-

-

-

CERIPNEWS ®   
Gli eventi scolastici più rilevanti pubblicati nella Testata
ARCHIVIO
IN EVIDENZA

- -
- -

-

-

-

-
02292-titolari-relazioni-sindacali

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA-31/07/2018-06:00
-

I titolari delle relazioni sono solo i sindacati firmatari del CCNL

--
Chiarimento MIUR dopo la sentenza del Tribunale del Lavoro di Roma e l'ARAN
--

Con la nota 21252 del 26 luglio 2018, l’Ufficio di Gabinetto del MIUR, a seguito di un chiarimento dell’ARAN (nota 13297 del 19/07/2018), comunica a tutti gli Uffici Scolastici Regionali, e quindi per esteso a tutte le Scuole, che titolari delle relazioni sindacali sono in via esclusiva i rappresentanti delle organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL (19 aprile 2018).
La nota del MIUR espone in termini inequivocabili la corretta interpretazione dell’art.22 co.2 lett. c) del CCNL siglato il 19/04/ 2018: fatte salve le prerogative della RSU in ciascun luogo di lavoro, la delegazione sindacale è composta, come da FLC CGIL, CISL FSUR e UIL RUA sostenuto fin dal primo momento, soltanto dai sindacati firmatari del CCNL.
Questo vale per l’espletamento di tutte le relazioni sindacali e la partecipazione alle attività ad esse connesse, a tutti i livelli (nazionali, regionali e territoriali), dalla contrattazione all’informazione.

I chiarimenti intervenuti, che consentono di dichiarare conclusa la fase delle polemiche e del contenzioso, riportano finalmente la dovuta chiarezza e definiscono le condizioni per un pieno rispetto delle regole nell’esercizio delle relazioni sindacali.
PER LEGGERE E/O SCARICARE I PDF:  2018-07-31-nota-miur.pdf  //  2018-07-31-nota-unitaria.pdf

 

-

-

-                 CERIP - CEntro di Ricerca e Innovazione Pedagogica - Viale delle Alpi, 65 - 90144 Palermo
 
  CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI - PREPARAZIONE ALLA PROVA SCRITTA
                         Per informazioni e iscrizioni: info@ceripnews.it – Telefono: 3314105857
                   Acquista i ns/ materiali didattici: libri e cd-rom anche con la Carta del Docente

-
-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02284-emendamento-salva-precari-decreto-dignita

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-30/07/2018-06:00
-

Emendamento salva-precari in Decreto Dignità

--
Proposto il superamento della norma sui 36 mesi
--
Le Commissioni Finanze e Lavoro della Camera ha dato il via libera all’emendamento del Decreto Dignità che propone la cancellazione del comma 131 della Legge 107/2015, che, a partire dal 1° settembre 2016, stoppa le supplenze del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario su posto vacante, raggiunti i 36 mesi di servizio.
Ora, l’emendamento è atteso solo dall’approvazione dell’Aula, prima di passare a Palazzo Madama.
Se l’emendamento diventerà legge dello Stato, verrà superato il limite di 36 mesi per le supplenze introdotto con la Buona Scuola e il personale precario docente, amministrativo, tecnico e ausiliario, con più tre anni di lavoro svolto, anche non continuativo, non rischia più di vedersi negato, a partire dal 2019-2020, la possibilità di accettare supplenze su posto privo di titolare, e doversi così accontentare di supplenze sino al 30 giugno (su posto libero ma solo provvisoriamente), sino al termine delle lezioni o di breve durata (su giorni di malattia, maternità, permesso, ecc.).
In sostanza l’emendamento Pittoni, reinterpreta a vantaggio dei lavoratori della scuola (Personale docente e ATA) quanto sancito dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea emanata il 26 novembre del 2014: i 36 mesi indicati dai giudici europei, infatti, sono stati considerati come una soglia da superare per raggiungere, in modo automatico, l’immissione in ruolo.

-

-

-                 CERIP - CEntro di Ricerca e Innovazione Pedagogica - Viale delle Alpi, 65 - 90144 Palermo
 
  CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI - PREPARAZIONE ALLA PROVA SCRITTA
                         Per informazioni e iscrizioni: info@ceripnews.it – Telefono: 3314105857
                   Acquista i ns/ materiali didattici: libri e cd-rom anche con la Carta del Docente

-
-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02253-obiettivo-sicurezza-scuole

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-28/07/2018-06:00
-

Obiettivo sicurezza nelle scuole

--

Bussetti annuncia tempi corti e meno burocrazia

--
Il ministro Marco Bussetti rispondendo nel question time al Senato ha annunciato procedimenti sprint per la gestione dei fondi per l’edilizia scolastica, con l’obiettivo di mettere in sicurezza gli istituti.
Ricordando che il nostro patrimonio edilizio scolastico è particolarmente vetusto (il 62% delle scuole è stato costruito prima del 1976 e che circa il 58% degli edifici scolastici non è a norma sotto il profilo della normativa antincendio e circa il 53% sotto il profilo dell’agibilità), il Ministro ha annunciato, d’intesa con il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, l’operatività di un Tavolo tecnico tra Stato, Regioni ed Enti locali che sta lavorando perché si arrivi, entro il prossimo mese al perfezionamento in Conferenza unificata di un Accordo quadro finalizzato a ridurre gli adempimenti burocratici e tagliare i tempi necessari per l’assegnazione delle risorse agli enti locali proprietari degli edifici scolastici.

-

-

-                 CERIP - CEntro di Ricerca e Innovazione Pedagogica - Viale delle Alpi, 65 - 90144 Palermo
 
  CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI - PREPARAZIONE ALLA PROVA SCRITTA
                         Per informazioni e iscrizioni: info@ceripnews.it – Telefono: 3314105857
                   Acquista i ns/ materiali didattici: libri e cd-rom anche con la Carta del Docente

-
-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02253-sentenza-cds-pubblicita-compensi

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-27/07/2018-06:00
-

Sentenza del CdS sulla pubblicità dei compensi

--
Il Consiglio di Stato è intervenuto sulla questione della pubblicità dei compensi erogati con il Fondo di istituto
--
Il Consiglio di Stato, con sentenza del 20 luglio u.s., è intervenuto sulla questione della pubblicità dei compensi erogati con il Fondo di istituto.
Il provvedimento del CdS fa seguito ad un ricorso presentato a suo tempo dalla Cisl Scuola di Venezia contro il comportamento di un dirigente scolastico che aveva accolto solo parzialmente la richiesta sindacale di rendere disponibili i nomi dei dipendenti destinatari (e i relativi importi) dei compensi del FIS.
Il Consiglio ha argomentato che “dette informazioni sono necessarie a consentire alle organizzazioni sindacali di categoria la verifica dell’attuazione della contrattazione collettiva integrativa d’istituto sull’utilizzo delle risorse”.
In passato, al contrario. il Garante per la Privacy aveva sostenuto che bisogna tenere conto anche delle norme in materia di tutela dei dati personali, ma il CdS ha precisato che “nel conflitto fra il diritto di accesso e il diritto alla riservatezza deve essere data prevalenza al primo”.
Scontata la soddisfazione della Cisl Scuola nazionale che, commentando la sentenza, ribadisce l’importanza del principio, che viene affermato con questa pronuncia, ai fini di un corretto ed efficace svolgimento delle relazioni sindacali d’istituto.
D’ora in avanti, l’Amministrazione rispetto ad una richiesta di accesso agli atti di questo tipo, dovrà tenere in considerazione quanto sancito dai giudici di Palazzo Spada e garantire il diritto delle OO.SS. di conoscere tutti i documenti e le informazioni relative al processo di formazione, di accesso, di ripartizione e di distribuzione delle somme contenute nel Fondo, considerato che la conoscenza di queste informazioni è necessaria per difendere a pieno gli interessi dei quali il sindacato stesso è portatore.

 

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02244-scuole-fondi-interventi-sismici

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-26/07/2018-06:00
-

Scuole, fondi per interventi antisismici

--
Intervento Anci per lo slittamento dei termini
--
Sono stati ripartiti i contributi statali finalizzati alla verifica di vulnerabilità sismica e progettazione di interventi di adeguamento antisismico sugli edifici di proprietà pubblica adibiti ad uso scolastico ricadenti nelle zone sismiche 1 e 2.
La relativa graduatoria, approvata su con decreto direttoriale del 18 luglio 2018, è pubblicata sul sito del Miur.
L'elenco degli interventi di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto, nell'ambito della graduatoria generale, è finanziato con le risorse di cui all'art. 41 50/2017 di competenza del dipartimento Casa Italia, fino a concorrenza delle risorse disponibili. Gli elenchi degli interventi di cui all'articolo 1, commi 3 e 4 sono finanziati con le risorse accertate con decreto 606/20147 nella disponibilità di Cassa depositi e prestiti.
L'Anci si è fatta promotrice presso il ministro, Marco Bussetti, e il sottosegretario della presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, dello slittamento di detto termine.
[FONTE: Matteo Barbero – “Scuole, fondi per interventi antisismici” in ItaliaOggi del 25 luglio 2018]

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02235-seminario-nazionale-oppi

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-25/07/2018-06:00
-

Seminario nazionale OPPI

--
Il mestiere del valutare - La valutazione come atto pedagogico; Milano, 8 Settembre 2018
--
Si svolgerà l’8 settembre p.v. salvo modifiche per eventuali problemi organizzativi il Seminario OPPI a Milano sul tema: Il mestiere del valutare - La valutazione come atto pedagogico. 
Il seminario si terrà presso l’
OPPI, via Console Marcello 20, Milano. L’iniziativa è valida ai fini dell’obbligo formativo.

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02215-mobilita-ds-sicilia

-
CERIPNEWS  IN EVIDENZA  XVIII-25/07/2018-06:00
-

Mobilità Ds Sicilia

--
Conferme, mutamenti e mobilità interregionale dal 1° settembre 2018
--

Sul sito dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia sono stati pubblicati le conferme, i mutamenti e la mobilità interregionale con decorrenza 1° settembre 2018.
Per leggere e/o scaricare il provvedimento e gli allegati:
www.usr.sicilia.it/index.php/tutte-le-news/2024-attribuzione-degli-incarichi-dei-dirigenti-scolastici-
con-decorrenza-1-9-2018-conferme-mutamenti-e-mobilita-interregionale
-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02214-troppi-pensionamenti-ancora-a-rischio

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-24/07/2018-06:00
-

Troppi pensionamenti ancora a rischio

--
4.500 docenti non sanno se dal 1° settembre saranno collocati in quiescenza o meno!
--
A cinquanta giorni dall’inizio dell’anno scolastico, ci sono ancora 4.500 docenti che non sanno se dal 1° settembre saranno pensionati o faranno ancora gli insegnanti almeno per un altro anno: il motivo è legato alla richiesta di pensionamento di anzianità attraverso il riconoscimento, non ancora verificato nel dettaglio, di periodi contributivi relativi al pre-ruolo e della disoccupazione, all’extra-scuola oppure al riscatto della laurea.
È una situazione paradossale che è esplosa in tutta la sua gravità nelle ultime settimane e che coinvolge Inps e Miur in un mix di responsabilità e nonostante i toni rassicuranti che sono stati adottati negli ultimi comunicati stampa congiunti.

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02205-prescrizione-contributi-dipendenti-pubblici

-
CERIPNEWS  IN EVIDENZA XVIII-23/07/2018-06:00
-

Prescrizione contributi dipendenti pubblici

--
Scadenza il 31 dicembre 2018 – È possibile recuperarli? Come?
--
Il 31 dicembre 2018 è l’ultimo giorno per recuperare i contributi persi con il passaggio da INPDAP a INPS; ecco come fare per non perderli in vista della scadenza dei termini della prescrizione.
Lo illustra Simone Micocci su Money di ieri (19 luglio 2018 -
www.money.it/Prescrizione-contributi-dipendenti-pubblici-31-dicembre-2018?utm_source=Money.it&utm_campaign=66913c36d5-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-66913c36d5-302872633 ) precisando che  mancano pochi mesi al termine della prescrizione per i contributi previdenziali dei dipendenti pubblici; come confermato dall’INPS nella Circolare n. 169/2017  infatti, secondo cui “i contributi precedentemente accreditati presso l’INPDAP (l’Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica soppresso dal 2012) non presenti nell’estratto conto INPS verranno definitivamente persi”.
È
possibile recuperarli segnalando la mancanza all’INPS, ma ciò dovrà essere fatto entro il termine improrogabile del 31 dicembre 2018; dopo questa data, infatti, i contributi non accreditati sul fondo dell’interessato saranno persi per sempre. In sostanza, il lavoratore interessato deve accertare eventuali errori per segnalarli all’INPS prima della scadenza dei termini della prescrizione.
Money ha redatto una 
guida utile per i dipendenti pubblici, nella quale si fa chiarezza su come recuperare i contributi persi durante il passaggio da INPDAP a INPS.
Come e cosa fare?
Consigliamo ai dipendenti pubblici di accedere al sito INPS nell’area “La mia pensione” utilizzando il codice fiscale e il PIN, o in alternativa l’identità SPID.
A questo punto seguendo il percorso “Fascicolo previdenziale del cittadino”-> “Posizione assicurativa” potete procedere con il vostro 
estratto conto contributivo; grazie a questo strumento, infatti, potete consultare tutti i contributi accreditati sul fondo INPS, così da accorgervi eventualmente della mancanza di alcuni periodi contributi relativi al periodo precedente al 2012. Mancanza che appunto potrebbe essere motivata da errori - o anche ritardi - insorti con il passaggio dall’INPDAP all’INPS.
Gli eventuali contributi mancanti – alla luce della vostra documentazione - possono essere recuperati con il versamento da parte dell’ente datore di lavoro, purché non si vada oltre alla data del 
31 dicembre 2018.
Per recuperare agli errori basta segnalare l’errore all’INPS, attivando una 
richiesta di variazione e integrazione della posizione assicurativa nella quale indicherete i periodi mancanti e allegando, qualora fosse possibile, la documentazione necessaria a sostegno della vostra tesi.
Per farlo dovete utilizzare la 
funzionalità “richieste di variazione alla posizione assicurativa RVPA”, o in alternativa potete telefonare al numero INPS 803 164 (purché siate in possesso del PIN).

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

 

PER RICEVERE LA RASSEGNA STAMPA DI CERIPNEWS BASTA RICHIEDERLA A: INFO@CERIPNEWS.IT  

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02181-fondo-miglioramento-offerta-formativa

-
CERIPNEWS  IN EVIDENZA XVIII-21/07/2018-06:00
-

Fondo miglioramento offerta formativa

--
Fissato per martedì 31 luglio p.v., alle ore 10:30, l’incontro Miur-OO.SS. Scuola
--

Fissato per martedì 31 luglio p.v., alle ore 10:30, l’incontro Miur-OO.SS. per la distribuzione per il miglioramento dell’offerta formativa (ex MOF) di cui all’art. 40 dl CCNL 2016/2018.
Le OO.SS. presenti al tavolo, nel corso del primo incontro interlocutorio con l’Amministrazione, hanno chiesto la consegna di un testo
proposto dall'Amministrazione, al fine di accelerare al massimo i tempi e poter concludere quanto prima la fase negoziale.

L'Amministrazione si è riservata di inviare una prima bozza di contratto corredata del relativo prospetto con le varie voci di finanziamento.
Sarebbe stato opportuno che avesse adempiuto prima, ma è solo una questione di stile!
In ogni caso i sindacati, come riferisce la Flc Cgil, hanno proposto:
- una semplificazione delle voci specifiche del Fondo e dei criteri di ripartizione delle risorse alle scuole;
- il riutilizzo delle economie degli anni precedenti anche per finalità differenti da quelle per cui le somme erano state stanziate.

 

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02166-ls-l-einaudi-di-siracausa

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-20/07/2018-06:00
-

Al L.S. “Luigi Einaudi” di Siracusa si fa vera ecologia

--
Realizzata la prima compostiera scolastica ad uso collettivo
e si recuperano arredi scolastici in disuso
--
Gli alunni del Liceo Scientifico "Luigi Einaudi" di Siracusa hanno realizzato la prima compostiera scolastica gestita secondo le modalità del Decreto Legge n. 266/2016.
La compostiera già messa a dimora nella sede dell'Istituto Einaudi, in via Nunzio Canonico Agnello, nasce da una convenzione dell'Istituto Statale di Istruzione Superiore "Luigi Einaudi", dell'Associazione Rifiuti Zero Siracusa, in collaborazione con il Comune di Siracusa e la società IGM Rifiuti Industriali.
La realizzazione della compostiera rientra all'interno del progetto "Compostiamoci Bene" promosso dall'Associazione Rifiuti Zero Siracusa con IGM Rifiuti Industriali e il Comune di Siracusa.
La compostiera sarà utilizzata dalla scuola per trasformare in compost sia gli sfalci di potatura prodotti nel terreno di pertinenza sia la frazione organica conferita dal personale Ata, dai docenti e da alcune famiglie degli studenti (70 utenze) che, organizzati in organismo collettivo, potranno usufruire della riduzione del 15% della parte variabile della tassa dei rifiuti, in accordo a quanto previsto dal Regolamento comunale TARI 2018.
La compostiera è stata totalmente costruita dagli studenti del liceo scientifico - Opzione scienze applicate dell'Einaudi con la supervisione di docenti ed esperti. Durante l'inaugurazione sono stati esposti anche gli arredi, recuperati dalla discarica, restaurati dagli stessi studenti all'interno di un progetto PON assegnato alla scuola. Gli arredi recuperati sono già stati sistemati all'interno delle aule.

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02153-tria-tasse-giu-solo-se-si-puo

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-19/07/2018-06:00
-

Tria, tasse giù solo se si può!

--
Massima cautela su flat tax e reddito di cittadinanza
--
Il Ministro dell’Economia Giovanni Tria è cauto su flat tax e reddito di cittadinanza: ridurre il debito Tria: tasse giù, ma se si può Riforme compatibili con il bilancio, confermando una linea di prudenza e di saggezza. Sulla flat tax spiega che non dovrebbe però pesare sui conti pubblici. Cauto anche riguardo il reddito di cittadinanza. Insomma niente chiusura alle riforme ma sempre tenendo d'occhio i conti pubblici.

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02144-report-istat-2017

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-18/07/2018-06:00
-

Report Istat 2017 sui livelli di istruzione

--
“Livelli di istruzione della popolazione e ritorni occupazionali: i principali indicatori”
--
L’Istat stima che nel 2017 in Italia il 60,9% della popolazione di 25-64 anni abbia almeno un titolo di studio secondario superiore; valore distante da quello medio europeo (77,5%). Dal 2008 al 2017 la quota di popolazione con almeno il diploma secondario superiore è in deciso aumento. Più contenuta, rispetto alla media europea, è invece la crescita della quota di popolazione con un titolo terziario.
Il livello di istruzione delle donne risulta più elevato di quello maschile: il 63,0% ha almeno un titolo secondario superiore (contro 58,8% degli uomini) e il 21,5% ha conseguito un titolo di studio terziario (contro 15,8% degli uomini). Inoltre i livelli di istruzione femminili stanno aumentando più velocemente di quelli maschili.
La quota di 18-24enni che hanno abbandonato precocemente gli studi si stima pari al 14,0%; per la prima volta dal 2008 il dato non ha registrato un miglioramento rispetto all’anno precedente. L’abbandono scolastico precoce è molto più rilevante tra gli stranieri rispetto agli italiani (33,1% contro 12,1%). Tuttavia dal 2008 ad oggi, proprio tra gli stranieri si è registrato il miglioramento più consistente. Le differenze territoriali negli abbandoni scolastici precoci sono molto forti – 18,5% nel Mezzogiorno, 10,7% nel Centro, 11,3% nel Nord – e non accennano a ridursi.
La  percentuale di  occupati tra i diplomati e laureati di  20-34 anni che hanno concluso il  ciclo formativo da non più di tre anni è del  55,2%, valore  marcatamente  inferiore  a  quello  medio  Ue (80,2%). Tuttavia nel triennio 2014-2017 si  è  registrata una decisa inversione di tendenza: l’aumento del tasso di  occupazione dei giovani usciti più di recente dagli studi (+ 10,2 punti in tre anni) è più sostenuto  rispetto  a quello medio europeo (+ 4,2) e rispetto a  quanto registrato  nei maggiori Paesi europei. L’accentuazione delle difficoltà d i ingresso nel mercato del lavoro, dovuta alla crisi, è stata  fortissima sia nei diplomati che nei  laureati.
Nonostante  questi  miglioramenti i 
tassi di  occupazione restano  bassi  e  ancora  di  molto inferiori ai livelli pre-crisi, sia per i diplomati che per i laureati. Restano enormi i  differenziali tra  Nord e  Mezzogiorno: il tasso di occupazione da uno a tre anni dalla laurea è pari al 76,4 % nel Nord e  solo del 43,7 %  nel Mezzogiorno; il rispettivo  tasso da uno a tre anni  dal diploma  è  pari al 65,3% nel Nord e  scende a meno della metà, 30,5%, nel Mezzogiorno.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL REPORT:  2018-07-18-indicatori-istruzione.pdf

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02133-circolare-inail-su-rls

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA XVIII-17/07/2018-06:00
-

Circolare Inail su Rls

--
Le nuove disposizioni per le scuole - Le novità contenute nella circolare n. 29 dell’11/07/2018
--
Le novità contenute nella circolare Inail n. 29 dell’11/07/2018: il documento prevede che la comunicazione del nome del responsabile per la sicurezza del lavoro debba avvenire esclusivamente per via telematica.
Con il documento, l’Inail obbliga il dirigente scolastico a trasmettere per via telematica allo stesso Istituto, ovvero al Sistema informativo i nomi dei rappresentanti dei lavoratori in tema di sicurezza.
La circolare prevede anche che il Miur debba inoltrare la comunicazione secondo le indicazioni fornite nel paragrafo “Istruzioni Operative”.
PER LEGGERE E/O SCARICARE IL PDF:  2018-07-17-circolare-inail-rls.pdf

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -
-
02125-italia-investe-poco-ricerca-sviluppo

-
CERIPNEWS IN EVIDENZA  XVIII-16/07/2018-06:00
-

L’Italia investe poco in ricerca e sviluppo

--
Analisi del Cnr: si spende l’1,3% del Pil e occupa il 12° posto Ue
--
L’Italia investe poco in ricerca e sviluppo, spende l’1,3% del Pil e occupa il 12° posto in Ue, preceduti da Repubblica Ceca e Slovenia. Lo rileva la Relazione sulla ricerca e l’innovazione in Italia redatta dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) per Governo e Parlamento. La spesa per ricerca e sviluppo finanziata dal Governo è rimasta stazionaria, mentre gli stanziamenti del MIUR sono scesi da 1.857 milioni del 2002 a 1.483 del 2015!

-

-

CARTA  DEL  DOCENTE  -  ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI EDITORIALI: LIBRI E CD-ROM

-

--

TORNA  AL SOMMARIO VAI  A NOTIZIE VAI A LA NOTA VAI A  IN EVIDENZA
-
VAI A ARCHIVIO LA NOTA VAI  A ARCHIVIO NOTIZIE  VAI A ARCHIVIO IN EVIDENZA
-

-Stampa questa notizia solo se lo ritieni necessario (carta A4 f.to orizzontale) // Per la riproduzione totale o parziale dell'Agenzia è obbligatorio citare la fonte  //  Per corrispondere:  info@ceripnews  // nbonacasa@ceripnews.it // nbonacasa@pec.ceripnews.it


- -
- -

 In caso di riproduzione    
totale o parziale dell'Agenzia,     è obbligatorio citare la fonte

CERIPNEWS ®  è un dominio 
        registrato (Italian Network 
        Information Center)

  Testata registrata presso 
     il Tribunale di Palermo 
    il  26/10/2001 al n° 23/2001