolano il rapporto di lavoro di docenti e ATA, né a quelli elementari delle relazioni sindacali, evidenziando una tendenza più volte denunciata di riduzione degli spazi di partecipazione e di autogoverno delle scuole.
In conseguenza di quanto sopra, chiedono un incontro urgente “per riconsiderare tutti gli elementi in campo ai fini di una semplificazione dell'attività progettuale delle scuole e del rispetto dei principi fondamentali della autonomia scolastica, sempre richiamata dalla legge sulla scuola come aspetto irrinunciabile”.
Flc Cgil, Francesco Sinopoli
Cisl Scuola, Maddalena Gissi
Uil Scuola Rua, Giuseppe Turi
Snals Confsal, Elvira Serafini

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3074-sicilia-istruzione-scolastica

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 16-10-2017 // 06:00 // NODE 3074
--

Sicilia, interventi in materia di istruzione scolastica

-
Impegni per sostenere azioni educative e di promozione della legalità e cittadinanza attiva
-

Con DDG n. 7388 dell’11/10/2017, il Dirigente Generale dell’Assessorato dell’istruzione e della formazione professionale della Regione Siciliana ha comunicato alle istituzioni scolastiche dell’Isola l’impegno della somma complessiva di € 149.915,60 sul capitolo di spesa POC 773908 per l’esercizio finanziario 2017, dei progetti non conclusi al 31712/2015, inseriti nei PON FSE 2007/2014 afferenti all’Avviso per sostenere azioni educative e di promozione della legalità e cittadinanza attiva.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  16-10-17-cittadinanza-attiva

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3073-rosatellum-bis-senato

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 16-10-2017 // 06:00 // NODE 3073
--

Accelerata al Senato sul Rosatellum bis

-
La road map pidiellina prevede le urne aperte per il 4 marzo
-

ROMA - Sarebbe il 4 marzo 2018 la prima data possibile per le prossime elezioni politiche se il Rosatellum bis supererà lo scoglie della fiducia a Palazzo Madama entro questo mese. Non a caso il provvedimento sarà esaminato dalla Commissione Affari costituzionali già la prossima settimana.
Se il Presidente della Repubblica non avanzerà rilievi al testo della nuova legge elettorale, dopo la legge di Bilancio potrebbe sciogliere le Camere, prima o dopo Natale poco importa.
In tal senso il messaggio di Capodanno di Mattarella potrebbe essere l’occasione per spiegare agli italiani l’avvio del cammino verso le urne o per annunciarne la partenza entro pochi giorni. Ma potrebbe anche glissare sull’argomento e procedere, in coerenza con la sua linea, ad affrontare questioni altre sullo scenario nazionale: lavoro, occupazione, investimenti, ecc., ed internazionale, quale la situazione geo-politico-economica dell’Europa e del mondo.
Una cosa però è certa: le elezioni si faranno dopo il panettone e la paura di una chiusura traumatica della legislatura, comunque, sembra scongiurata.
Il premier Gentiloni, che comunque ha dovuto inghiottire suo malgrado i tre voti di fiducia, sembra lanciatissimo verso una rinnovata permanenza a Palazzo Chigi, non fosse altro per il suo modus comportamentale e relazionale, che ha consentito il rinnovato spirito delle larghe intese tra Pd e FI, che potrebbe rinnovarsi anche dopo le elezioni. (c.c.)

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
--
node-3072-dalla-scuola-nella-scuola-e-oltre

- -
CERIPNEWS // NOTIZIE  // XVII // 16-10-2017 // 06:00 // NODE 3066-3072
--

Dalla scuola, nella scuola, e oltre

-
Le notizie: Pensioni, sconto per le donne // Palleggiamenti indecenti // Docenti di geografia vincitori al TAR // Ok ai fondi Pon per le paritarie // Nuove disposizioni in materia di procedimenti disciplinari // Familiari dei disabili in piazza // Petizione sul web perché i bambini siano autonomi
-

Pensioni, sconto per le donne
Benefici previsti solo per le insegnanti di scuola dell’infanzia
La manovra economica 2018 che il Governo varerà oggi potrebbe portare uno “sconto pensionistico” che favorirebbe le donne: 6 mesi per figlio, un anno per due figli, sino ad un massimo di 2 anni.
Per usufruire dello “scivolo” occorre avere svolto attività gravose e logoranti (come macchinisti, facchini, operatori ecologici) ovvero essere insegnanti di scuola dell’infanzia. Tutto il personale della scuola restante (Docenti, Ata e Dirigenti scolastici) siccome non fanno niente, almeno secondo la legge Fornero prima ed ora secondo il nostro Governo (sic!), restano fuori!
-
Palleggiamenti indecenti
Gioco sulle responsabilità Inps - Ministero Lavoro
Le 66mila domande respinte su 130mila di Ape social o di pensionamento anticipato in caso di lavoro precoce sono troppe e il Ministero del Lavoro è corso ai ripari fornendo ulteriori chiarimenti all’Inps per permettere all’Istituto di applicare le misure “nella maniera più estesa e in sostanziale coerenza con le volontà espresse dal Parlamento”.
Ovviamente l’Inps, nella persona del presidente, Tito Boeri, s’è dichiarato “disponibile a riesaminare alcune delle domande che sono state respinte in prima istanza”, ma ha precisato che “esse erano state rigettate semplicemente perché quella era l’istruzione che avevamo ricevuto”.
-
Docenti di Geografia vincitori al TAR
Confluenza sbagliata: la materia non può essere insegnata dai docenti di Lettere 
In opposizione al Decreto Direttoriale n. 414/2016 sulla costituzione degli organici il Miur aveva individuato la confluenza nelle nuove classi di concorso in relazione alla disciplina “Geografia” negli Istituti Tecnici e alla disciplina “Geografia generale ed economica” negli Istituti Tecnici e Professionali, anche delle classi di concorso A-50 (Scienze naturali, chimiche e biologiche) e A- 12 (Lettere negli istituti di istruzione secondaria di II grado).
I docenti di Geografia non hanno gradito e si sono rivolti al TAR per porre fine all’atipicità dell’insegnamento di Geografia, escludendo quindi da tale insegnamento negli Istituti Tecnici e Professionali i colleghi di Italiano e Scienze non in possesso di abilitazione per Geografia.
Il TAR ha accolto il ricorso anche perché l’Amministrazione non ha depositato nessuna relazione utile a giustificare la confluenza come sopra descritta.

 - 
PREPARAZIONE CONCORSO PER DIRIGENTI SCOLASTICI
Il CERIP di Palermo (Viale delle Alpi, n. 65) organizza un percorso formativo in vista del prossimo bando.
Per informazioni e/o
iscrizioni:  info@ceripnews.it  - Telefono: 331-4105857
- - - - -
CARTA DEL DOCENTE - ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

Ok ai fondi Pon per le paritarie
Bisogna intendersi sul concetto di istituzione scolastica: per la UE sono tali solo le scuole statali; la legge n. 62/2000 l’estende anche alle scuole paritarie
La Commissione UE ha dato il primo ok per l
accesso ai fondi Pon da parte delle scuole paritarie. Ne dà notizia il Miur precisando che “sarà possibile celermente apportare con la Commissione le modifiche al Pon per la scuola, necessarie al fine di allineare le relative modalità operative a quanto previsto dal legislatore italiano” e lo conferma la presidente nazionale della Fidae, Virginia Kaladich che in queste settimane è stata impegnata in un’azione congiunta con Agidae, Fism-Cdo Opere educative per accelerare i tempi di invio a Bruxelles della richiesta di modifica dell’Accordo.
Il nodo da sciogliere in sede di Commissione europea è quello di intendersi sul concetto di “istituzioni scolastiche”; per l’Europa rientrerebbero solo le scuole pubbliche statali, secondo la legge n. 62/2000 vanno intese tutte le istituzioni scolastiche che costituiscono il sistema nazionale dell’istruzione, quindi anche le scuole paritarie.
--
Nuove disposizioni in materia di procedimenti disciplinari
Chiarimenti in ordine all’applicazione del Decreto Legislativo del 25 maggio 2017, n. 75 nei confronti del personale scolastico
Pubblichiamo un interessante documento che l’Ufficio II dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise ha inviato ai Dirigenti degli Istituti Scolastici della Regione, che dà chiarimenti in ordine all’applicazione del Decreto Legislativo del 25 maggio 2017, n. 75 nei confronti del personale scolastico.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  16-10-17-procedimenti-disciplinari
-
Familiari dei disabili in piazza
Domani manifestazione davanti al Parlamento, con i lenzuoli sul volto come fantasmi!
I caregiver, familiari che assistono disabili e anziani grevemente ammalati domani manifesteranno davanti Montecitorio coperti con i lenzuoli per sollecitare la legge che li riguarda ferma da 20 anni e in discussione in Commissione Lavoro al Senato che non si sblocca perché priva di copertura finanziaria, nonostante si tratta di assistenza e sostegno per 3,3 milioni di persone.
-
Petizione sul web perché i bambini siano autonomi
Il minore all’uscita della scuola va affidato ai genitori, o a chi ne fa le veci, o può andare da solo?
Non si placa la polemica sul rilascio o meno del minore non accompagnato all’uscita della scuola dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato un dirigente ed un docente per la morte di uno studente di 14 anni, età che per le leggi italiane non rientra tra quelli da considerarsi autonomi e necessitano il costante accompagnamento dei minore. Di conseguenza se la scuola non consegna lo studente direttamente nelle mani dei genitori o di chi ne fa le veci con delega formale, rischia una denuncia per abbandono di minore e rischia fino a 5 anni di carcere.
Così sul web è stata lanciata una petizione che chiede di modificare la legge sulla vigilanza dei bambini e dei ragazzi (andare/tornare a scuola da soli, giocare nei parchi pubblici o nei cortili, spostarsi in quartiere o in paese in autonomia), è da considerarsi come attività normale che esclude l’abbandono dei minori da parte di genitori, insegnanti e presidi.
Nella petizione, che sta riscuotendo grande consenso, si afferma che  i genitori non vogliono crescere una generazione di “bamboccioni”, anche perché in tanti altri Paesi del mondo i bambini si spostano in autonomia.


TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
-
- -
- -

 In caso di riproduzione    
totale o parziale dell'Agenzia,     è obbligatorio citare la fonte

® CERIPNEWS  è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001